ABBONATI

Cairo: un magazine sui piaceri della vita al venerdì per il Corsera e tre nuovi settimanali per La Gazzetta; La7: adv a +3,4% nei primi 3 mesi

Autore: V Parazzoli


Urbano Cairo anticipa le novità legate ai due quotidiani, con Gazza Mondo, Gazza Numbers e un free weekly alla domenica sulla vita privata dei campioni per quello sportivo. Il canale registra incrementi di ascolti e prepara il rinnovamento del sito

Dopo l’approvazione, lunedì scorso, del progetto di bilancio 2017 da parte di Cairo Communication che, per la prima volta, consolida anche i risultati di RCS per l’intero scorso anno, il suo presidente Urbano Cairo ha avuto modo, ieri, di tornare sui conti dei due Gruppi, aggiungendo qualche aggiornamento sul loro andamento in questo primo trimestre che si sta concludendo, e anticipando alcune novità che li riguarderanno a breve-medio termine. Tutto ciò, in occasione della “Star Conference” di Borsa Italiana. Il primo dato fornito riguarda la confermata leadership a livello di vendite dei settimanali dei due Gruppi, con un totale di 2.530.000 copie, di cui 1.765.000 della sola Cairo Editore che già da sola supera Mondadori, che si posiziona seconda a 1.520.000. In più, ci sono anche le 765.000 copie dei magazine di RCS. Con queste ultime, la quota dei Gruppi controllati da Cairo in questo segmento passa dal 30% della sola Cairo Editore al 43%. Analogamente, la quota nel segmento dei settimanali famigliari passa dal 47 al 56%, grazie alle 200.000 copie vendute da Oggi. Nei settimanali femminili, F e Diva e Donna hanno il 22% del segmento, che diventa il 38% con IO Donna. A questo proposito - salvo sorprese di cui Cairo è sempre capace - trova conferma l’anticipazione che sarà settembre o, comunque, dopo la pausa estiva, il mese di lancio della nuova release dell’allegato del sabato del Corriere della Sera su cui sta lavorando la nuova direttrice Danda Santini. Intanto, fronte Cairo Editore, si segnalano le buone performance pubblicitarie del già citato F (+1% la raccolta l’anno scorso dopo un +17% nel 2016, in un segmento, quello dei settimanali femminili, che ha accusato un calo del 7,2%), Nuovo (+8% nel 2017 dopo il +22% del 2016 a fronte di un calo del segmento dei settimanali femminili del 6,4%), Natural (+8% dopo il +2% del 2016) e il “sistema” Turismo (Bell’Italia, Bell’Europa e in Viaggio) con il bis, l’anno scorso, del +5% registrato nel 2016.

Il “sistema” Corsera

Restando in area cartacea, sul fronte di RCS, Cairo ha spiegato che, con il lancio di Corriere Innovazione (10 uscite all’anno al venerdì), il Corsera vanta ora un allegato al giorno, con un mercoledì in cui, a fianco dei mensili Living e Style (a 0,50 euro in più), c’è il settimanale free Vivimilano, che già ora porta circa 6.000 copie in più alle vendite, destinate ad aumentare, visto che beneficerà di un restyling. La Lettura, alla domenica, sempre a 0,50 euro in più, “muove” 85.000 copie in più e ha incrementato la raccolta del 37%, dopo il +40% del 2016 e il +80% del 2015. L’Economia, che ha appena festeggiato il primo anno della sua nuova release, genera 10.000 copie in più al lunedì e ha fruttato il +51% in termini di raccolta nel 2017, per oltre 9 milioni di euro (per dire, a detta sempre di Cairo, la nazionale del Sole 24 Ore vale 23 milioni), con 219 nuovi clienti. E altrettante copie in più le porta, al martedì, da quando è stato lanciato, lo scorso 19 settembre, anche l’allegato, sempre gratuito, del martedì, Buone Notizie. Clamorosa anche la performance del nuovo (dal 27 aprile) 7 by Beppe Severgnini al giovedì, che ha fruttato un +53% delle revenues adv lo scorso anno, con 196 nuovi inserzionisti. Per il venerdì, invece, confermato l’arrivo di un settimanale dedicato ai piaceri della vita in chiave week-end, mentre per il mercoledì sono allo studio per dopo la pausa estiva - come già anticipato da DailyMedia - nuovi magazine dedicati uno al food e uno al benessere e la salute. Il 24 novembre scorso, poi, c’è stato il lancio di Corriere Torino, che ha permesso al quotidiano diretto da Luciano Fontana di raddoppiare le vendite nel capoluogo piemontese. E naturalmente, sempre il Corsera cresce anche sul fronte dell’online: +11% (a 69.000 copie) gli abbonamenti digitali, +13% (a 47.000.000), gli utenti unici\mese del sito, +25% (a oltre 25.000.000) gli utenti unici\mese della versione mobile: con relativi incrementi della raccolta.

Andrea Monti
La Gazzetta dello Sport

Tante le novità in arrivo anche per la Gazzetta dello Sport: la testata sta anch’essa riempiendo le caselle degli abbinamenti per tutte le giornate della settimana, oltre al già consolidato Sportweek del sabato che, dopo il rilancio dello scorso ottobre, vede la pubblicità in crescita del 50% (+4,5% nel 2017), e al free V come Volley del giovedì. Le anticipazioni fornite da Cairo sono ben tre. La prima riguarda la “promozione” di Extra Time, al martedì, che diventerà Gazza Mondo, sempre dedicato al calcio internazionale; la seconda, al venerdì, sarà Gazza Numbers (un allegato che interesserà molto anche il mondo del betting); la terza, alla domenica, già da metà giugno, sarà un settimanale dedicato alla vita privata dei campioni, al di fuori dei campi. Le pagine locali del quotidiano diretto da Andrea Monti, infine, arriveranno anche a Bologna, Genova, Firenze, in Emilia e nel Triveneto. La raccolta dei due quotidiani è cresciuta, nel 2017, dello 0,7%, a quasi 155 milioni di euro, in un segmento calato del 7,7%. Al netto del confronto con gli eventi sportivi del 2016, l’incremento sarebbe stato del 3% e, per il solo “sistema” Gazzetta, del 9,8% su carta e del 21,4% sul digital.

La situazione dei periodici

Tra i periodici RCS, Cairo ha sottolineato, poi, la performance di Oggi: 280.000 copie medie vendute l’anno scorso, pari al +10,5%, con ricavi adv al +3%, e una forte crescita anche del “sistema”: Oggi Cucino, passato da mensile a quindicinale, ha triplicato le diffusioni a 27.000 copie; Oggi Enigmistica è passata da 13.000 a 41.000 copie; e, infine, la sua versione mensile, lanciata a gennaio, viaggia sulle 55.000 copie. Nel complesso, il “sistema” della testata (anche con l’online) ha visto la raccolta crescere del 3%, mentre quella di Living è salita dell’11,4%. Dove segna un +12%, Style ha chiuso l’anno a +5%.

I numero di RCS Sport

Molto bene anche RCS Sport, che ha visto crescere i ricavi del 17,4% a circa 75 milioni di euro (con Ebitda di 22,7 milioni, pari al +86%), grazie al notevole contributo assicurato dal Giro d’Italia, il cui fatturato 2017 è aumentato di 10 milioni, a quota 37,4 (che diventano 43 con le altre corse ciclistiche gestite dalla struttura guidata da Paolo Bellino). Cairo ha intenzione, ovviamente, di “valorizzare” ancor meglio la corsa rosa, pensando anche che, per quelle a partire dal 2019, potrà rinegoziare i diritti televisivi, con la Rai, però, che avrà diritto di pareggiare altre, eventuali, più forti proposte.

Uberto Fornara
L’andamento di La7

A Uberto Fornara, a.d. di Cairo Communications, il compito infine di fornire aggiornamenti sui canali televisivi del Gruppo, con il network La7 che ha quasi quadruplicato l’Ebitda, a 7 milioni. Buono il trend degli ascolti nel primo trimestre: +11%, con il 4% di share nell’all day e +13%, al 5,1% nel prime time, con la sola La7 al 3,6% (+20%) nell’all day e al 4,7% (+33% tra le 20:30 e le 22:30, grazie anche all’attenzione al dibattito politico da parte del canale). “8 1\2” è al 6,2% (+3,3%); “Di martedì” al 7% (+46,7%), “Piazza pulita” al 5,1% (+37,3%); “Non è l’arena” ha ottenuto il 6,3% (+293%), “Atlantide” il 3,3% (+15%); “Propaganda Live” il 3,75% (+36%). La raccolta, compresa La7d, cresce, sempre in questi primi tre mesi, del 3,4% (pari a gennaio, +2,4% a febbraio, +6,2% a marzo), per un totale di 36 milioni. E, per i prossimi mesi, l’aspettativa è di un ulteriore incremento, adeguato a quello dello share. E non è tutto, perché Cairo evidentemente si sta appassionando anche all’online e ha annunciato l’imminente (entro l’estate) rilancio del sito di La7, realizzato internamente. Nel mux proprietario, infine, ci sarebbe anche banda per un nuovo canale, ma Cairo tiene, per ora, l’ipotesi come una minaccia per la concorrenza in attesa dell’idea giusta da sviluppare.


Tag:

Rcs

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 30/09/2022


Il Gruppo Helvetia Italia realizza con O-One una serie podcast dedicata alla sostenibilità

O-One, la digital unit di Industree Communication Hub, è stata scelta dal Gruppo Helvetia Italia per la produzione di una serie podcast sui temi della sostenibilità in ambito assicurativo. Helvetia Italia, leader del settore assicurativo worldwide, continua a far sentire la propria voce con una nuova serie podcast che parla di un tema tanto attuale quanto centrale per l’attività del Gruppo: la sostenibilità. “Assicurati che sia green. Dialoghi sulla sostenibilità” è il progetto audio che si compone di 7 episodi in cui sono coinvolti sette top manager del Gruppo per altrettanti settori di competenza: dalle HR all’IT, quando si parla di dinamiche aziendali si arrivano a toccare tematiche in cui l’attenzione al green riguarda anche la tutela dei privati. O-One, già al fianco di Helvetia Italia nella realizzazione di contenuti per il blog del sito di Gruppo, ha raccolto la sfida occupandosi della supervisione editoriale e della produzione della serie che punta con particolare attenzione a un pubblico di professionisti. I top manager infatti, capitanati dal CEO Roberto Lecciso, conducono uno storytelling a più voci che nel fil rouge della sostenibilità, intesa non solo come attenzione all’ambiente, ma anche alle persone, costruisce un dialogo corale. Obiettivo è fare il punto sulla situazione attuale ma soprattutto proiettarsi verso un futuro in cui le compagnie di assicurazione devono adeguare il proprio ruolo e la propria offerta a un contesto socio-ambientale profondamente e rapidamente mutevole. "La Sostenibilità è parte integrante del nostro modello di business – commenta Roberto Lecciso, CEO del Gruppo Helvetia Italia -. Il nostro obiettivo è creare valore per la società in modo consapevole, etico e professionale. Con O-One abbiamo lavorato su queste basi e definito un progetto di comunicazione che fosse prima di tutto in linea con i valori di Helvetia e che puntasse a dare voce alla nostra Compagnia su un tema tanto caro ai nostri clienti, azionisti e collaboratori".

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 27/09/2022


ASviS on air con Saatchi & Saatchi per promuovere la sesta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile

ASviS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è tornata on air a partire dal 25 settembre, settimo anniversario dell’Agenda 2030 dell’Onu, con la nuova campagna pubblicitaria “Mettilo in agenda, stiamo agendo” firmata ancora una volta da Saatchi & Saatchi, agenzia creativa di Publicis Groupe. Il nuovo spot promuove la sesta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, la più grande manifestazione italiana pensata per accrescere la cultura sui principi della sostenibilità economica, sociale ed ambientale con l’obiettivo di mobilitare fasce sempre più ampie della popolazione, soggetti economici e istituzioni per la realizzazione degli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu. La campagna tv e radio sarà diffusa sulle reti Rai e sui canali dell’Alleanza e del Festival: YouTube ASviS, i principali canali social ASviS (Facebook, Instagram, Twitter e Linkedin) oltre ai siti asvis.it e festivalsvilupposostenibile.it. Gli spot radio sono stati realizzati con la collaborazione di Cat Sound. La creatività Il concept creativo si sviluppa intorno ai grandi temi di attualità, oggi sempre più al centro dell’agenda europea e internazionale, e sui quali si concentreranno le numerose iniziative previste dalla manifestazione nazionale che quest’anno si terrà dal 4 al 20 ottobre 2022. Sono già oltre 350 gli eventi registrati nel cartellone, testimonianza di una mobilitazione dal basso della società civile. È più che mai urgente battersi per una chiara e convincente visione del futuro, fortemente ancorata agli obiettivi globali ed europei di sviluppo sostenibile, coinvolgendo la società civile per rispondere a queste necessità con idee concrete. E in questo momento, il ruolo più importante deve essere svolto da “una nuova generazione di idee che si fa spazio”, come recita il messaggio della sesta edizione del Festival, per rendere sempre più rilevanti e attuali i temi che fanno parte dell’Agenda. I commenti “Nel 2022, per la prima volta, sono stati modificati i Principi fondamentali della Costituzione italiana, inserendo la giustizia intergenerazionale. Un’innovazione storica, fortemente voluta dall’ASviS sin dal 2016 e che si riflette nella campagna della sesta edizione del Festival per sottolineare, con un tone of voice empatico e coinvolgente, il ruolo propulsivo delle nuove generazioni verso un futuro sempre più sostenibile”, dichiara Ottavia Ortolani, Responsabile dei Progetti di Comunicazione e Advocacy di ASviS. “Mettilo in agenda, stiamo agendo - è il concetto portante di un racconto che parte da ciascuno di noi e si lega indissolubilmente al nostro presente. Crediamo fermamente che essere in prima persona moltiplicatori di impatto positivo sia il senso del nostro lavoro. Per questo supportiamo i nostri clienti nel dare voce a progetti che puntano a tradurre in fatti concreti l’impegno verso un mondo sostenibile”, aggiunge Manuel Musilli, Executive Creative Director di Saatchi & Saatchi Italia. Credits CEO: Camilla Pollice Executive Creative Director: Manuel Musilli Associate Creative Director: Leonardo Cotti Associate Creative Director: Tancredi Fileccia Digital Associate Creative Director: Iris Vita Junior Art Director: Francesca Barca Casa di Produzione Video: Think Cattleya Casa di Produzione Foto: Carla Pozzi Fotografa: Jessica De Maio  

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy