ABBONATI

Fox Networks Group Italy: la raccolta da brand partnership cresce del 12%, ascolti a +2%

Autore: S Antonini


L’anno fiscale 2017-2018 si è chiuso con ricavi adv in linea con l’anno precedente; per la nuova stagione 130 titoli e tre prime visioni a settimana; arriva in Italia il Branded Content Studio del National Geographic

In un quadro di estrema frammentazione degli ascolti, e di sovraesposizione del pubblico a ogni tipo di contenuto, quest’ultimo deve essere in grado di catturare il massimo dell’attenzione possibile per stimolare il mercato pubblicitario. Sui contenuti forti, capaci di catturare e tenersi stretto lo spettatore, puntano le strategie editoriali di Fox Networks Group Italy presentate ieri insieme alla nuova offerta nel corso di un evento dedicato agli investitori, «Se “content is king”, l’attenzione è la regina - commenta Alessandro Militi -, e noi celebriamo il matrimonio tra questi due elementi», matrimonio che può funzionare solo se si tratta di «super contenuti». Così nella nuova stagione dei canali Fox, compreso il National Geographic, ci sono 130 nuovi titoli e una media di tre prime visioni a settimana. Intanto, lo scorso giugno il gruppo ha chiuso l’esercizio fiscale 2017-2018 con ricavi pubblicitari in linea con l’anno precedente, ma con un significativo incremento delle brand partnership, +12%, che ora rappresentano il 18% del fatturato. Merito del lavoro della unit dedicata Fox Factory: anche per questo motivo, Fox ha deciso di lanciare in Italia il National Geographic Branded Content Studio, un hub creativo e produttivo che mira a valorizzare il marchio attraverso progetti sponsorizzati di qualità. Il gruppo Fox, fresco di acquisizione da parte di Disney, conferma il rapporto esclusivo con Sky anche sul fronte pubblicitario attraverso la concessionaria Sky Media cui fa capo tutta la raccolta pubblicitaria, compresa quella digitale. Il probabile ingresso di Sky in Comcast al momento non cambia questi equilibri: «Siamo con Sky dal 2004. Li sceglieremmo comunque perché ci valorizza bene».

I risultati 2017-2018

Nel periodo luglio 2017 - giugno 2018 la Fox Networks Group Italy ha rappresentato il 17% degli ascolti della piattaforma Sky e il 36% dei grp vendibili da Sky Media. Gli ascolti generati dai cinque canali Fox, FoxLife, FoxCrime, National Geographic e Nat Geo Wild sono cresciuti del 2% sull’anno fiscale precedente nella combinazione ascolto live e in differita, con 150 milioni di download effettuati nei 12 mesi, in crescita del 35% sull’anno prima. I canali tv generano il 95% delle pianificazioni pubblicitarie e il 2% di share sul target 15-44, «che noi abbiamo chiamato Mixennials e che noi portiamo sul mercato. Si tratta dell’intersezione tra Millennials e Generazione X molto attenta e attiva sui social media, il 70% di loro è utente Facebook; un target pregiato e appetibile». Con i siti foxlife.it, foxsports.it e mondofox.it l’offerta digitale di Fox genera il 2/3% dei ricavi pubblicitari, in crescita del 21% sull’anno fiscale 2016-2017. Insieme generano 7 milioni di utenti unici al mese (dati Google Analytics), in crescita dell’83% sul 2017. I video visti ogni mese sono 8 milioni, circa 100 milioni di video views all’anno, con un incremento del 32%. In un anno di vita foxlife.it, lanciato nel luglio 2017, ha superato i due milioni di utenti unici. Sul fronte social e in particolare su Facebook si contano 6 milioni di interazioni mensili, con un tasso di coinvolgimento del 12% ossia tre volte la media del 3,9% stimata da We Are Social. Foxsports.it, che rimane la finestra del gruppo sul mondo dello sport e del calcio dopo la chiusura del canale chiuso lo scorso giugno, vanta oltre 8 milioni di pagine viste al mese, e una chatbox con più di 25mila iscritti.

Focus sui contenuti

La stagione di Fox si è aperta con il lancio della nuova serie “Romolo + Giuly”, già prodotto per il web che è sbarcato in tv, e che al debutto ha raggiunto 500mila spettatori e 1 milione di contatti. Si tratta della prima produzione originale locale dopo la serie culto “Boris” realizzata tra il 2008 e il 2010. Ora Militi annuncia che il gruppo sta studiando un nuovo titolo che dovrebbe essere rivolto al pubblico femminile. Nel frattempo proseguono le iniziative legate ai brand, di cui un esempio è la web serie “Anna. Quello che non sei” realizzata per Mercedes. Sempre con Mercedes sono in corso le trattative per una nuova iniziativa, sempre in ambito serie, mentre è stato siglato un accordo con BMW che si svilupperà nel corso di un anno e che dovrebbe riguardare il tema della sostenibilità. La piattaforma di Fox include anche gli eventi, con il Festival delle Scienze del National Geographic la cui terza edizione è stata fissata per l’aprile 2019 e il nuovo “Fox Circus”, che si terrà a Milano dal 30 novembre al 2 dicembre, una 52 ore di esperienze e première nel mondo delle serie di Fox.

Alessandro Militi
National Geographic brand strategico

Il National Geographic Channel ha chiuso l’anno fiscale con una crescita del 14% negli ascolti. Il marchio si sviluppa tra tv - National Geographic, Nat Geo Wild e il neonato servizio esclusivamente on demand National Geographic + con una selezione di 500 titoli che a breve saranno 800 -, i magazine National Geographic e Traveler realizzati con il gruppo GEDI, i libri realizzati con White Star, i viaggi delle Expeditions, le attività di licensing. «E’ un brand strategico perché lo proponiamo agli investitori come un luogo sicuro, che crea anche endorsement per le aziende. Ricordiamo che la National Geographic Society devolve il 27% dei profitti alla ricerca scientifica». Ora arriva in Italia il Branded Content Studio per la realizzazione di prodotti di alta qualità con l’impiego dei documentaristi della Society, come ad esempio il progetto “Break into” realizzato con Nike. National Geographic conferma anche gli inproduzione di contenuti di fiction o di docufiction.

La nuova stagione tv

Negli ultimi otto anni, la produzione di serie tv in USA è passata da 200 titoli a 487. Agli ultimi EMMY la Fox ha vinto 22 premi, e tra le nomination c’era anche Antonio Banderas per la sua interpretazione in “Genius: Picasso”. «Fox è e rimane la casa delle serie tv» commenta Militi che annuncia per la stagione 2018-2019 mille ore di prima visione, un centinaio di “returnig series” tra i canali Fox e National Geographic, e 30 totalmente nuove. Dopo “Romolo + Giuly. La guerra mondiale italiana” tra i nuovi importanti lanci di Fox c’è “Magnum P.I.”, il remake della mitica serie con Tom Selleck, al via il 16 ottobre. Altre novità sono “The passage”, vampire drama prodotto da Ridley Scott, “La guerra dei mondi”, “Single parents” e “The cool kids”. Confermati i classici “The Walking Dead”, “Deep State”, “Homeland”, “American Horror Story: Apocalypse”. Su FoxLife arriva “Butterfly”, la storia di un bambino che vuole cambiare sesso. Nel 2019 debutterà “Grand Hotel”, prodotto da Eva Longoria. Per quanto riguarda le produzioni originali, dal 17 ottobre torna “Il contadino cerca moglie” con Diletta Leotta alla conduzione. Su FoxCrime arrivano “Harrow”, in ottobre, “A very english scandal” con Hugh Grant diretto da Stephen Frears dal 23 novembre, e “Proven innocent” il prossimo anno. Tra i ritorni “The Blacklist” e “Criminal Minds”. Sul National Geographic a novembre torna la serie “Marte” prodotta da Ron Howard e Brian Grazer. Sempre a novembre arriva “Nord Corea: la dinastia dei Kim” raccontata attraverso documenti d’archivio e testimonianze esclusivi. Il prossimo anno sarà la volta di “Free solo” dedicato al free climber Alex Honnold; “Cosmos”; e “Science Fair” la storia di nove teenager arrivati da tutto il mondo per partecipare all’International Science and Engineering Fair.


img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 17/05/2022


Enel: avvia la gara per il media globale da 70 milioni di euro e va on air per Enel Energia con Saatchi&Saatchi

Importanti novità sul fronte di Enel, che torna on air per Enel Energia e, secondo quanto ricostruito da DailyMedia, ha avviato una gara per definire il suo nuovo partner media globale per un nuovo triennio, mettendo in gioco un investimento complessivo stimabile in una cifra intorno ai 70 milioni di euro all’anno, ripartiti tra i 40 dell’Italia, i 20 della penisola iberica e i 10 del Sud America (Brasile, Cile, Colombia). Dell’area europea si occupa Mindshare, con Starcom che segue le campagne a performance, mentre la centrale di GroupM fa il coordinamento di tutte le attività di planning globale. Oltre alle due citate strutture, sono in gara anche OMD, dentsu e Havas Media. La campagna Il nuovo spot per Enel Energia è firmato Saatchi & Saatchi e ha come protagonista Federico, un padre alle prese con la figlia ancora piccola, all’interno di una quotidianità così ricca di impegni da far sognare qualche momento di tranquillità. L’interprete di questo racconto di vita quotidiana è uno dei volti più noti della tv e del cinema italiano, Marco Bocci. Con questa campagna, Enel Energia si dimostra ancora una volta al fianco dei propri consumatori con soluzioni semplici, trasparenti e 100% green, creando un dialogo in cui i benefici dell’offerta rispondono ai bisogni del cliente. Tramite l’offerta “Scegli Oggi”, infatti, Enel Energia blocca il prezzo della componente energia per due anni offrendo così una soluzione “da favola” capace di soddisfare il desiderio di tranquillità, almeno per la fornitura di energia. L’agenzia Saatchi & Saatchi, con il regista argentino Miguel Usandivaras e Think Cattleya per la produzione, prosegue un percorso di innovazione creativa già iniziato con gli scorsi spot.  L’impianto produttivo è pensato per enfatizzare uno storytelling moderno fatto di punti macchina insoliti e un montaggio dinamico, così come la fotografia e la musica. “Abbiamo scelto ancora una volta Miguel, perché perfetto per dare forma al cambiamento che stiamo portando avanti con Enel. Era importante comunicare la vicinanza del brand ai propri consumatori e lo abbiamo fatto con un linguaggio empatico e contemporaneo allo stesso tempo”, dichiara Manuel Musilli, Direttore Creativo Esecutivo dell’agenzia di Publicis Groupe. Il commento La campagna sarà on air per 5 settimane e verrà declinata su tv, stampa, radio e digital, con un approccio cross funnel che comprende formati video e display ad alto impatto per massimizzare la copertura su target specifici. Prevista anche una videostrategy veicolata su Facebook, Instagram e YouTube. La pianificazione per tv, stampa, radio e digital awareness è curata da Mindshare, per digital performance e social da Starcom. Costanza Barbara Tarola, Head Of Brand ADV and Content Italy di Enel Group, commenta: “Con la nuova campagna commerciale vogliamo confermare l’approccio customer centrico che ormai da tempo caratterizza la nostra strategia di comunicazione. L’insight è  quello della tranquillità, che i nostri clienti possono trovare nell’avere un’offerta a prezzo fisso che li mette al riparo da sorprese in bolletta”.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 21/04/2022


Nuova Fiat 500 e Leonardo DiCaprio per l’elettrico nella campagna di Leo Burnett e Starcom

Leonardo DiCaprio veste ancora una volta i panni di testimonial per Nuova Fiat 500 nell’ultimo spot ideato da Leo Burnett, on air in Italia nei prossimi giorni dopo un primo lancio sul mercato francese. Rispetto alle campagne precedenti, l’attore premio Oscar non solo si fa portavoce dei valori green di Nuova Fiat 500 ma diventa protagonista di uno spot dal sapore Hollywoodiano a partire dall’ambientazione. DiCaprio si trova presso gli Universal Studios di Los Angeles e ha appena finito le riprese quando consegna le chiavi della sua vettura, la Nuova Fiat 500, al driver. Quest’ultimo, dopo un primo momento di scetticismo in quanto vede davanti a sé una piccola macchina elettrica lontana dal suo immaginario abituale, si fa convincere da DiCaprio e quasi senza accorgersi si innamora della nuova gamma. “Combinare impegno e ironia è stata la vera grande sfida di questo spot, che cambia i codici di comunicazione usati fino ad ora dai principali brand automobilistici e tratta l’argomento dell’elettrico con leggerezza e glamour”, ha commentato Maurizio Spagnulo, General Manager che in Leo Burnett coordina tutte le attività creative di Stellantis a livello EMEA. La regia è di Martin Werner, pluripremiato regista internazionale noto per aver diretto talenti del calibro di George Clooney, Benicio Del Toro e Christopher Walken. Il suo contributo nel gestire i tempi comici e il sense of humour raffinato e mai sopra le righe che lo contraddistingue sono stati fondamentali per dare valore a una storia semplice ma con un grande potenziale comedy. Le immagini dello spot sono accompagnate dal brano “Dolce Vita” scritto da Dino Verde, un inedito inciso nel 1959 per l’omonimo film di Fellini e mai pubblicato. La melodia è stata riscoperta da FIAT insieme alla casa discografica italiana CAM Sugar, nell’ambito di una collaborazione iniziata l’anno scorso con il maestro Nino Rota. Il planning strategico è curato da Starcom e ha coinvolto la tv e i canali digitali. La pianificazione televisiva punta a raggiungere un’audience femminile appassionata di moda e lifestyle, mentre con l’online video si intercettano gli utenti interessati ai temi dell’ambiente e della mobilità elettrica, ma anche al teatro, alla musica classica e all’home decor, aree affini al target di riferimento.   Credits Executive Creative Director: Francesco Martini Creative Director: Giuseppe Campisi Senior Art Director: Gaetano Cerrato Senior Copywriter: Mara Mincolelli Casa di produzione: Movie Magic Director: Martin Werner      

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy