ABBONATI

Intesa Sanpaolo per la prima volta al Los Angeles Italia Film Festival

Autore: Redazione


La manifestazione realizzata con Mibact, Anica e Ice è stata inaugurata ieri. L’istituto di credito ribadisce il suo impegno nell’audiovisivo: ha sostenuto il settore investendo oltre un miliardo di euro in dieci anni

Intesa Sanpaolo partecipa per la prima volta a Los Angeles Italia Film Festival 2018, la manifestazione realizzata con Mibact, Anica e Ice, che è stata inaugurata ieri nella metropoli californiana. Numerosi i film in proiezione la cui realizzazione ha beneficiato del supporto di Intesa Sanpaolo: “Hotel Gagarin” e “The Place”, prodotti da Lotus Production; “The Start Up” e “Brutti e Cattivi”, del produttore Casanova Multimedia; “Sono tornato”, di Indiana Production; “Terapia di coppia per amanti”, produttore Cinemaundici; “Il premio”, produtto da Italian International Film; “Sirene”, serie tv del produttore Cross Production. La manifestazione si concluderà venerdì 2 marzo con la proiezione speciale del film “All the money of the world”, del genio Ridley Scott, realizzato da Sony, cui Intesa Sanpaolo ha offerto i servizi finanziari per la fase di realizzazione in Italia. Un miliardo di euro in dieci anni, un prezioso supporto assicurato a trecento opere Supportando questa iniziativa in qualità di sponsor, il Gruppo Intesa Sanpaolo conferma la propria attenzione nei confronti dell’industria cinematografica, al cui sviluppo ha contribuito erogando finanziamenti pari a circa un miliardo di euro in dieci anni e determinando la ripresa di un settore che ha manifestato una ritrovata vitalità per competere sul mercato internazionale. A oggi, infatti, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha supportato più di 60 operatori, sostenendo la produzione di più di 300 opere audiovisive (oltre 150 opere cinematografiche, 150 fiction televisive, oltre 30 spot pubblicitari), come “The Young Pope”, “Gomorra”, “Romanzo Criminale”, “I Medici 2”, “Leisure Seeker”, “La Pazza Gioia”, “Capitale Umano”, oltre alla distribuzione sul mercato italiano di oltre 200 titoli esteri, tra cui numerosi blockbuster. Sostegno diretto Con lo stesso spirito e impegno verso le arti e lo spettacolo, Intesa Sanpaolo è intervenuta come associato in diverse iniziative cinematografiche, sostenendo direttamente la produzione dei film “This Must Be The Place” di Paolo Sorrentino (presentato al Festival di Cannes del 2011), “Il villaggio di cartone” di Ermanno Olmi (presentato al Festival di Venezia, sempre nel 2011), “Il Paese delle spose infelici” di Pippo Mezzapesa, “Reality” di Matteo Garrone (vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes nel 2012), “Immaturi - Il viaggio” di Paolo Genovese, “Io e te”, film diretto da Bernardo Bertolucci e fuori concorso al Festival di Cannes del 2012, “Magnifica presenza” di Ferzan Ozpetek e “Baby Blues” di Alina Marazzi. Media & Entertainment Il supporto di Intesa Sanpaolo al mondo dello spettacolo è stato possibile anche grazie alla creazione all’interno della controllata Mediocredito Italiano, del Desk Media & Entertainment, la struttura specialistica dedicata al settore audiovisivo (cinema, serie tv, spot pubblicitari), culturale (musica, teatri, arte) e dell’intrattenimento in generale (concerti, grandi eventi) che sostiene i produttori e distributori indipendenti, editori di contenuti televisivi e operatori della filiera dell’industria nell’individuazione delle più corrette strategie di sviluppo del business, proponendo prodotti e soluzioni creditizie mirate e affiancando alla consueta valutazione creditizia una specifica e approfondita analisi degli aspetti finanziari, contrattuali, operativi e normativi.

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 01/03/2024


Sky apre una gara media europea: in Italia il budget da 70 milioni di euro è gestito da Wavemaker per l’offline e l’online

Il Gruppo Sky ha indetto un pitch per il suo account media europeo, attualmente gestito da EssenceMediacom. I mercati in esame comprendono Regno Unito, Irlanda, Italia e la regione DACH (Germania, Austria e Svizzera). The Aperto Partnership starebbe gestendo la revisione, ma ha rifiutato di commentare quando è stata contattata da Campaign, che ha pubblicato ieri la notizia. Si ritiene che Sky abbia incontrato i principali gruppi di holding. Nel 2022 la spesa europea per i media era stimata in circa 470 milioni di sterline all’anno. L’ultima revisione dell’account media di Sky ha avuto luogo nel 2017, la prima in 13 anni, quando EssenceMediacom, allora MediaCom, ha mantenuto l’account in una gara a tre contro Zenith di Publicis Groupe e Carat di Dentsu. L’agenzia gestiva già il Regno Unito, l’Irlanda, la Spagna e l’Austria, ma in seguito alla revisione ha rilevato la search del Regno Unito da iProspect e ha assunto la responsabilità esclusiva del mercato tedesco, che prima condivideva con Mindshare. La revisione non ha incluso l’Italia, dove Sky investe 70 milioni di euro, gestiti attualmente da Wavemaker sia per l’offline che per l’online. Nel 2022, MediaCom ha ampliato le sue competenze e ha rilevato il pay-per-click, il programmatic e l’ottimizzazione dei motori di ricerca da Merkle di Dentsu. Anche Wavemaker, agenzia di GroupM, ha ampliato le sue competenze in Italia includendo i media digitali. Questa revisione rappresenta una sfida per EssenceMediacom, che per la prima volta difende uno dei suoi account più importanti dopo la fusione tra Essence e MediaCom. Alla fine del 2022, l’agenzia ha mantenuto un altro dei suoi maggiori clienti, Tesco, con la sua proposta di fusione. Un portavoce di Sky ha dichiarato: “Nei prossimi mesi Sky indirà una gara per i servizi di media planning e buying in tutto il Gruppo Sky. L’ultima gara per questi servizi è stata indetta da Sky nel 2017”. Secondo fonti industriali, Sky ha speso circa 250 milioni di sterline per l’acquisto di media nel Regno Unito nel 2022 e 183 milioni di sterline nei primi nove mesi del 2023. EssenceMediacom non ha voluto commentare.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy