ABBONATI

Facebook Italia ha inaugurato lo spazio Binario F, focus sulla formazione

Autore: Redazione


L’obiettivo è formare almeno 97.000 persone entro la fine del 2019, attraverso tre programmi differenti ospitati nelle location, corsi online e iniziative realizzate su tutto il territorio nazionale

Facebook Italia ha inaugurato ieri Binario F, lo spazio fisico dedicato allo sviluppo delle competenze digitali di persone, imprese, associazioni e istituzioni, ospitato presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs alla Stazione Termini di Roma. L’obiettivo, spiega un comunicato, è formare, entro la fine del 2019, almeno 97.000 persone, attraverso programmi ospitati nello spazio, corsi online e iniziative realizzate su tutto il territorio nazionale. Tutte le attività di formazione saranno totalmente gratuite e aperte a tutti coloro che hanno l’esigenza di sviluppare le proprie competenze digitali. L’iniziativa è parte del costante impegno di Facebook per lo sviluppo e la diffusione delle competenze digitali, requisiti fondamentali per la crescita sociale ed economica. A gennaio l’azienda ha, infatti, annunciato l’impegno ad aprire tre nuovi centri fisici di formazione in Spagna, Polonia e Italia e di voler arrivare a formare, entro il 2020, 1 milione di persone e imprenditori in tutta l’UE. Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti, per Facebook Italia, Luca Colombo, Country Director, e Laura Bononcini, Head of Public Policy e, in rappresentanza del mondo Istituzionale, Virginia Raggi, Sindaco di Roma, Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio e Gian Marco Centinaio, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo. Lo sviluppo delle competenze “Facebook è da tempo impegnata, a livello internazionale e italiano, ad aiutare persone e imprese nello sviluppo delle competenze digitali, requisito imprescindibile per la crescita economica e il progresso sociale delle comunità in cui viviamo”, ha commentato Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia. “Nel nostro Paese, nonostante il mercato digitale mostri segnali di crescita, c’è ancora molto da fare nell’ottica del miglioramento della formazione delle risorse. Il 70% delle PMI in Italia pensa infatti che, in fase di assunzione, le competenze digitali siano più importanti della scuola frequentata e si stima che, solo nel nostro Paese, siano 280.000 le posizioni specializzate che da qui a cinque anni rimarranno scoperte. Siamo convinti che un progetto come Binario F, che con le sue attività di formazione, dirette e dei partner, offre un’opportunità aggiuntiva di apprendimento permanente, possa aiutare concretamente a risolvere questo problema”. L’apprezzamento istituzionale Un progetto che è stato largamente apprezzato dalle istituzioni, tra cui Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana che ha dichiarato: “L’investimento in Italia da parte di grandi gruppi internazionali è sempre un ottimo segnale per l’attrattività del nostro sistema. L’iniziativa è tanto più rilevante perché si concentra su un tema, quello della trasformazione digitale e della formazione sulle competenze tecnologiche, che rappresenta una priorità del governo e una sfida per la nostra economia”. Binario F Con una superficie, che nel 2019 arriverà a coprire 900 mq, Binario F è composto da diversi spazi e permette di organizzare le attività più disparate. Oltre a diverse sale training, sarà presente un Live Studio con tutte le attrezzature necessarie per fare dirette Facebook o Instagram, postazioni di lavoro, aree relax dedicate al networking e al confronto di idee, due aree cucina e un chiostro per ospitare attività all’aperto. “Binario F, in continuità con il valore cardine di Facebook, Be Open, sarà uno spazio aperto alla comunità in cui chiunque potrà accedere gratuitamente alla formazione e addirittura proporre dei propri programmi da svolgere nel centro. Un luogo di inclusione e innovazione in cui le comunità, le imprese, le istituzioni, gli accademici e i cittadini possano scambiarsi idee, collaborare, instaurare un dialogo e imparare gli uni dagli altri”, ha aggiunto Laura Bononcini, Head of Public Policy, Facebook Italia. “Grazie al progetto Binario F e alla collaborazione con i numerosi partner che ci aiuteranno nella formazione vogliamo dimostrare in modo concreto il nostro impegno in Italia, per contribuire in modo attivo a colmare il gap di competenze che penalizza la crescita del nostro Paese”. Tre tipologie di programmi Tre saranno le tipologie di programmi di formazione che si avvicenderanno all’interno degli spazi di Binario F: 1. Iniziative organizzate direttamente da Facebook, coinvolgendo esperti provenienti direttamente dall’azienda e dalla famiglia di applicazioni come WhatsApp, Instagram e Oculus; 2. Iniziative organizzate in collaborazione con partner specializzati in diverse aree di formazione; 3. Iniziative organizzate direttamente dalla comunità.

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 26/02/2024


Libera Brand Building vince la gara per il supporto alle attività di rebranding di CNP Vita Assicura

Libera Brand Building, la società specializzata in branding e advertising, si è aggiudicata la consultazione per il supporto nel lancio del brand CNP Vita Assicura sul mercato italiano. CNP Vita Assicura è la compagnia assicurativa specializzata nel Ramo Vita controllata da CNP Assurances, prestigioso Gruppo assicurativo francese con più di 170 anni di storia e oltre 46 milioni di clienti nel mondo. Nata dalla fusione di CNP Vita Assicurazione e CNP Vita Assicura, la Compagnia ha l’obiettivo di rilanciare sul mercato italiano il marchio CNP con una strategia di comunicazione capace di rispecchiare il modello di business multipartner B2B2C con cui opera. “La necessità di dare nuova forma al posizionamento di CNP Vita Assicura è la base di partenza ideale per questo avvio di collaborazione – afferma Roberto Botto, CEO & Founder del Gruppo Libera Brand Building –. Una partnership caratterizzata da tre obiettivi principali: individuare un posizionamento affine al ruolo del brand, entrare in sintonia con il core target di comunicazione e con il target di mercato, arricchire lo storytelling del brand sotto il profilo verbale e visivo”. Un processo di co-creazione Il progetto è stato realizzato da Libera Brand Building, l’azienda del Gruppo specializzata in branding e advertising, partendo da un’analisi profonda delle specificità del business italiano e del ruolo sostenuto dal brand sul mercato locale, al fine di individuare un territorio coerente e uno stile di comunicazione in grado di valorizzare le soluzioni di CNP Vita Assicura e la relazione con il cliente. Per raggiungere questi obiettivi è stata condotta un’importante fase di ricerca, per un ascolto attento delle esigenze interne e dei target di riferimento.“Per il posizionamento del brand abbiamo condotto un processo di co-creazione che ci ha permesso di definire il posizionamento a partire dalle istanze dei diversi stakeholder – afferma Pamela Pelatelli, Head of Strategy di Libera Brand Building Group –. Un coinvolgimento che ha lo scopo di far emergere punti di vista diversi capaci di convergere all’interno di un territorio unico e condiviso, realmente differenziante sul mercato. Un percorso di audit&assessment che include interviste one to one e focus online, che si riveleranno risorse preziose per individuare la value proposition e identificare il concept di comunicazione.” La campagna di lancio Il lancio del nuovo brand è avvenuto a gennaio 2024 con il supporto di una campagna di comunicazione a copertura dei primi due mesi dell’anno. L’amplificazione dei contenuti sarà garantita dall’approccio multicanale offline ed online sviluppato attraverso carta stampata e digital, radio, mobile display per contesto editoriale e app usage. Il messaggio creativo verrà declinato sui principali canali di informazione economica (Sole 24 Ore, MF, Repubblica, Affari e Finanza, Corriere Economia, Radio 24) con l’obiettivo di presidiare verticalmente i canali dedicati al mondo assicurativo e finanziario, e contemporaneamente di allargare lo sguardo verso un pubblico più ampio. Il media planning è gestito dal team media di Libera Brand Building Group  

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 23/02/2024


ENPA insieme a TBWA\Italia per la nuova campagna multisoggetto prodotta dalla cdp Doc Artist

È online la campagna Imperfetti cercasi, realizzata da TBWA\Italia per ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), un progetto che vuole invitare le persone ad adottare animali abbandonati. Una gattina tra i gomitoli, un cane seduto a tavola, un coniglio che saltella tra le scatole: protagonisti indiscussi della campagna sono proprio gli animali da compagnia che amano in modo incondizionato noi e le nostre imperfezioni. Così, nei 5 soggetti e nel video di lancio, Onda, felice che il padrone sia pigro a sparecchiare, può gettarsi indisturbata sugli avanzi; Sweety gioca con i gomitoli lasciati in giro dal padrone “vecchio dentro” appassionato di cucito; Max salta fra le scatole di vestiti nuovi che il padrone “fashion victim” ordina in continuazione...  La campagna, che inaugura la collaborazione tra TBWA\Italia ed ENPA è pianificata su stampa, digital, social e radio. Un invito agli “imperfetti” di tutta Italia: adottate con ENPA e avrete al vostro fianco qualcuno che saprà apprezzarvi senza se e senza ma. Hanno lavorato al progetto Alessandro Monti (copywriter) e Yara Saad (art director) con la direzione creativa di Vittoria Apicella e Frank Guarini. Chief Creative Officer: Mirco Pagano. La produzione è di Doc Artist, con regia e fotografie di Gabriele Inzaghi.  Post produzione audio di SuoniLab. Hanno prestato le proprie voci al progetto Flavia Altomonte, Luca Appetiti, Stefano Mondini e Valentina Tomada. I protagonisti dello spot sono: Calma, Ofelia, Onda, Loulou, Max, Shy e Sweety.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy