ABBONATI

Alma Media presenta Pop Economy, la prima piattaforma multimediale 100% video per i Millennials: contenuti e format velocissimi anche per la pubblicità

Autore: V Parazzoli


Pop Economy edito dal Gruppo di cui è a.d. Andrea Baracco e diretto da Francesco Specchia è visibile sul canale 224, tramite iptv e online. I programmi durano al massimo 4’, già 20 gli inserzionisti; la raccolta è interna. Ideal ha firmato l’identity

Dopo averla “rodata” per una decina di giorni, Alma Media ha presentato ieri sera ufficialmente Pop Economy, la prima piattaforma multimediale (tv, online e iptv) 100% video, ottimizzata per ogni modalità di fruizione digitale, che racconta il mondo dell’economia, del lavoro e del futuro, come fosse un luna park. Come già anticipato dal nostro giornale, Pop Economy (sul DTT al canale 224), tramite un linguaggio web, tratta tutti gli aspetti economici della vita: food, sport, viaggi, fisco, auto, tecnologia, arte, finanza, green economy, cinema e musica. «L’informazione economica italiana è da sempre rappresentata da media molto istituzionali, caratterizzati da un linguaggio “lento” per il web e “paludato” per la televisione e, soprattutto, rivolto a un pubblico molto ristretto – spiega a DailyMedia l’a.d. del Gruppo, Andrea Baracco -. Pop Economy è invece concepito come una sorta di “MTV dell’economia”: serio ma anticonformista, informato ma divertente, credibile ma graffiante, popolare ma non banale». Pop Economy nasce dalla volontà di rivolgersi a un pubblico più ampio, partendo dalla considerazione che in Italia i Millennials sono circa 11 milioni (fonte: Nielsen Insight). L’idea alla base di Pop Economy è quella di invertire il rapporto tv-web. Se, fino a oggi, era la tv a entrare nel web, con Pop Economy è quest’ultimo che entra nello schermo televisivo, con un linguaggio contemporaneo, semplice e immediato, grazie anche all’uso di grafiche accattivanti e d’impatto.

Linguaggio digitale

Per questo, l’editing di tutti i contenuti viene realizzato in tre formati, a seconda del tipo di fruizione: televisivo, desktop e mobile, caratterizzato dalla presenza di sottotitoli che ottimizzano l’esperienza anche ad audio spento. La fruizione di Pop Economy rispetta le regole del web, in primis la velocità. La piattaforma, infatti, è basata su un palinsesto, suddiviso in rubriche che affrontano, a giro (la programmazione si ripete ogni tre ore), tutti i diversi aspetti dell’economia, con pillole video che hanno una durata che va da due a quattro minuti. L’obiettivo è quello di offrire una panoramica completa di questo complesso ecosistema dando, più spesso possibile, la parola ai suoi protagonisti. Pop Economy è un canale ideato per i giovani e realizzato da Millennials: un team di trenta persone tra giornalisti e collaboratori, con età media di 30 anni, che annulla la distanza siderale che c’è sempre stata tra il mondo reale e quello dell’economia e della finanza. In più, l’originalità di Pop Economy non si manifesta solo nella forma e nei contenuti, ma anche nel nuovo sistema di valori che veicola, che è “beyond the money” e che, accanto al benessere, persegue la sostenibilità e le responsabilità sociali, i veri nuovi valori delle generazioni future.

La pubblicità

«Sono orgoglioso di presentare Pop Economy come il primo progetto della nuova proprietà di Alma Media, che sta dimostrando di voler offrire al pubblico dei prodotti assolutamente nuovi per format e contenuti. In più – ha continuato l’A.D. – Pop Economy rappresenta un’area di business development da cui sono attesi interessanti risultati economici. Del resto, oggi, per parlare – e generare - economia le infrastrutture ideologiche precedentemente vigenti sono ormai obsolete, è necessario entrare in una nuova dimensione 4.0 del lavoro, delle opportunità e, dunque, dell’economia stessa». Anche la pubblicità, curata internamente, ha un’impaginazione “disruptive” ma nel senso che non interrompe il flusso dei contenuti perché viene proposta con un break di 30” alla fine di una pillola cui ne segue subito un altro prima di quella successiva. Una formula che evidentemente piace agli inserzionisti, visto che già in partenza ci sono una ventina di campagne di aziende e brand come L’Oréal, Vigorsol, UniCredit, Ford, Glovo, Ferrero e Nespresso. Gli obiettivi di raccolta sono connessi a quelli di audience, che sono di 6\10.000 AMR.

La brand identity

“Questa nuova piattaforma è fondamentale per dare una scossa al nostro Paese – aggiunge il direttore Francesco Specchia - perché dimostra che i cosiddetti bamboccioni hanno smesso di dormire per rimboccarsi le maniche ed entrare nel mondo del lavoro dall’ingresso principale. Infatti, Pop Economy non solo racconta il mondo dell’economia ai giovani ma racconta quello dei Millennials. I veri protagonisti sono ragazzi che, a partire da idee tanto semplici quanto geniali, hanno trasformato piccole start-up di provincia in realtà internazionali e non solo, anche giovani che hanno intrapreso la carriera politica per dare, in modo serio e concreto, una svolta all’andamento dell’economia italiana”. A firmare il logo e la brand identity del neonato canale tematico in onda anche su www.popeconomy.tv e caratterizzato dal claim “Il Luna Park dell’Economia” e da programmi – quasi tutti originali - dai titoli anch’essi pop come “Fisco Inferno”, “uTrend” e “Paraguru” (ma è previsto successivamente anche un “Tg Pop” sempre, rigorosamente, brevissimo), è Ideal che, per conto sempre di Alma Media, segue anche la comunicazione del canale digitale Alice e della nuova rivista La Gola In Viaggio. Per l’agenzia hanno lavorato la Managing Director Giorgia Tosato, il Creative Director Mattia Garofalo, il Client Director Riccardo Giacobini, i creativi  Michele Jean Comuzzi e Lorenzo Banal, con Nicola Pasianot, Valentina Viecca e Sara Pistidda per il digital; Account: Barbara Turcati.


img
incarichi e gare

Autore: V Parazzoli - 20/02/2024


Starcom vince l’appalto da 68 milioni in 54 mesi di Apt Servizi per il media delle campagne della Regione Emilia-Romagna

Dopo aver “riscontrato che le giustificazioni presentate da Starcom risultano essere esaustive e idonee al fine di considerare congrua e sostenibile l’offerta economica presentata” e verificate quindi in modo positivo le ipotesi di eventuali anomalie in merito, il RUP di Apt Servizi, società in house della Regione Emilia-Romagna, ha aggiudicato definitivamente alla centrale di Publicis Groupe di cui è CEO Matteo Tarolli il bando per l’affidamento dei servizi di pianificazione, acquisto, gestione e monitoraggio di spazi e tempi pubblicitari su mezzi offline e online mediante sottoscrizione di un Accordo Quadro con un unico operatore economico, del valore totale stimato, IVA esclusa, di 45.000.000 in tre anni, con opzione di altri 15 per altri 12 mesi e di 8 per ulteriori 6 mesi, per un totale di 68. L’importo è costituito dalla fee d’agenzia sommata al costo degli spazi e dei tempi pubblicitari per la realizzazione delle campagne advertising; la fee d’agenzia posta a base di gara era pari al 10% del budget destinato all’acquisto degli spazi e dei tempi pubblicitari. Il suddetto importo, determinato sulla base di ipotesi di fabbisogno ed avente valore meramente presuntivo, costituisce il plafond massimo spendibile, indicativamente destinato per il 40% per acquisti media per campagne advertising in Italia e per il 60% all’estero. Starcom ha ottenuto un punteggio totale di 88,43 punti (68,75 il punteggio tecnico + 19,68 punti dall’offerta economica), superando l’unica altra gareggiante, che è stata PHD, che ha ottenuto 87,50 punti (67,50 + 20,00). Risorse Le risorse complessivamente a disposizione di Apt Servizi sono invece di 81.600.000 euro, e serviranno anche ad esempio per attività di comunicazione B2B e / o B2C in co-marketing con organizzazioni potenzialmente moltiplicatrici o facilitatrici di turismo in Emilia-Romagna, quali tour operator e bus operator, vettori aerei, operatori di collegamenti ferroviari, quartieri e rassegne fieristici, organizzatori di manifestazioni dall’alto potenziale turistico, organizzatori di eventi sportivi, ecc. e la produzione dei materiali (video, audio, creatività online e offline e relativi adattamenti). L’offerta L’offerta turistica dell’Emilia-Romagna è completa, diversificata, adatta per una pluralità di target differenziati per fasce di età, livello sociale ed economico, stili di vita, esperienza ricercata, interessi, motivazioni di viaggio; combina una varietà di paesaggi, ambienti e contesti geografici di vacanza: mare, pianura, collina, montagna, città, borghi, terme; è un concentrato degli asset più competitivi del brand Italia - made in Italy, stile e qualità di vita, bellezze, enogastronomia - e ha una brand equity ben definita che poggia su un patrimonio tangibile e intangibile, valori unici e distintivi della marca territoriale Regione Emilia-Romagna; spazia dal turismo di lusso al turismo di massa fino al turismo sociale. I target dell’azione di marketing B2C di Apt Servizi sono quelli del turismo balneare, culturale, sportivo, attivo, crocieristico, montano (estivo e invernale), termale e del benessere, turismo verde, lento, sostenibile, creativo ed esperienziale, MICE (turismo d’affari e congressuale), enogastronomico, shopping, lusso e affordable luxury. Il precedente Il precedente, analogo, appalto, era stato aggiudicato nel giugno del 2021 a Carat che, invece, questa volta, ha deciso di non partecipare al pitch. In quell’occasione, la centrale di dentsu era stata confermata al termine di una gara cui avevano partecipato anche Havas Media, Saint Elmo’s Tourism Marketing (legata a Serviceplan Group in Germania) e le stesse Starcom e PHD.        

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 13/02/2024


Jakala firma la nuova campagna di Edenred Italia con protagonista Valerio Lundini, on air su radio, tv e social media

Edenred Italia, leader nelle soluzioni per il mondo del lavoro, presenta la nuova campagna pubblicitaria dedicata al suo iconico Ticket Restaurant. Ideata, realizzata e pianificata per il secondo anno da JAKALA, azienda specializzata nel traghettare le aziende verso la trasformazione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, con soluzioni complete per il mondo advertising, la campagna vede la realizzazione di un nuovo spot con la partecipazione speciale del comico e conduttore italiano Valerio Lundini. Hai un’azienda o una partita Iva? Gioca di fantasia. Quale potrebbe essere il tuo sogno più ambizioso e inimmaginabile? Uno strumento che sia smart e vantaggioso perla pausa pranzo, la spesa e il food delivery, che possa aiutarti ad ottenere vantaggi fiscali. Non serve il Genio della lampada per esaudire questo desiderio: esiste già, è Ticket Restaurant! Nel nuovo spot Valerio Lundini interpreta contemporaneamente se stesso e uno stanchissimo Genio della Lampada: ormai ha già esaudito due dei tre famigerati desideri, ma per il terzo proprio non si riesce a venirne a capo. E quando pensa di aver trovato qualcosa che proprio gli servirebbe...Esiste già. È la Soluzione Geniale per la Deduzione Fiscale. Anche questa volta si rinnova la partnership con Courage alla produzione e Riccardo Digiacomo alla regia, con il suo sguardo immaginifico e ironico. La campagna si articola in diversi flight nel corso di tutto il 2024. La pianificazione tv prevede la messa in onda dello spot sulle principali emittenti nazionali (Mediaset, Rai, Sky, La7) ed è affiancata da una pianificazione radio su stazioni e programmi molto legati al target B2B (Radio24, Radio Rai, Radio Capital, Radio Deejay, RMC, RDS). In concomitanza con i flight tv e radio è prevista presenza della campagna anche sul digital con formati display e video sui principali network e publisher e su mondo Meta, TikTok, YouTube e DAZN.  Il commento “Per il secondo anno Valerio Lundini è il protagonista dello spot di Edenred Italia», ha dichiarato Giorgio Sacconi, Digital & Media Managing Director di JAKALA. «Con la sua partecipazione prosegue e si potenzia il percorso intrapreso con la campagna precedente di associazione con il brand e di riconoscibilità del marchio per un pubblico trasversale e sempre più ampio. Quest’anno Valerio non si è limitato al contributo già prezioso di interpretazione e arricchimento dello script, ma ha lavorato in prima persona all’idea creativa insieme al nostro team creativo”. Credits Creative Director: Marta Bacigalupo  Head of Creatives: Gabriele Salamone Copywriter: Angelo Curci Art Director: Giacomo Conti  CdP: Courage Regia: Riccardo Digiacomo Direttore della fotografia: Timon Le Graaf Boelè Fotografo: Dario Bologna

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy