ABBONATI

Dai Golden Globe i migliori titoli, aspettando il nuovo San Valentino fantasy di Del Toro

Autore: Redazione


Tra domenica 7 e lunedì 8 gennaio si è svolta a Los Angeles la 75esima cerimonia per l’assegnazione dei Golden Globe

Tra domenica 7 e lunedì 8 gennaio si è svolta a Los Angeles, all’insegna dell’iniziativa Time’s Up creata da 300 professioniste del cinema a sostegno delle persone sessualmente abusate, la 75esima cerimonia per l’assegnazione dei Golden Globe, i premi della stampa estera a Hollywood assegnati ogni anno dalla Hollywood Foreign Press Association. Questa edizione si è caratterizzata per la vittoria inaspettata della pellicola “Lady Bird”, esordio alla regia di Greta Gerwig con protagonista Saorsie Ronan e che racconta il difficile rapporto tra una giovane e i suoi genitori, in particolare con la madre. Nessuna sorpresa per l’attribuzione come Miglior attore protagonista drammatico a Gary Oldman, supremo Winston Churchill in “L’ora più buia”; premiata anche la coraggiosa performance di James Franco in “The Disaster Artist”, mentre Allison Janney trionfa con “I, Tonya”. Per il cinema d’animazione l’HFPA ha scelto di celebrare i simpatici protagonisti del mondo dei morti di “Coco” della casa Disney Pixar. Nessun riconosciemnto, invece, per l’Italia, che concorreva con tre pellicole: l’intenso “Chiamami con il tuo nome” di Luca Guadagnino, “Ella&John” di Paolo Virzì e la serie tv “The Young Pope” di Paolo Sorrentino. Tra le pellicole che hanno fatto incetta di premi troviamo alcuni dei titoli di maggiore spicco e notevolmente apprezzati da pubblico e critica durante l’ultima edizione Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dimostrando un’insolita vicinanza alla valutazione di “riferimento” del cinema internazionale e oltreoceano e che spesso si propone come preludio per i premi Oscar, le cui candidature verranno annunciate il prossimo 23 gennaio. Tra i vincitori dei Golden Globe spicca, infatti, il film drammatico, già premiato a Venezia 2017 per la brillante sceneggiatura firmata da McDonagh, “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, diretto dal britannico Martin McDonagh e vincitore di ben quattro premi tra cui il premio come Migliore Attrice a Frances McDormand e come Migliore Attore Non Protagonista a Sam Rockwell. Il film, in uscita in Italia oggi, segue le tragicomiche vicende di una madre in cerca di giustizia per la figlia e che ingaggia una lotta contro un disordinato branco di poliziotti pigri e incompetenti. Dopo mesi trascorsi senza passi in avanti nelle indagini sull’omicidio di sua figlia, Mildred Hayes (interpretata da una magistrale Frances McDormand) decide di prendere in mano la situazione e protestare contro le indolenti forze dell’ordine: sulla strada che porta in città, la madre furente noleggia tre grandi cartelloni pubblicitari attraverso i quali diffonde una serie di messaggi polemici e controversi rivolti al capo della polizia. Partito come favorito ai Golden Globe, l’immaginifico “La forma dell’acqua” di Guillermo Del Toro, già Leone d’oro a Venezia 2017, fresco di 12 nomination ai Bafta inglesi, ha dovuto accontentarsi del premio per la Migliore regia di Guillermo del Toro e per la Migliore colonna sonora originale realizzata da Alexandre Desplat. La fiaba fantasy di Del Toro, ambientata nel 1963, narra l’incredibile incontro con risvolto amoroso tra Elisa, umile impiegata muta che lavora in un laboratorio governativo di massima sicurezza (Sally Hawkins), e una misteriosa creatura anfibia (Shannon) tenuta prigioniera all’interno del laboratorio di Baltimora. La solitaria vita di Elisa, intrappolata nel silenzio e nell’isolamento, cambia per sempre quando lei e la sua collega Zelda scoprono un esperimento segreto. Definito da molti come il film più romantico e sensuale del regista messicano, “La forma dell’acqua” arriva in Italia proprio il 14 febbraio, data significativa per proporre al pubblico una favola romantica, ma non priva di lati oscuri, che si distacca con decisione dalle pellicole che hanno monopolizzato negli ultimi anni il mercato nel periodo di San Valentino, una su tutte la saga erotica delle 50 Sfumature creata da E.L. James. Proprio in quest’ottica, “La forma dell’acqua” con il suo mostro marino innamorato potrebbe rilevarsi la sorpresa dell’inizio anno, capace di catturare la curiosità del pubblico grazie a un prodotto di qualità e intelligenza, non privo di romanticismo, fantasia e quel tocco barocco che negli ultimi anni continua a essere apprezzato e che, come dimostra il successo ottenuto nei numerosi festival in cui è stato presentato, potrebbe incuriosire e riempire le sale.

img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 21/02/2024


Pupa Milano si affida a MSL per le attività di influencer marketing 2024

MSL ha vinto la gara indetta da Pupa Milano, azienda leader nel settore del beauty, per la guida strategica delle attività di influencer marketing. La storia di successo di Pupa è intrinsecamente legata all’ispirazione di Angelo Gatti, il creatore del primo kit di bellezza. Da allora, Pupa è leader indiscusso di questo segmento diventando uno degli ambasciatori di creatività e stile italiano nel mondo. Creatività̀, qualità e innovazione sono i capisaldi che guidano l’azienda nell’affermazione del proprio marchio, che con la sua versatilità e la sua vasta gamma di proposte si propone di valorizzare la bellezza di tutte le donne, in tutte le sue espressioni. Per Pupa, MSL assumerà la responsabilità dello sviluppo strategico delle attività di influencer engagement per il 2024, con l’obiettivo di consolidare la presenza del marchio in Italia. La scelta di affidarsi a MSL è stata guidata dalla capacità dell’agenzia nel costruire strategie data driven, che partono dall’analisi del target di riferimento e delle sue caratteristiche per sviluppare proposte e creatività tailor made, adatte a comunicare il brand in modo innovativo ed efficace. Nel corso del 2024, MSL Italia affiancherà l’azienda durante i lanci chiave dei prodotti, nella pianificazione e gestione di eventi e nell’attuazione di iniziative influencer engagement volte a promuovere e sostenere le principali linee di prodotto.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 13/02/2024


Jakala firma la nuova campagna di Edenred Italia con protagonista Valerio Lundini, on air su radio, tv e social media

Edenred Italia, leader nelle soluzioni per il mondo del lavoro, presenta la nuova campagna pubblicitaria dedicata al suo iconico Ticket Restaurant. Ideata, realizzata e pianificata per il secondo anno da JAKALA, azienda specializzata nel traghettare le aziende verso la trasformazione digitale attraverso l’intelligenza artificiale, con soluzioni complete per il mondo advertising, la campagna vede la realizzazione di un nuovo spot con la partecipazione speciale del comico e conduttore italiano Valerio Lundini. Hai un’azienda o una partita Iva? Gioca di fantasia. Quale potrebbe essere il tuo sogno più ambizioso e inimmaginabile? Uno strumento che sia smart e vantaggioso perla pausa pranzo, la spesa e il food delivery, che possa aiutarti ad ottenere vantaggi fiscali. Non serve il Genio della lampada per esaudire questo desiderio: esiste già, è Ticket Restaurant! Nel nuovo spot Valerio Lundini interpreta contemporaneamente se stesso e uno stanchissimo Genio della Lampada: ormai ha già esaudito due dei tre famigerati desideri, ma per il terzo proprio non si riesce a venirne a capo. E quando pensa di aver trovato qualcosa che proprio gli servirebbe...Esiste già. È la Soluzione Geniale per la Deduzione Fiscale. Anche questa volta si rinnova la partnership con Courage alla produzione e Riccardo Digiacomo alla regia, con il suo sguardo immaginifico e ironico. La campagna si articola in diversi flight nel corso di tutto il 2024. La pianificazione tv prevede la messa in onda dello spot sulle principali emittenti nazionali (Mediaset, Rai, Sky, La7) ed è affiancata da una pianificazione radio su stazioni e programmi molto legati al target B2B (Radio24, Radio Rai, Radio Capital, Radio Deejay, RMC, RDS). In concomitanza con i flight tv e radio è prevista presenza della campagna anche sul digital con formati display e video sui principali network e publisher e su mondo Meta, TikTok, YouTube e DAZN.  Il commento “Per il secondo anno Valerio Lundini è il protagonista dello spot di Edenred Italia», ha dichiarato Giorgio Sacconi, Digital & Media Managing Director di JAKALA. «Con la sua partecipazione prosegue e si potenzia il percorso intrapreso con la campagna precedente di associazione con il brand e di riconoscibilità del marchio per un pubblico trasversale e sempre più ampio. Quest’anno Valerio non si è limitato al contributo già prezioso di interpretazione e arricchimento dello script, ma ha lavorato in prima persona all’idea creativa insieme al nostro team creativo”. Credits Creative Director: Marta Bacigalupo  Head of Creatives: Gabriele Salamone Copywriter: Angelo Curci Art Director: Giacomo Conti  CdP: Courage Regia: Riccardo Digiacomo Direttore della fotografia: Timon Le Graaf Boelè Fotografo: Dario Bologna

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy