ABBONATI

The Directors Bureau e Think Cattleya per il film branded content The Red Stain

Autore: Redazione


La clip del regista brasiliano Rodrigo Saavedra, della durata di dieci minuti, racconta “ironicamente” come la natura delle storie possa variare in maniera strabiliante in base alle interpretazioni, aggiungendo “pepe” alla vita

The Directors Bureau e Think Cattleya hanno unito le forze per dare vita a un film branded content co-prodotto: The Red Stain, realizzato per la Winery di Francis Ford Coppola. La clip della durata di 10 minuti racconta “ironicamente” come la natura delle storie possa variare in maniera strabiliante in base alle interpretazioni, aggiungendo un pizzico di “pepe” alla vita.

Enfasi sullo storytelling

Roman Coppola afferma: “La nostra azienda vinicola desiderava sponsorizzare uno short film che fosse fantasioso e ponesse enfasi sullo storytelling. Abbiamo contattato l’acclamato regista brasiliano Rodrigo Saavedra perché sviluppasse un concept e questo è ciò che ne è venuto fuori. Siamo tutti davvero soddisfatti del risultato”. Il film ha debuttato al Sundance Film Festival, “considerato il nostro background cinematografico ci è sembrato naturale collaborare con il Sundance Festival, che notoriamente promuove e condivide il lavoro di promettenti registi” continua Coppola.

La trama

Sullo sfondo di un’estate italiana assolata e assonnata, il giovane Billy, un americano trasferitosi nel Belpaese, porta a lavare la sua camicia bianca macchiata di rosso in una tintoria gestita da una simpatica coppia di vecchietti (Luca e Claudia). Non appena Billy lascia il negozio, ciascuno dei due inizia a immaginare un film sull’origine misteriosa della macchia rossa. Sarà sangue? Oppure vino? Questa domanda, a sua volta, li porta a interrogarsi sull’identità di Billy: perché si è avventurato all’estero? E’ un amante nel bel mezzo di una relazione clandestina? Una spia? Un campione di scacchi-boxe... Il film lascia irrisolta la vera identità di Billy e la natura della macchia: come ci insegnano i due anziani protagonisti, a ciascuno la sua spiegazione. E non importa quanto stravagante possa essere.

Parola ai registi

Think Cattleya, come in un racconto tra colleghi, ha condiviso pensieri del regista Rodrigo Saavedra e dell’executive producer di Directors Bureau, Sue Yeon Ahn, che si succedono come un’intervista doppia, di seguito un piccolo estratto:

A Rodrigo: Quali sono le opportunità come regista nel realizzare dei branded content rispetto all’ advertising classico di 30 secondi? È una questione completamente diversa. Le opportunità sono infinite. Mi ha permesso di mettere in pratica delle capacità del tutto nuove. Ma alla fine credo che stia tutto nello storytelling.

A Sue: Come produttore, un branded content è più impegnativo rispetto al solito TVC nel mercato statunitense? Penso che entrambi comportino sfide e benefici. Certamente i film branded possono consentire un maggiore respiro creativo, che è sempre gratificante.

Sviluppo internazionale

“Lavorare con Directors Bureau è un assoluto privilegio, la stima reciproca che caratterizza il nostro rapporto lavorativo è un elemento davvero distintivo per Think Cattleya. Tramite partner così straordinari confermiamo il percorso di sviluppo internazionale del nostro fare storytelling sul quale abbiamo creduto e investito come prima casa di produzione in Italia, entrando in nuovi settori d’eccezione per essere precursori, ancora una volta, di nuovi percorsi” conclude Monica Riccioni, a.d. di Think Cattleya.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 26/02/2024


Libera Brand Building vince la gara per il supporto alle attività di rebranding di CNP Vita Assicura

Libera Brand Building, la società specializzata in branding e advertising, si è aggiudicata la consultazione per il supporto nel lancio del brand CNP Vita Assicura sul mercato italiano. CNP Vita Assicura è la compagnia assicurativa specializzata nel Ramo Vita controllata da CNP Assurances, prestigioso Gruppo assicurativo francese con più di 170 anni di storia e oltre 46 milioni di clienti nel mondo. Nata dalla fusione di CNP Vita Assicurazione e CNP Vita Assicura, la Compagnia ha l’obiettivo di rilanciare sul mercato italiano il marchio CNP con una strategia di comunicazione capace di rispecchiare il modello di business multipartner B2B2C con cui opera. “La necessità di dare nuova forma al posizionamento di CNP Vita Assicura è la base di partenza ideale per questo avvio di collaborazione – afferma Roberto Botto, CEO & Founder del Gruppo Libera Brand Building –. Una partnership caratterizzata da tre obiettivi principali: individuare un posizionamento affine al ruolo del brand, entrare in sintonia con il core target di comunicazione e con il target di mercato, arricchire lo storytelling del brand sotto il profilo verbale e visivo”. Un processo di co-creazione Il progetto è stato realizzato da Libera Brand Building, l’azienda del Gruppo specializzata in branding e advertising, partendo da un’analisi profonda delle specificità del business italiano e del ruolo sostenuto dal brand sul mercato locale, al fine di individuare un territorio coerente e uno stile di comunicazione in grado di valorizzare le soluzioni di CNP Vita Assicura e la relazione con il cliente. Per raggiungere questi obiettivi è stata condotta un’importante fase di ricerca, per un ascolto attento delle esigenze interne e dei target di riferimento.“Per il posizionamento del brand abbiamo condotto un processo di co-creazione che ci ha permesso di definire il posizionamento a partire dalle istanze dei diversi stakeholder – afferma Pamela Pelatelli, Head of Strategy di Libera Brand Building Group –. Un coinvolgimento che ha lo scopo di far emergere punti di vista diversi capaci di convergere all’interno di un territorio unico e condiviso, realmente differenziante sul mercato. Un percorso di audit&assessment che include interviste one to one e focus online, che si riveleranno risorse preziose per individuare la value proposition e identificare il concept di comunicazione.” La campagna di lancio Il lancio del nuovo brand è avvenuto a gennaio 2024 con il supporto di una campagna di comunicazione a copertura dei primi due mesi dell’anno. L’amplificazione dei contenuti sarà garantita dall’approccio multicanale offline ed online sviluppato attraverso carta stampata e digital, radio, mobile display per contesto editoriale e app usage. Il messaggio creativo verrà declinato sui principali canali di informazione economica (Sole 24 Ore, MF, Repubblica, Affari e Finanza, Corriere Economia, Radio 24) con l’obiettivo di presidiare verticalmente i canali dedicati al mondo assicurativo e finanziario, e contemporaneamente di allargare lo sguardo verso un pubblico più ampio. Il media planning è gestito dal team media di Libera Brand Building Group  

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy