ABBONATI

Fox Networks Group Italy: la raccolta da brand partnership cresce del 12%, ascolti a +2%

Autore: S Antonini


L’anno fiscale 2017-2018 si è chiuso con ricavi adv in linea con l’anno precedente; per la nuova stagione 130 titoli e tre prime visioni a settimana; arriva in Italia il Branded Content Studio del National Geographic

In un quadro di estrema frammentazione degli ascolti, e di sovraesposizione del pubblico a ogni tipo di contenuto, quest’ultimo deve essere in grado di catturare il massimo dell’attenzione possibile per stimolare il mercato pubblicitario. Sui contenuti forti, capaci di catturare e tenersi stretto lo spettatore, puntano le strategie editoriali di Fox Networks Group Italy presentate ieri insieme alla nuova offerta nel corso di un evento dedicato agli investitori, «Se “content is king”, l’attenzione è la regina - commenta Alessandro Militi -, e noi celebriamo il matrimonio tra questi due elementi», matrimonio che può funzionare solo se si tratta di «super contenuti». Così nella nuova stagione dei canali Fox, compreso il National Geographic, ci sono 130 nuovi titoli e una media di tre prime visioni a settimana. Intanto, lo scorso giugno il gruppo ha chiuso l’esercizio fiscale 2017-2018 con ricavi pubblicitari in linea con l’anno precedente, ma con un significativo incremento delle brand partnership, +12%, che ora rappresentano il 18% del fatturato. Merito del lavoro della unit dedicata Fox Factory: anche per questo motivo, Fox ha deciso di lanciare in Italia il National Geographic Branded Content Studio, un hub creativo e produttivo che mira a valorizzare il marchio attraverso progetti sponsorizzati di qualità. Il gruppo Fox, fresco di acquisizione da parte di Disney, conferma il rapporto esclusivo con Sky anche sul fronte pubblicitario attraverso la concessionaria Sky Media cui fa capo tutta la raccolta pubblicitaria, compresa quella digitale. Il probabile ingresso di Sky in Comcast al momento non cambia questi equilibri: «Siamo con Sky dal 2004. Li sceglieremmo comunque perché ci valorizza bene».

I risultati 2017-2018

Nel periodo luglio 2017 - giugno 2018 la Fox Networks Group Italy ha rappresentato il 17% degli ascolti della piattaforma Sky e il 36% dei grp vendibili da Sky Media. Gli ascolti generati dai cinque canali Fox, FoxLife, FoxCrime, National Geographic e Nat Geo Wild sono cresciuti del 2% sull’anno fiscale precedente nella combinazione ascolto live e in differita, con 150 milioni di download effettuati nei 12 mesi, in crescita del 35% sull’anno prima. I canali tv generano il 95% delle pianificazioni pubblicitarie e il 2% di share sul target 15-44, «che noi abbiamo chiamato Mixennials e che noi portiamo sul mercato. Si tratta dell’intersezione tra Millennials e Generazione X molto attenta e attiva sui social media, il 70% di loro è utente Facebook; un target pregiato e appetibile». Con i siti foxlife.it, foxsports.it e mondofox.it l’offerta digitale di Fox genera il 2/3% dei ricavi pubblicitari, in crescita del 21% sull’anno fiscale 2016-2017. Insieme generano 7 milioni di utenti unici al mese (dati Google Analytics), in crescita dell’83% sul 2017. I video visti ogni mese sono 8 milioni, circa 100 milioni di video views all’anno, con un incremento del 32%. In un anno di vita foxlife.it, lanciato nel luglio 2017, ha superato i due milioni di utenti unici. Sul fronte social e in particolare su Facebook si contano 6 milioni di interazioni mensili, con un tasso di coinvolgimento del 12% ossia tre volte la media del 3,9% stimata da We Are Social. Foxsports.it, che rimane la finestra del gruppo sul mondo dello sport e del calcio dopo la chiusura del canale chiuso lo scorso giugno, vanta oltre 8 milioni di pagine viste al mese, e una chatbox con più di 25mila iscritti.

Focus sui contenuti

La stagione di Fox si è aperta con il lancio della nuova serie “Romolo + Giuly”, già prodotto per il web che è sbarcato in tv, e che al debutto ha raggiunto 500mila spettatori e 1 milione di contatti. Si tratta della prima produzione originale locale dopo la serie culto “Boris” realizzata tra il 2008 e il 2010. Ora Militi annuncia che il gruppo sta studiando un nuovo titolo che dovrebbe essere rivolto al pubblico femminile. Nel frattempo proseguono le iniziative legate ai brand, di cui un esempio è la web serie “Anna. Quello che non sei” realizzata per Mercedes. Sempre con Mercedes sono in corso le trattative per una nuova iniziativa, sempre in ambito serie, mentre è stato siglato un accordo con BMW che si svilupperà nel corso di un anno e che dovrebbe riguardare il tema della sostenibilità. La piattaforma di Fox include anche gli eventi, con il Festival delle Scienze del National Geographic la cui terza edizione è stata fissata per l’aprile 2019 e il nuovo “Fox Circus”, che si terrà a Milano dal 30 novembre al 2 dicembre, una 52 ore di esperienze e première nel mondo delle serie di Fox.

Alessandro Militi
National Geographic brand strategico

Il National Geographic Channel ha chiuso l’anno fiscale con una crescita del 14% negli ascolti. Il marchio si sviluppa tra tv - National Geographic, Nat Geo Wild e il neonato servizio esclusivamente on demand National Geographic + con una selezione di 500 titoli che a breve saranno 800 -, i magazine National Geographic e Traveler realizzati con il gruppo GEDI, i libri realizzati con White Star, i viaggi delle Expeditions, le attività di licensing. «E’ un brand strategico perché lo proponiamo agli investitori come un luogo sicuro, che crea anche endorsement per le aziende. Ricordiamo che la National Geographic Society devolve il 27% dei profitti alla ricerca scientifica». Ora arriva in Italia il Branded Content Studio per la realizzazione di prodotti di alta qualità con l’impiego dei documentaristi della Society, come ad esempio il progetto “Break into” realizzato con Nike. National Geographic conferma anche gli inproduzione di contenuti di fiction o di docufiction.

La nuova stagione tv

Negli ultimi otto anni, la produzione di serie tv in USA è passata da 200 titoli a 487. Agli ultimi EMMY la Fox ha vinto 22 premi, e tra le nomination c’era anche Antonio Banderas per la sua interpretazione in “Genius: Picasso”. «Fox è e rimane la casa delle serie tv» commenta Militi che annuncia per la stagione 2018-2019 mille ore di prima visione, un centinaio di “returnig series” tra i canali Fox e National Geographic, e 30 totalmente nuove. Dopo “Romolo + Giuly. La guerra mondiale italiana” tra i nuovi importanti lanci di Fox c’è “Magnum P.I.”, il remake della mitica serie con Tom Selleck, al via il 16 ottobre. Altre novità sono “The passage”, vampire drama prodotto da Ridley Scott, “La guerra dei mondi”, “Single parents” e “The cool kids”. Confermati i classici “The Walking Dead”, “Deep State”, “Homeland”, “American Horror Story: Apocalypse”. Su FoxLife arriva “Butterfly”, la storia di un bambino che vuole cambiare sesso. Nel 2019 debutterà “Grand Hotel”, prodotto da Eva Longoria. Per quanto riguarda le produzioni originali, dal 17 ottobre torna “Il contadino cerca moglie” con Diletta Leotta alla conduzione. Su FoxCrime arrivano “Harrow”, in ottobre, “A very english scandal” con Hugh Grant diretto da Stephen Frears dal 23 novembre, e “Proven innocent” il prossimo anno. Tra i ritorni “The Blacklist” e “Criminal Minds”. Sul National Geographic a novembre torna la serie “Marte” prodotta da Ron Howard e Brian Grazer. Sempre a novembre arriva “Nord Corea: la dinastia dei Kim” raccontata attraverso documenti d’archivio e testimonianze esclusivi. Il prossimo anno sarà la volta di “Free solo” dedicato al free climber Alex Honnold; “Cosmos”; e “Science Fair” la storia di nove teenager arrivati da tutto il mondo per partecipare all’International Science and Engineering Fair.


img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 31/01/2023


Cassa Depositi e Prestiti ufficializza l’aggiudicazione a Zenith dell’incarico da 2,4 milioni di euro per il media in 24 mesi

Cassa Depositi e Prestiti ha ufficializzato l’aggiudicazione a Zenith del bando per servizi di pianificazione, acquisto e monitoraggio di spazi pubblicitari per il Gruppo CDP stesso, del valore totale stimato, IVA esclusa, di 2.450.000 euro in 24 mesi senza opzioni di rinnovo, così ripartiti: 80.000 quale importo relativo alla fee di gestione dei servizi, soggetto a ribasso; e 2.370.000 quale plafond a disposizione di CDP, non soggetto a ribasso, per l’acquisto di spazi media, inclusi i costi tecnici e di tracciamento delle campagne su canali digitali (che non potranno superare il 2,5% del relativo budget media). Come già  anticipato da DailyMedia, l’agenzia di cui è CEO Andrea di Fonzo, che fa parte di Publicis Groupe, ha quindi definitivamente superato le altre due centrali rimaste in gara, Digital Angels e Mindshare, che deteneva in precedenza l’incarico. Digitouch Marketing, l’altro centro media coinvolto nella gara, era già stato escluso. La comunicazione CDP intende realizzare una serie di iniziative di comunicazione basate su una strategia di posizionamento coerente con la mission istituzionale e con gli obiettivi del Piano. Le iniziative saranno finalizzate a: promuovere la conoscenza di attività e soluzioni di CDP dedicate a infrastrutture e pubblica amministrazione, imprese, cooperazione internazionale e finanza per lo sviluppo; strumenti finanziari di risparmio e investimento (es. emissioni obbligazionarie); stimolare l’interesse e favorire l’engagement dei diversi target, per generare traffico qualificato al sito web, alle pagine dedicate agli eventi e alle altre properties digitali del Gruppo, con l’obiettivo di approfondire le attività e soluzioni dedicate agli stakeholder e agevolare il contatto con gli specialisti delle diverse aree di business. Per le campagne pubblicitarie si prediligerà l’uso di canali di comunicazione digitali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: testate digitali (siti o portali web di quotidiani/periodici stampati), piattaforme digital (es. search engine advertising - SEA, circuiti native display), social media e canali affini; canali di comunicazione tradizionali (es. stampa, tv, radio, OOH) e unconventional potranno essere considerati per la diffusione di specifiche iniziative di volta in volta individuate.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 30/01/2023


Lavazza, VMLY&R e un pool di agenzie partner per il nuovo progetto di Qualità Rossa: L’Italia che vorrei

Equa, libera, giusta, è questa l’Italia che Qualità Rossa celebra nel nuovo progetto ideato da VMLY&R e Blue Joint Film, una collaborazione ormai alla seconda puntata dopo il progetto, sempre per Qualità Rossa “Tutta l’Italia in un caffè”, del 2020. Tre artisti Marracash, Elodie e Levante che incarnano valori e speranze di questa Italia tanto cara a un brand come Lavazza Qualità Rossa, raccontano in un video manifesto, con interviste esclusive e in un piano di comunicazione molto articolato i valori fondanti de L’Italia che vorrei. I valori – equità, giustizia e libertà - trovano inoltre concretezza nel supporto al progetto CivicoZero di Save the Children. Il progetto prevede un’edizione limitata del pack di Qualità Rossa, un concorso e un’operazione di comunicazione partita il 26 gennaio. Ha dato avvio al progetto un evento dedicato alla stampa e all’online di una piattaforma interattiva ricca di contenuti esclusivi che prevede anche un concorso on pack dedicato all’operazione e permette di vincere due biglietti per uno dei tre concerti esclusivi dei talent, concerti che a luglio 2023 concluderanno l’attività. L’Italia che vorrei infatti ha una pianificazione media a cura di Wavemaker lunga quasi 8 mesi che interseca attività social continuative curate da VMLY&R e We Are Social, un on air tv nella settimana di Sanremo, progetti speciali per Fantasanremo ideati e prodotti da Stardust, una visibilità PR a cura di BCW e molte altre attività nel corso dei mesi. Marracash, Levante ed Elodie Lavazza Qualità Rossa, la miscela che da oltre 50 anni è protagonista di quel momento quotidiano di piacere che scandisce la vita degli italiani e simbolo di una storia di eccellenza che prosegue e si proietta nel futuro, sceglie tre artisti che parlano al cuore dei giovani, incarnando desideri, ambizioni e passioni di tutti gli italiani, per mostrare i valori di un’Italia in continua evoluzione. Marracash, Levante ed Elodie sono chiamati a immaginare L’Italia che vorrei, un racconto condiviso di un’Italia equa, giusta e libera in cui far vivere le generazioni future. In un emozionale video manifesto i tre talent esprimono la loro visione, cominciando dalla quotidianità dei piccoli gesti. Equa è l’Italia che vorrebbe Marracash, senza discriminazioni, dove tutti possono ambire ad avere la stessa serenità e realiz- zarsi nella propria vita. La bellezza della giustizia è al centro del racconto di Levante perché solo in un’Italia giusta esistono persone felici. Libertà invece è il valore scelto da Elodie per un Paese che non giudica, ma sostiene i sogni e le aspettative di tutti, apprezzando la ricchezza custodita nelle differenze. Il commento “L’Italia che vorrei è la narrazione contemporanea di un Paese che sta crescendo, evolve e si apre a piccoli gesti che portano con sé importanti valori sociali. Una storia di cui si fa portavoce Qualità Rossa, il nostro prodotto più iconico e protagonista di molte storiche campagne di comunicazione che hanno contribuito a renderlo il caffè più amato dagli italiani.” - commenta Carlo Colpo, Marketing Communication Director and Brand Home Director del Gruppo Lavazza -. Abbiamo scelto tre artisti che sono oggi un punto di riferimento per le nuove generazioni e non solo. Con il loro linguaggio e la loro capacità di veicolare, attraverso la musica, messaggi di grande impatto, danno voce a tutti gli italiani che condividono con noi i valori di libertà, equità e giustizia.” Dialogo con il consumatore I tre talent, interpreti de L’Italia che vorrei, firmano l’edizione limitata dell’iconica miscela, ribadendo i messaggi di cui si fanno portavoce insieme al brand. Il prodotto, nella sua edizione limitata - disponibile per il consumo domestico in caffè macinato, grani e nelle capsule espresso Lavazza A Modo Mio – si apre attraverso la piattaforma dedicata ad un dialogo diretto con il consumatore, dando la possibilità grazie a un concorso di assistere live o in streaming alle esibizioni di Marracash, Levante ed Elodie, tre appuntamenti previsti per l’estate 2023 in tre città italiane e dedicati esclusivamente ai fan di Qualità Rossa. È prevista una piattaforma virtuale di consumer experience che da un lato attiva i giovani con missioni legate alla conoscenza del caffè e del progetto con i talent, permettendo di partecipare allo streaming dei concerti, dall’altro racconta l’attività sul punto vendita coinvolgendo più generazioni a partecipare ad un concorso che mette in palio tre concerti “live” dei talent più prodotto Lavazza. Inoltre, Lavazza, in qualità di partner di Fantasanremo, ha creato per l’occasione la lega “Lavazza Qualità Rossa” per essere protagonisti della kermesse sanremese. Credits  Executive Creative Directors: Cristian Comand /Rafael Genu Sr creatives: Lorenzo Croci/ Riccardo Baita Creatives: Aurora De Marchi, Camilla Ceriotti Client Lead: Veronica Pagani CDP: Enourmous Regia: Meeto

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy