ABBONATI

In partenza la Milano Digital Week: oltre 400 appuntamenti

Autore: D Sechi


Quattro giorni a porte aperte, per tutti i cittadini, fra dibattiti, mostre, curiosità, seminari, performance, spettacoli, workshop, corsi di formazione e laboratori per scoprire i volti più inaspettati di una città votata al digitale

Stai attento, magari guardati anche le spalle, perché Milano fa un po’ paura, c’è la nebbia, fa freddo e la gente, eh la gente… I mitologici luoghi comuni, tra i più gettonati, almeno fino a qualche tempo, c’era quello che riguardava il capoluogo lombardo, dipinto come una sorta di spartiacque tra la vita è bella e l’insostenibile pesantezza dell’essere. Ma oggi è tutto diverso. A sancirlo, non che ce ne fosse bisogno, vista la progressione dell’ultimo decennio, la prima Milano Digital Week, presentata ieri a Milano con tutti i crismi a Palazzo Marino.

Una Milano connessa

Un’intera città connessa attraverso il digitale, con oltre 400 appuntamenti diffusi e rivolti a tutti i cittadini: è questo lo spirito con cui prenderà avvio, dal 15 al 18 marzo, la prima edizione della manifestazione. Un’iniziativa promossa dal Comune di Milano in collaborazione con il Team per la Trasformazione Digitale e realizzata da Cariplo Factory, in collaborazione con IAB - Interactive Advertising Bureau e Hublab e grazie ai main partner AutoScout24, BMW Italia, Fastweb, Intesa Sanpaolo, Nexi, Samsung Electronics Italia e TeamSystem. Info, orari, sedi e programma completo.

Porte aperte e partecipazione

Saranno quattro giorni a porte aperte, dedicati alla produzione e diffusione di conoscenza e innovazione attraverso il digitale, con un approccio inclusivo, trasversale e partecipativo. Professionisti, addetti ai lavori ma soprattutto cittadini, curiosi, appassionati, giovani e bambini avranno la possibilità di scoprire i tanti volti della Milano digitale, riuniti per la prima volta in un unico palinsesto di mostre, dibattiti, seminari, performance, spettacoli, workshop, corsi di formazione e laboratori, a partire dal quartier generale della manifestazione, BASE, e per tutta Milano con progetti speciali ed eventi in città.

Carlo Noseda
Noseda e la Milano che non smette mai di stupirsi

Tra i presenti alla conferenza non poteva mancare Carlo Noseda, presidente di IAB Italia: «Abbiamo gettato il cuore oltre l’ostacolo. Perché non è complicato avere un’idea, ma riuscire a scaricare a terra quello che ci è balenato in testa. E allora, grazie veramente a tutti quelli che si sono adoperati a concretizzare un progetto, a renderlo reale. Un grazie a chi ha saputo lavorare in maniera digitale, liquida. Efficiente. E grazie a Milano, ricca di cittadini curiosi, aziende ricettive, istituzioni pronte. E si badi bene, non si è trattato di un compito facile, non lo è: il digitale fa ancora paura, spaventa, ed ecco perché la Milano Digital Week arriva per sfatare i luoghi comuni, per abbattere le barriere. Cosa diceva Jack Ma? “Il digitale ci permetterà di tornare a noi, di pensare, di capire chi siamo e con meno sforzi. Una sorta di rinascimento dell’umanismo”. E allora spazio a tutti, soprattutto ai bambini. Uniamo passioni e sforzi e facciamo sistema».

Libertà e scambio

Insomma, stai a vedere che dietro la parola e il termine ‘Digitale’ si nascondono molteplici significati. Carlo Mango, consigliere delegato di Cariplo Factory, prova ad aggiornare il vocabolario: «Digitale significa libertà, ma anche scambio, sostegno, creazione, trasformazione».

Roberta Cocco
Un sindaco sorpreso

«Siamo pronti alla sfida - ha aggiunto Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici -. Ci eravamo posti l’obiettivo di offrire alla città 100 eventi ma siamo addirittura riusciti a quadruplicare l’offerta per i cittadini. E il sindaco mi deve una pizza! A parte gli scherzi, anche lui è rimasto sorpreso dai risultati raggiunti. Ora ci aspettano quattro giorni intensi in cui amministrazione, partner dell’iniziativa, aziende, centri di ricerca e università mostreranno il cuore digitale di Milano, che batte forte e alimenta il tessuto economico e sociale della città. Il Comune di Milano racconterà i tanti progetti di digitalizzazione che coinvolgono tutti gli assessorati, le attività di educazione digitale e le iniziative realizzate in collaborazione con il Team digitale del Governo per aiutare i cittadini a scoprire le potenzialità dello Spid, il sistema di identità digitale che permette di accedere a molti servizi della Pubblica Amministrazione».

Biodiversità digitale

Nicola Zanardi, ceo di Hublab e curatore della Milano Digital Week 2018 ha puntualizzato: «È un primo tentativo di mappare la Milano che utilizza il digitale per progettare, trasformare, innovare, includere. Con una risposta molto intensa da parte della città e dei suoi attori dove ognuno ha portato il suo pezzo, la sua esperienza, aprirà le sue porte e si connetterà con gli altri. Una bella fotografia della Milano che c’è già e che sarà l’habitat naturale delle trasformazioni. Una vera e propria biodiversità digitale».

Samsung Electronics, incontri al District e il nuovo smartphone in arrivo

Numerosi ed entusiasti i partner della Milano Digital Week. Tra questi anche Samsung Electronics che propone, all’interno del Samsung District, un calendario di incontri dedicati a temi di assoluta rilevanza sociale come le fake news, la digitalizzazione dei processi formativi, l’utilizzo della tecnologia nel rapporto tra genitori e figli, i fenomeni di bullismo e cyberbullismo, fino alle nuove professioni social nate a ridosso della rivoluzione digitale. E poi, tutte le novità degli smartphone e dei dispositivi di ultima generazione connessi alla casa e non solo. L’azienda presenterà anche il nuovo smartphone.

Auto collegate in rete

BMW Italia a sua volta esporrà presso BASE la nuova i8 Roadster. Grazie alle innovative soluzioni ConnectedDrive, il modello è perfettamente collegata in rete, per una forma di mobilità intelligente e sostenibile. Inoltre DriveNow, il car sharing del gruppo, sarà provider di mobilità per tutta la durata della Milano Digital Week, auto della flotta sempre a disposizione a BASE per spostarsi agilmente tra gli eventi della rassegna.

TIM e l’innovazione

Nel corso dell’edizione di quest’anno, TIM organizzerà nei propri Hub di innovazione e formazione presenti in città (TIM Space di Piazza Luigi Einaudi 8, TIM WCAP e TIM Academy di Via Magolfa 8) incontri e dibattiti sulle tematiche relative all’innovazione tecnologica e al mondo digitale, con il contributo di esperti ed autorevoli esponenti del settore. Il programma completo degli appuntamenti.

Un weekend televisivo

E ci sarà anche Sky alla Milano Digital Week con cinque panel che avranno luogo al BASE Milano, nel pomeriggio di sabato 17 marzo dalle 16 alle 18. In quell’occasione saranno svelati al pubblico i segreti delle tecnologie digitali utilizzate nei film d’arte firmati Sky. Senza dimenticare argomenti di carattere generale calati nella realtà Sky, come l’analisi dei Big Data, sempre più centrale nei processi decisionali e nella personalizzazione dei servizi, o la trasformazione del modo di lavorare a partire dalla Disruptive Innovation. Inoltre, venerdì 16 e domenica 18 marzo, saranno organizzate due giornate - rispettivamente rivolte alle scuole e aperte al pubblico - all’interno del Software Centre di Sky, il nuovo centro di sviluppo situato all’interno della sede milanese del gruppo nel quartiere di Santa Giulia, che si fonda sui principi Sky e Agile di innovazione, apertura e collaborazione. Sky TG24 è media partner dell’iniziativa e racconterà le attività anche attraverso i suoi canali social e sul sito Skytg24.it.


Tag:

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 05/10/2022


iProspect di Dentsu vince la gara per il media offline europeo di BMW Group e consolida in Italia l’incarico da 30 milioni

BMW Group ha nominato iProspect di Dentsu come agenzia per i media offline per i suoi marchi BMW e MINI in Europa. L'incarico fa seguito a una gara aperta lo scorso maggio, che comprendeva nella fase finale anche Wavemaker di GroupM. Grazie a questa vittoria, iProspect è stata nominata agenzia media offline di riferimento per la regione, dove BMW e MINI consolidano la loro strategia media offline, la pianificazione e l'acquisto in un'unica rete di agenzie. Grazie alla partnership a lungo termine con BMW Group, l'agenzia che fa parte del gruppo guidato in Italia dal CEO Paolo Stucchi, si occuperà di media offline in 24 mercati EMEA, tra cui Regno Unito, Spagna, Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania. Per il nostro Paese, dove il budget 2021 era stimabile in 30 milioni di euro, si tratta di una conferma. iProspect, infatti, si occupava già del media di nove mercati in Europa: Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Lavorando con BMW Group in questi Paesi, i team dell'agenzia in Europa hanno capito cosa serve per accelerare la crescita del marchio. Con l'ampliamento dell'offerta e l'ingresso in 15 nuovi territori, iProspect continuerà a dimostrare il valore della costruzione del marchio basata sulle performance attraverso i canali media offline per BMW e MINI. iProspect lavorerà in stretta collaborazione con The Marcom Engine come agenzia media online partner, che sta già lavorando con BMW Group in Europa. Nella fase iniziale della gara c’era anche Mediaplus, che gestisce il digitale nel contesto di The Engine, il progetto di marketing integrato in 26 Paesi europei che la casa automobilistica tedesca ha affidato anche a MediaMonks di S4 Capital, Berylls Strategy Advisors, sigla tedesca di consulenza manageriale specializzata nell’industria automobilistica, e Gruppo Serviceplan, cui fa capo appunto Mediaplus come responsabile di componenti tecnologici e dati nonché della gestione delle interfacce locali a supporto delle responsabilità di marketing-as-a-service. Il commento "Sono orgoglioso della partnership a lungo termine che abbiamo stretto con BMW Group in molti mercati europei negli ultimi dieci anni e sono entusiasta di espandere questo rapporto in nuovi mercati. La passione per i suoi marchi e l'impegno a creare un valore commerciale misurabile attraverso i media sono una parte essenziale di questo incarico. Non vediamo l'ora di portare un pensiero più progressista, approfondimenti sui consumatori e un modello di servizio altamente collaborativo per aiutare BMW e MINI a far progredire il loro business", ha dichiarato Thomas Le Thierry, CEO EMEA, Media, dentsu international. La creatività Sul fronte creativo, l’agenzia di riferimento globale, che si chiama TheGame Group, è stata appositamente costituita dal raggruppamento che ha vinto a fine febbraio 2021 la relativa gara e che comprende Jung von Matt e Experience One. Questa sigla si occupa anche delle relazioni pubbliche del cliente automobilistico, avvalendosi inoltre, per la comunicazione corporate e i social media, della collaborazione con Looping Group, sigla anch’essa appositamente costituita in Inghilterra da Looping Group International. Sulla marca, in Italia, opera creativamente anche M&C Saatchi.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/10/2022


Europa Donna Italia lancia la campagna “Una voce per tutte” con Coo’ee e Havas Media

Europa Donna Italia, il movimento che tutela i diritti alla prevenzione e alla cura del tumore al seno, lancia in occasione della giornata nazionale di sensibilizzazione sul tumore metastatico, la campagna “Una voce per tutte”, con più di 500mila euro di investimento, tutto pro bono. È declinata su vari mezzi, a partire da ieri 4 ottobre: tv, radio, cinema, stampa e affissioni con l’obiettivo di sensibilizzare il numero più alto di persone. In Italia solo 1 italiano su 10 si sente correttamente informato sul tumore al seno metastatico: un dato preoccupante che sottolinea quanto sia necessaria questa campagna multimedia. L’immagine che caratterizza la campagna è quella di un vero e proprio muro di donne: alcune guardano in camera, altre voltano le spalle, ma tutte hanno lo stesso desiderio: farsi ascoltare. A parlare è solo una voce fuori campo, che rappresenta il pensiero di ognuna di loro. La stessa immagine è declinata anche sugli altri mezzi con il claim “Esserci è importante, essere ascoltate è fondamentale”. La particolarità della campagna, che chiede ascolto per tutte le donne affette da tumore al seno metastatico, è che le protagoniste sono pazienti vere, metastatiche e non, che sostengono realmente le richieste del manifesto. Promossa da Europa Donna Italia con il supporto di A.N.D.O.S., IncontraDonna, Favo Donna e Oltre il Nastro Rosa, ha ricevuto il patrocinio di Pubblicità Progresso. E' stata creata e prodotta da Coo'ee Italia, realizzata dalla fotografa Carolina Amoretti, pianificata e distribuita da Havas Media Italia: tutti questi partner hanno supportato Europa Donna Italia pro bono. Sarà pianificata su Rai, Mediaset, Sky, La7 e Discovery che hanno concesso gratuitamente gli spazi, così come su carta stampata, coinvolgendo Cairo e Mediamond. La diffusione coinvolge anche il web, co spazi offerti da Mediamond, Cairo e Manzoni, e la radio grazie a Advertising e Open Space. Completeranno la diffusione anche gli spazi OOH, concessi da Clear Channel e Urban Vision in posizioni centrali di Milano e Roma e una programmazione dedicata nei cinema italiani.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy