ABBONATI

FIGC presenta le attività per i 120 anni con The Washing Machine, scelta dopo gara

Autore: V Parazzoli


Il piano di comunicazione integrata, in partenza da oggi e sviluppato dall’agenzia romana guidata da Alessandra Furfaro e Mimmo Di Lorenzo, si inserisce in un articolato programma di iniziative che vedono coinvolte anche le reti Rai

“Siamo il pallone che rotola. Siamo le luci della vittoria e l’ombra della sconfitta. Siamo il calcio d’inizio e il fischio che segna la fine. Siamo le regole che fanno tutti uguali. Siamo i giocatori che fanno la squadra. Siamo i 90’ che finiscono troppo presto, o non finiscono mai. Siamo il calcio che unisce, quello vero, quello che si gioca. SìAmo il Calcio, da 120 anni”. È questo il concept creativo della campagna con cui, insieme a un’ampia serie di iniziative, la FIGC avvia le iniziative connesse alla celebrazione dei suoi primi 120 anni di attività e che sono state presentate ieri, a Roma. La comunicazione, on air da oggi, è stata affidata a The Washing Machine. L’agenzia romana guidata da Alessandra Furfaro, client service director, e Mimmo Di Lorenzo, dce, ha vinto la relativa gara cui hanno partecipato una quindicina di sigle e ha sviluppato una campagna che si articola su tv, stampa, radio, web e social, per suggerire come la FIGC rappresenta il calcio italiano da quando esso esiste, raccontando, appunto, proprio questa lunga storia, nella sua essenza.

Cos’è il calcio? È l’erba, il pallone, l’assist, il goal, la sconfitta, la vittoria di milioni di italiani che, in qualche modo, hanno calcato un campo di calcio con degli scarpini ai piedi, dall’ultimo dei dilettanti al campione del mondo, dal giocatore all’arbitro, dalla giocatrice al guardalinee, dallo stadio dove giocano i campioni al campo nella più piccola delle isole. Lo spot (firmato anche dall’art Irene Curreli, dalla copy Sabrina Battaglia e dal digital specialist Francesco Lezza) è una sequenza di immagini di calcio giocato, a tutti i livelli, ma anche vissuto, come tifosi e come spettatori. La campagna stampa, ripropone il claim “Sìamo il calcio”, con la ì accentata che crea un evidente duplice significato, e un’immagine composta da diversi elementi fotografici che rappresentano questo sport in tutte le sue sfumature, unite in un’unica grande passione. Previste anche numerose applicazioni per eventi che si terranno in tutti gli stadi d’Italia e d’Europa.

Gli eventi

La comunicazione vuole rappresentare nella sua totalità l’ampio spettro di competenze e responsabilità che fanno capo alla FIGC, che rappresenta 1 milione e 300 mila tesserati, 70 mila squadre e quasi 600 mila gare ufficiali l’anno (il 65% delle quali giovanili). Un’attività sportiva vastissima, che ha i giovani come fulcro della sua missione sportiva, radicata sui 17 mila campi dislocati in tutto il territorio nazionale, sulla quale la FIGC disciplina, in raccordo con le Leghe, l’Aia e le componenti tecniche, regole, direzione arbitrale e giustizia sportiva. La Federazione celebra questo anniversario con un viaggio lungo otto mesi che si apre oggi, giorno in cui, 120 anni fa, fu costituito il Comitato che il 26 marzo, a Torino, darà vita appunto alla FIGC, e che si concluderà nel mese di novembre con la celebrazione dei 60 anni del Centro Tecnico Federale di Coverciano. Un palinsesto ricco di appuntamenti che tocca tutti i temi cari alla Federazione, non dimenticando anche l’importanza che il calcio e la maglia azzurra rappresentano per la società civile.

Impegno sociale

La FIGC ha deciso di dedicare l’intero 2018 alla sensibilizzazione verso la ricerca contro i tumori, partendo col sostenere la Fondazione “Insieme Contro il Cancro” attraverso una raccolta fondi con la distribuzione del “Pallone della Salute” durante alcuni degli eventi in programma, oltre a informare e sensibilizzare sul tema atleti e cittadini. Responsabilità sociale che anima anche la collaborazione con San Patrignano, dalla quale nasce un vino unico, che alimenta la passione per il calcio e celebra con grande stile (l’etichetta è curata da Ermanno Scervino) i 120 anni della FIGC. Il vino sarà presentato al Vinitaly di Verona, il 15 aprile. La Federazione volge lo sguardo al futuro grazie anche alla visione e ai progetti che, soprattutto in campo internazionale, la proiettano sul palcoscenico mondiale come interlocutore imprescindibile, a cominciare dalla sperimentazione del Var nel massimo campionato professionistico, dall’organizzazione a Roma del Congresso elettivo della UEFA, nel febbraio 2019, passando per gli Europei Under 21 dell’estate successiva, per poi arrivare a ospitare, ancora nella Capitale, allo stadio Olimpico, quattro gare di Euro 2020: e una di queste sarà la partita inaugurale della manifestazione.

Il coinvolgimento della Rai

Per quanto riguarda gli eventi, dopo la presentazione di ieri, il primo appuntamento sarà la giornata tematica sull’anniversario programmata sui principali programmi Rai, che ospiteranno alcuni testimonial della Federcalcio a cominciare dai c.t. Luigi Di Biagio e Milena Bertolini a “Uno Mattina” per proseguire con il team manager degli Azzurri, Gabriele Oriali, a “I fatti vostri”, il medico della Nazionale Enrico Castellacci a “Tutta Salute”, il cuoco degli Azzurri Claudio Silvestri a “La Prova del Cuoco”, Patrizia Panico a “I soliti ignoti” (nella puntata di domani), il presidente del Settore Tecnico, Gianni Rivera, a “Storie Italiane”, mentre a “Quante storie” si parlerà del progetto “Rete!”. I programmi di Rai Sport dedicheranno ai 120 anni l’appendice domenicale: il commissario straordinario Roberto Fabbricini sarà ospite a “90° Minuto”, il vice Alessandro Costacurta interverrà a “La Domenica Sportiva”. Lo stesso farà Radio Rai con interventi nelle trasmissioni “Fuorigioco”, “Zona Cesarini” e “Domenica Sport”.

Calcio femminile

Nel prossimo week end, la FIGC scende in piazza con “Calcio per tutti”: i bambini potranno giocare nelle piazze delle 22 principali città italiane attraverso un format che permetterà ai giovani di divertirsi insieme alle loro famiglie. Il giorno dopo, 19 marzo, apriranno le porte al pubblico anche i Centri Federali Territoriali operativi in tutt’Italia per la formazione dei giovani talenti del calcio italiano (con un bis a giugno). Tra fine marzo e inizio aprile, due eventi classici del panorama calcistico stagionale assumono una rilevanza particolare nel calendario delle celebrazioni: il 26 marzo la “Panchina d’oro”; il 9 aprile un’edizione speciale della “Hall of Fame del calcio italiano” che vedrà sfilare a Palazzo Vecchio, a Firenze, oltre ai premiati del 2018, tutti i membri votati negli anni precedenti. Maggio si aprirà con una settimana dedicata alle donne, con la “Women’s football week” che prevede numerose attività dedicate al calcio femminile. Al “Salone del Libro” di Torino verrà presentato il libro celebrativo dei 120 anni, edito da Giunti e scritto da Alessandra Giardini e Giorgio Burreddu, per poi completare la rievocazione storica con il convegno “Dove tutto ebbe inizio”, il 4 giugno a Torino.

“Report Calcio”

Coverciano, dopo l’open day di febbraio, accoglierà altri eventi: la due giorni di “Kickoff”, il “think thank” della FIGC aperto a rappresentanti della società civile, sempre a maggio; il “Grassroots Festival”, evento del settore giovanile e scolastico per il calcio di base, a giugno; la “Vivo Azzurro Cup”, torneo per i tifosi della Nazionale, a luglio; la “Azzurri Partner’s Cup”, competizione per le squadre degli sponsor della Nazionale, a settembre. In calendario anche alcuni eventi dedicati alla cultura sportiva: ancora a maggio, la presentazione del “Report Calcio”, pubblicato annualmente dalla Federcalcio insieme a Arel e PwC, che rappresenta un vero e proprio censimento statistico del calcio italiano; il 15 ottobre un convegno mondiale sulla scienza della nutrizione, a novembre il Premio di Letteratura del calcio “Antonio Ghirelli” e la presentazione del Bilancio Integrato della FIGC. Si chiude il 12 novembre con un simposio tecnico internazionale a Coverciano.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 05/10/2022


iProspect di Dentsu vince la gara per il media offline europeo di BMW Group e consolida in Italia l’incarico da 30 milioni

BMW Group ha nominato iProspect di Dentsu come agenzia per i media offline per i suoi marchi BMW e MINI in Europa. L'incarico fa seguito a una gara aperta lo scorso maggio, che comprendeva nella fase finale anche Wavemaker di GroupM. Grazie a questa vittoria, iProspect è stata nominata agenzia media offline di riferimento per la regione, dove BMW e MINI consolidano la loro strategia media offline, la pianificazione e l'acquisto in un'unica rete di agenzie. Grazie alla partnership a lungo termine con BMW Group, l'agenzia che fa parte del gruppo guidato in Italia dal CEO Paolo Stucchi, si occuperà di media offline in 24 mercati EMEA, tra cui Regno Unito, Spagna, Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania. Per il nostro Paese, dove il budget 2021 era stimabile in 30 milioni di euro, si tratta di una conferma. iProspect, infatti, si occupava già del media di nove mercati in Europa: Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Lavorando con BMW Group in questi Paesi, i team dell'agenzia in Europa hanno capito cosa serve per accelerare la crescita del marchio. Con l'ampliamento dell'offerta e l'ingresso in 15 nuovi territori, iProspect continuerà a dimostrare il valore della costruzione del marchio basata sulle performance attraverso i canali media offline per BMW e MINI. iProspect lavorerà in stretta collaborazione con The Marcom Engine come agenzia media online partner, che sta già lavorando con BMW Group in Europa. Nella fase iniziale della gara c’era anche Mediaplus, che gestisce il digitale nel contesto di The Engine, il progetto di marketing integrato in 26 Paesi europei che la casa automobilistica tedesca ha affidato anche a MediaMonks di S4 Capital, Berylls Strategy Advisors, sigla tedesca di consulenza manageriale specializzata nell’industria automobilistica, e Gruppo Serviceplan, cui fa capo appunto Mediaplus come responsabile di componenti tecnologici e dati nonché della gestione delle interfacce locali a supporto delle responsabilità di marketing-as-a-service. Il commento "Sono orgoglioso della partnership a lungo termine che abbiamo stretto con BMW Group in molti mercati europei negli ultimi dieci anni e sono entusiasta di espandere questo rapporto in nuovi mercati. La passione per i suoi marchi e l'impegno a creare un valore commerciale misurabile attraverso i media sono una parte essenziale di questo incarico. Non vediamo l'ora di portare un pensiero più progressista, approfondimenti sui consumatori e un modello di servizio altamente collaborativo per aiutare BMW e MINI a far progredire il loro business", ha dichiarato Thomas Le Thierry, CEO EMEA, Media, dentsu international. La creatività Sul fronte creativo, l’agenzia di riferimento globale, che si chiama TheGame Group, è stata appositamente costituita dal raggruppamento che ha vinto a fine febbraio 2021 la relativa gara e che comprende Jung von Matt e Experience One. Questa sigla si occupa anche delle relazioni pubbliche del cliente automobilistico, avvalendosi inoltre, per la comunicazione corporate e i social media, della collaborazione con Looping Group, sigla anch’essa appositamente costituita in Inghilterra da Looping Group International. Sulla marca, in Italia, opera creativamente anche M&C Saatchi.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 06/10/2022


Digitouch Marketing vince la gara di Eurobet.live per la sua prima adv multicanale con Luca Toni testimonial

Eurobet.live, la piattaforma su cui mantenersi costantemente aggiornati su risultati, statistiche e classifiche sportive, affida a Digitouch Marketing la realizzazione della campagna multichannel. L’obiettivo è quello di consolidare l’awareness e diffondere la conoscenza del brand presso uno specifico segmento di pubblico, individuato in giovani e adulti appassionati di sport. Il merito del team di Digitouch Marketing sta nell’aver saputo ideare un concept altamente calzante attorno a cui costruire contenuti destinati a canali diversi ma perfettamente integrati tra di loro, quali la tv, il digital e i social del brand, oltre che nell’aver individuato un testimonial coerente e in linea con il target individuato. “Tira fuori l’esperto che è in te.”, infatti, sarà il messaggio che guiderà l’intera campagna, grazie al contributo dell’ex calciatore della nazionale Luca Toni. Il campione del mondo è protagonista dell’ironico spot tv on air da domenica 2 ottobre, nonché di una serie di podcast di prossima realizzazione. Il team Digitouch Picture, la casa di produzione interna di Digitouch Marketing, si è inoltre occupato della realizzazione dello shooting propedeutico alla produzione dei visual per gli asset digital, i social e per le campagne media. Il media planning è interno. “Questo è un ottimo esempio di utilizzo intelligente e sensato di un testimonial, non solo credibile per il target ma anche perfettamente contestualizzato al messaggio di comunicazione del brand con un interessante insight”, afferma Sergio Spaccavento, Chief Creative Officer di Digitouch. “La realizzazione di questa nuova campagna multichannel con Digitouch Marketing rafforza il nostro legame con gli appassionati di sport – dichiara Alexis Grigoriadis, Marketing Director di Entain Italia –. La scelta di Luca Toni in qualità di testimonial è inoltre sinonimo di competenza, esperienza e credibilità per un progetto legato all’immediatezza e alla puntualità nella comunicazione in real time”. Credits Chief Creative Officer: Sergio Spaccavento Managing Partner: Marco Boschian-Pest Senior Account Executive: Alessandra Masseroni Senior Copywriter: Andrea Bomentre Senior Art Director: Paolo Montanari Supervisor Digitouch Picture: Eugenio Rinaldi Casa di Produzione: Visionaria Film Regia: Riccardo Paoletti

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy