ABBONATI

Mondadori: per i periodici adv nel 1° bimestre meglio del mercato; nel 2018 investe sul digital verticale

Autore: S Antonini


Il 2018 si apre all’insegna delle acquisizioni in area design e femminile, tra le novità il rilancio del brand Focus e gli eventi per gli 80 anni di Grazia e i 30 di Donna Moderna; presentato ieri a Milano il tour “Panorama d’Italia”

Oscilla tra i 2 e i 3 milioni di euro il valore pubblicitario di “Panorama d’Italia”, il tour di eventi  legato alla testata Panorama di Mondadori presentato ieri a Milano, che partirà l’11 aprila da Firenze per poi toccare sei tappe italiane, a cui si aggiunge l’appuntamento eccezionale “This is Italy” a New York dal 28 giugno al 2 luglio. Quest’anno gli appuntamenti del tour si riducono a sei, per questioni organizzative, contro i dieci dell’anno scorso; e proporzionalmente, spiega l’amministratore delegato di Mediamond Davide Mondo, si dimensiona la raccolta pubblicitaria dell’evento che nel 2017 ha generato fatturati pubblicitari per 4 milioni di euro. «Da sottolineare la continuità con cui i partner confermano il loro interesse per l’evento» commenta ancora Mondo. Quest’anno le aziende che hanno scelto di accompagnare il ciclo di conferenze ed eventi nel newsmagazine Mondadori sono: Ab Medica, ACEA, Autostrade per l’Italia, Cobat, Enel. Grimaldi Lines, Intesa San Paolo, Lottomatica, Menarini, HRC, IBM, Lega del Filo d’Oro, McDonald’s e Università Telematica Pegaso.

Evoluzioni dell’area Periodici

L’anno scorso Mondadori ha consolidato le property digitali a seguito dell’acquisizione di Banzai del 2016, e lanciato due nuove testate cartacee: «Giallo Zafferano, che ha chiuso l’anno con una diffusione di 200mila copie, e Spy, a quota 150mila. Il lancio di quest’ultimo ci ha permesso di alzare il target di Chi, che ha introdotto un sedicesimo dedicato alla moda e ha migliorato diffusioni e raccolta pubblicitaria» commenta Carlo Mandelli, direttore generale periodici Italia. Sempre nel 2017 «l’area periodici ha registrato un ebitda molto positivo (15,4 milioni di euro a +47,3%, ndr) e una crescita dei ricavi adv del 7,5%, ampiamente trainata dal digital. Nonostante un mercato diffusionale negativo, la nostra quota di mercato è salita al 32% circa». Nel 2018 il Gruppo editoriale di Segrate, come annunciato dall’amministratore delegato Ernesto Mauri (vedere DailyMedia del 14 marzo 2018) punta a nuove acquisizioni in area digital e in ottica verticale, mentre verrà consolidata l’area cartacea dove non sono previsti nuovi lanci. «Ci siamo già mossi con l’acquisizione della pagina Facebook “Design d’autore”, che ha 4 milioni di fan, e il sito Oroscopo.it con circa 2,7 milioni di utenti. Altre ne verranno perché non ci possiamo fermare. L’acquisizione in ambito design è coerente con lo sviluppo di temi verticali e con l’iniziativa “IDD - Innovation Design District”, ideata da Mediamond e che si terrà in aprile in occasione del Salone del Mobile di Milano. Allo stesso modo il sito Oroscopo.it va ad arricchire l’offerta per il target femminile dove sarà inserito a breve». Il digital è sempre più importante per il business dei periodici, «per esempio, nell’area cucina genera il 60% dei fatturati e il 50% dei margini». Per quanto riguarda del diffusioni «i mercati non sono partiti bene, si prospettano andamenti simili al 2017. Noi cerchiamo di fare meglio rafforzando i brand attraverso, per esempio, gli eventi. Quest’anno festeggiamo gli 80 anni di Grazia e i 30 di Donna Moderna, che punta sul tema dell’empowerment femminile attraverso una mostra e una pièce teatrale. Da poco è partito il programma tv dedicato a Giallo Zafferano, che sta facendo buoni ascolti».

Carlo Mandelli
Focus

Altra novità in arrivo è il nuovo canale Focus che, scaduto il contratto con Discovery, dal prossimo maggio sarà realizzato da Mediaset «e che ci permetterà di ragionare in termini di brand multimediale tra tv, carta, e l’area kids. Inoltre in autunno dovremmo lanciare degli eventi sul territorio a marchio Focus». Per quanto riguarda Panorama, che naviga «in acque agitate, ma è l’unico newsmagazine che viaggia da solo mentre i competitor sono allegati ai quotidiani di riferimento». Il settimanale diretto da Raffaele Leone, che a gennaio ha registrato una diffusione di 182.029 copie, è al centro di iniziative come il tour, e l’abbinamento con Icon e Icon Design che rafforzano il brand. Inoltre, la Mondadori non ha in animo di chiudere o cedere testate, come già detto dall’a.d. Mauri in occasione della presentazione dei risultati di esercizio 2017.

Gli andamenti pubblicitari

Anche sul fronte della raccolta pubblicitaria, dopo la chiusura del 2017 in crescita del 7,5%, il mercato sta rallentando molto «per via del clima attendista creato dalle elezioni prima e dall’attuale situazione di incertezza. Ma in un contesto economico positivo dove i consumi vanno bene, l’orizzonte annuale dei grandi clienti è di tenuta se non addirittura di crescita» spiega Davide Mondo, amministratore delegato della concessionaria Mediamond. A fronte del –16,6% del mercato degli investimenti sui periodici registrato lo scorso gennaio (fonte Nielsen), «Mondadori va molto meglio» ma rimane in area negativa proprio per lentezza del mercato. «I primi due mesi sono poco brillanti, gennaio ha registrato una forte negatività, e nel periodo si registrano discontinuità perciò è difficile valutare bene gli andamenti. Per marzo non possiamo ancora sbilanciarci, dobbiamo aspettare la fine del mese» perché la visuale è corta data la minore programmazione degli investimenti. E per quanto riguarda aprile «tra Pasqua e ponti è sempre un mese lento, non ci preoccupa».

“Panorama d’Italia”: l’evento

Il tour “Panorama d’Italia” compie cinque anni. Quest’anno l’edizione si rinnova grazie anche al nuovo team editoriale: accanto al direttore Leone e al responsabile editoriale Sergio Luciano ci sono Nicola Porro, Oscar Giannino, Vittorio Sgarbi, il direttore di Focus Jacopo Loredan, Marco Ventura, Roberto Giacobbo, il direttore di Icon Michele Lupi, Fiammetta Fadda, la direttrice di Ciak Piera Detassis, Gianni Poglio e Antonio Carnevale. Sei le tappe italiane: si parte da Firenze (11-14 aprile), cui seguono Bergamo (9-12 maggio), Reggio Emilia e Piacenza (23-26 maggio), Napoli (13-16 giugno), Palermo (12-15 settembre), Roma (26-29 settembre) e New York (28 giugno- 2 luglio). Negli scorsi quattro anni sono state 20 milioni le persone raggiunte dal tour, con oltre 500mila persone intervenute direttamente agli appuntamenti nelle 45 città, più di 1600 tra ospiti e relatori (tra cui anche Ministri, Presidenti di Regione e Sindaci), e quasi mille eventi gratuiti e aperti al pubblico. Per ogni città toccata dal tour, la società del gruppo Mondadori Inthera realizzerà una ricerca dedicata al territorio di ogni tappa per conoscere le opinioni e il grado di soddisfazione dei cittadini.

Libri per studenti, superiori, laureandi e laureati

Tornano il progetto rivolto ai ragazzi «100 libri per 1 scuola», che premia gli istituti superiori delle città e gli studenti più meritevoli che con un elaborato sul proprio libro preferito avranno concorso all’iniziativa, e gli incontri per giovani diplomati, laureandi e laureati con i responsabili delle risorse umane delle principali aziende del territorio organizzati da HRCommunity Academy Italia. Il tour è anche su Rete 4, di venerdì in seconda serata con tre puntate a giugno e il resto da settembre fino all’ultimo incontro di Roma; su Panoramaditalia.it, sul canale Panorama.tv e su Facebook. “Panorama d’Italia” è realizzato in collaborazione con Fluendo per la produzione esecutiva e la logistica; la piattaforma di iscrizione è gestita da The Rocks, mentre la strategia digitale è realizzata e curata da FpS Media.


Tag:

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 01/03/2024


Sky apre una gara media europea: in Italia il budget da 70 milioni di euro è gestito da Wavemaker per l’offline e l’online

Il Gruppo Sky ha indetto un pitch per il suo account media europeo, attualmente gestito da EssenceMediacom. I mercati in esame comprendono Regno Unito, Irlanda, Italia e la regione DACH (Germania, Austria e Svizzera). The Aperto Partnership starebbe gestendo la revisione, ma ha rifiutato di commentare quando è stata contattata da Campaign, che ha pubblicato ieri la notizia. Si ritiene che Sky abbia incontrato i principali gruppi di holding. Nel 2022 la spesa europea per i media era stimata in circa 470 milioni di sterline all’anno. L’ultima revisione dell’account media di Sky ha avuto luogo nel 2017, la prima in 13 anni, quando EssenceMediacom, allora MediaCom, ha mantenuto l’account in una gara a tre contro Zenith di Publicis Groupe e Carat di Dentsu. L’agenzia gestiva già il Regno Unito, l’Irlanda, la Spagna e l’Austria, ma in seguito alla revisione ha rilevato la search del Regno Unito da iProspect e ha assunto la responsabilità esclusiva del mercato tedesco, che prima condivideva con Mindshare. La revisione non ha incluso l’Italia, dove Sky investe 70 milioni di euro, gestiti attualmente da Wavemaker sia per l’offline che per l’online. Nel 2022, MediaCom ha ampliato le sue competenze e ha rilevato il pay-per-click, il programmatic e l’ottimizzazione dei motori di ricerca da Merkle di Dentsu. Anche Wavemaker, agenzia di GroupM, ha ampliato le sue competenze in Italia includendo i media digitali. Questa revisione rappresenta una sfida per EssenceMediacom, che per la prima volta difende uno dei suoi account più importanti dopo la fusione tra Essence e MediaCom. Alla fine del 2022, l’agenzia ha mantenuto un altro dei suoi maggiori clienti, Tesco, con la sua proposta di fusione. Un portavoce di Sky ha dichiarato: “Nei prossimi mesi Sky indirà una gara per i servizi di media planning e buying in tutto il Gruppo Sky. L’ultima gara per questi servizi è stata indetta da Sky nel 2017”. Secondo fonti industriali, Sky ha speso circa 250 milioni di sterline per l’acquisto di media nel Regno Unito nel 2022 e 183 milioni di sterline nei primi nove mesi del 2023. EssenceMediacom non ha voluto commentare.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy