ABBONATI

L’agenzia dell’“attitudine evolutiva”, The Embassy, si presenta al mercato con clienti come Universal Music, GSK, Dr Schär, GUM Sunstar e Lilly

Autore: V Parazzoli


Ceo della nuova sigla è Irene Serio, che è anche Presidente di OIC Group, che opera nel mondo congressuale e che la controlla. La presentazione avviene in questi giorni a IF! Italians Festival

Una novità nel mondo della comunicazione, con l’obiettivo di offrire un modello realmente alternativo ad aziende, brand e consumatori: è nata con queste prospettive The Embassy, nuova agenzia che opera nel settore della consulenza strategica e creativa, dell’advertising, del digital e dell’experiential marketing, della creazione e distribuzione di contenuti e delle PR. Un posizionamento – meglio: una vera e propria presa di posizione – che si legge già con chiarezza nel payoff scelto dalla sigla milanese: “Think. Hack. Change”. “Think” – spiega il comunicato - perché The Embassy incoraggia la diversità di pensiero e ne fa il proprio punto di forza, a livello personale e nella dimensione allargata, quella del team. “Hack”, perché crede nella cultura del fare le cose al meglio, selezionando di volta in volta i migliori partner disponibili sul mercato. “Change” perché in The Embassy tutti sanno che il vero lavoro di un’agenzia consiste nel cambiare culture e comportamenti. E nel farlo, ogni volta, cambiano anche metodi, processi e strumenti. “Per ottenere tutto questo – spiegano dall’agenzia - più che un modello, serve un’attitudine. È quella che in The Embassy si chiama attitudine evolutiva. È uno state of mind, un istinto scomodo: chiedere sempre il perché di tutto, mettere in crisi ciò che si dà per scontato, demolire per ricostruire, crescere insieme agli altri e grazie agli altri. Evolvere”.

Dall’alto-a-sx-Fabio-Paracchini-Fabrizio-Piccolini-Irene-Serio. Dal-basso-a-sx-Silvia-Sgarbi-Stefano-Zanoni
“Mind Portraits”

L’attitudine evolutiva di The Embassy verrà presentata ufficialmente durante IF! Italians Festival, in programma da oggi al 10 novembre al BASE. Durante l’evento, l’agenzia sarà presente con “Mind Portraits”, un’installazione interattiva che avrà lo scopo di condurre un esperimento sociale: comprendere quanta “thought diversity” esiste all’interno della comunità della comunicazione italiana. Nel corso dei tre giorni del Festival, i partecipanti potranno farsi fare un ritratto del proprio pensiero grazie a una “EEG Brain Monitoring Technology”: le rappresentazioni visive confluiranno progressivamente in una grande gallery e, alla fine dell’esperimento, si potrà scoprire quanto sono diverse – o quanto sono omologate – le menti nel settore della comunicazione.

 
Il team

The Embassy è composta dalle seguenti figure manageriali: Irene Serio, Ceo; Nicola Testai, Cfo; Silvia Sgarbi, General Manager; Fabio Paracchini, Chief Strategy and Innovation Officer / Head of Health;  e i Direttori creativi Fabrizio Piccolini e Stefano Zanoni. Irene Serio ha iniziato la sua carriera nell’ambito del turismo negli anni ’90, entrando dal 2000 a far parte di OIC Group, di cui oggi è Presidente, e che controlla The Embassy. La sua attitudine, basata sul continuo cambiamento e sull’evoluzione, l’ha portata a rendere OIC una delle realtà congressuali più importanti a livello internazionale e a decidere di lanciarsi nel business della comunicazione. Silvia Sgarbi ha iniziato la sua carriera in Ogilvy nel ’99 come Account, diventando una delle prime professioniste a trattare progetti integrati tra advertising tradizionale e digital. Nei 16 anni nell’agenzia di WPP è arrivata a ricoprire il ruolo di Client Service Director, focalizzandosi principalmente sui settori finance, telco e luxury. Dal 2015 entra in OIC come Direttore della Comunicazione, intraprendendo con il gruppo l’apertura di The Embassy. Paracchini è stato Executive Creative Director Western Europe di DigitasLBi (Publicis Groupe) e ha lavorato per brand iconici come Alfa Romeo, Barilla, Lavazza, Vespa, Moto Guzzi e Corriere della Sera. In precedenza, ha fondato FCVG e ha lavorato come creativo e strategist per diverse agenzie di comunicazione. Piccolini ha cominciato la sua carriera nel design di eventi e di prodotto con esperienze a Montreal e São Paulo. È passato alla comunicazione iniziando la carriera come Art Director in Ogilvy e proseguendo il suo percorso in Arnold Worldwide e Havas Worldwide, come Creative Director. Durante la sua carriera è stato premiato in Award internazionali e nazionali come Cannes Lions, Eurobest, Webby Awards, ADCE, Golden Drum, One Show e ADCI. Zanoni ha iniziato il suo percorso nella discografia e negli eventi musicali, per poi venire a contatto con il mondo del digitale, creando una start up a Berlino e fondando il digital magazine italiano principale nell’ambito della musica Urban e Hiphop. Passa alla comunicazione entrando anche lui in Ogilvy come Copywriter, per poi proseguire la sua carriera come Creative Director in Arnold Worldwide e Havas Worldwide. Durante il suo percorso lavorativo è stato premiato in Award internazionali e nazionali come Cannes Lions, Eurobest, Webby Awards, ADCE, Golden Drum, One Show e ADCI.

I clienti

“The Embassy scommette sul fatto che le aziende più intelligenti oggi cerchino agenzie che stiano loro accanto per mettersi in discussione e pensare insieme a un presente e a un futuro più interessanti per tutti – dice Irene Serio -. Charles Darwin diceva che nella storia ha sempre prevalso chi ha imparato a collaborare e a improvvisare in modo più efficace: sono certa che sia anche abbracciando l’intelligenza emotiva e rifiutando la superficialità che si possa portare nuovo valore in un mercato molto competitivo”. The Embassy può già vantare clienti come Universal Music, Save The Children, Dr Schär, GSK, GUM Sunstar e Lilly.


img
incarichi e gare

Autore: Redazione - 05/10/2022


iProspect di Dentsu vince la gara per il media offline europeo di BMW Group e consolida in Italia l’incarico da 30 milioni

BMW Group ha nominato iProspect di Dentsu come agenzia per i media offline per i suoi marchi BMW e MINI in Europa. L'incarico fa seguito a una gara aperta lo scorso maggio, che comprendeva nella fase finale anche Wavemaker di GroupM. Grazie a questa vittoria, iProspect è stata nominata agenzia media offline di riferimento per la regione, dove BMW e MINI consolidano la loro strategia media offline, la pianificazione e l'acquisto in un'unica rete di agenzie. Grazie alla partnership a lungo termine con BMW Group, l'agenzia che fa parte del gruppo guidato in Italia dal CEO Paolo Stucchi, si occuperà di media offline in 24 mercati EMEA, tra cui Regno Unito, Spagna, Italia, Francia, Svezia, Polonia e Germania. Per il nostro Paese, dove il budget 2021 era stimabile in 30 milioni di euro, si tratta di una conferma. iProspect, infatti, si occupava già del media di nove mercati in Europa: Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia. Lavorando con BMW Group in questi Paesi, i team dell'agenzia in Europa hanno capito cosa serve per accelerare la crescita del marchio. Con l'ampliamento dell'offerta e l'ingresso in 15 nuovi territori, iProspect continuerà a dimostrare il valore della costruzione del marchio basata sulle performance attraverso i canali media offline per BMW e MINI. iProspect lavorerà in stretta collaborazione con The Marcom Engine come agenzia media online partner, che sta già lavorando con BMW Group in Europa. Nella fase iniziale della gara c’era anche Mediaplus, che gestisce il digitale nel contesto di The Engine, il progetto di marketing integrato in 26 Paesi europei che la casa automobilistica tedesca ha affidato anche a MediaMonks di S4 Capital, Berylls Strategy Advisors, sigla tedesca di consulenza manageriale specializzata nell’industria automobilistica, e Gruppo Serviceplan, cui fa capo appunto Mediaplus come responsabile di componenti tecnologici e dati nonché della gestione delle interfacce locali a supporto delle responsabilità di marketing-as-a-service. Il commento "Sono orgoglioso della partnership a lungo termine che abbiamo stretto con BMW Group in molti mercati europei negli ultimi dieci anni e sono entusiasta di espandere questo rapporto in nuovi mercati. La passione per i suoi marchi e l'impegno a creare un valore commerciale misurabile attraverso i media sono una parte essenziale di questo incarico. Non vediamo l'ora di portare un pensiero più progressista, approfondimenti sui consumatori e un modello di servizio altamente collaborativo per aiutare BMW e MINI a far progredire il loro business", ha dichiarato Thomas Le Thierry, CEO EMEA, Media, dentsu international. La creatività Sul fronte creativo, l’agenzia di riferimento globale, che si chiama TheGame Group, è stata appositamente costituita dal raggruppamento che ha vinto a fine febbraio 2021 la relativa gara e che comprende Jung von Matt e Experience One. Questa sigla si occupa anche delle relazioni pubbliche del cliente automobilistico, avvalendosi inoltre, per la comunicazione corporate e i social media, della collaborazione con Looping Group, sigla anch’essa appositamente costituita in Inghilterra da Looping Group International. Sulla marca, in Italia, opera creativamente anche M&C Saatchi.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 06/10/2022


Digitouch Marketing vince la gara di Eurobet.live per la sua prima adv multicanale con Luca Toni testimonial

Eurobet.live, la piattaforma su cui mantenersi costantemente aggiornati su risultati, statistiche e classifiche sportive, affida a Digitouch Marketing la realizzazione della campagna multichannel. L’obiettivo è quello di consolidare l’awareness e diffondere la conoscenza del brand presso uno specifico segmento di pubblico, individuato in giovani e adulti appassionati di sport. Il merito del team di Digitouch Marketing sta nell’aver saputo ideare un concept altamente calzante attorno a cui costruire contenuti destinati a canali diversi ma perfettamente integrati tra di loro, quali la tv, il digital e i social del brand, oltre che nell’aver individuato un testimonial coerente e in linea con il target individuato. “Tira fuori l’esperto che è in te.”, infatti, sarà il messaggio che guiderà l’intera campagna, grazie al contributo dell’ex calciatore della nazionale Luca Toni. Il campione del mondo è protagonista dell’ironico spot tv on air da domenica 2 ottobre, nonché di una serie di podcast di prossima realizzazione. Il team Digitouch Picture, la casa di produzione interna di Digitouch Marketing, si è inoltre occupato della realizzazione dello shooting propedeutico alla produzione dei visual per gli asset digital, i social e per le campagne media. Il media planning è interno. “Questo è un ottimo esempio di utilizzo intelligente e sensato di un testimonial, non solo credibile per il target ma anche perfettamente contestualizzato al messaggio di comunicazione del brand con un interessante insight”, afferma Sergio Spaccavento, Chief Creative Officer di Digitouch. “La realizzazione di questa nuova campagna multichannel con Digitouch Marketing rafforza il nostro legame con gli appassionati di sport – dichiara Alexis Grigoriadis, Marketing Director di Entain Italia –. La scelta di Luca Toni in qualità di testimonial è inoltre sinonimo di competenza, esperienza e credibilità per un progetto legato all’immediatezza e alla puntualità nella comunicazione in real time”. Credits Chief Creative Officer: Sergio Spaccavento Managing Partner: Marco Boschian-Pest Senior Account Executive: Alessandra Masseroni Senior Copywriter: Andrea Bomentre Senior Art Director: Paolo Montanari Supervisor Digitouch Picture: Eugenio Rinaldi Casa di Produzione: Visionaria Film Regia: Riccardo Paoletti

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy