ABBONATI

L’agenzia dell’“attitudine evolutiva”, The Embassy, si presenta al mercato con clienti come Universal Music, GSK, Dr Schär, GUM Sunstar e Lilly

Autore: V Parazzoli


Ceo della nuova sigla è Irene Serio, che è anche Presidente di OIC Group, che opera nel mondo congressuale e che la controlla. La presentazione avviene in questi giorni a IF! Italians Festival

Una novità nel mondo della comunicazione, con l’obiettivo di offrire un modello realmente alternativo ad aziende, brand e consumatori: è nata con queste prospettive The Embassy, nuova agenzia che opera nel settore della consulenza strategica e creativa, dell’advertising, del digital e dell’experiential marketing, della creazione e distribuzione di contenuti e delle PR. Un posizionamento – meglio: una vera e propria presa di posizione – che si legge già con chiarezza nel payoff scelto dalla sigla milanese: “Think. Hack. Change”. “Think” – spiega il comunicato - perché The Embassy incoraggia la diversità di pensiero e ne fa il proprio punto di forza, a livello personale e nella dimensione allargata, quella del team. “Hack”, perché crede nella cultura del fare le cose al meglio, selezionando di volta in volta i migliori partner disponibili sul mercato. “Change” perché in The Embassy tutti sanno che il vero lavoro di un’agenzia consiste nel cambiare culture e comportamenti. E nel farlo, ogni volta, cambiano anche metodi, processi e strumenti. “Per ottenere tutto questo – spiegano dall’agenzia - più che un modello, serve un’attitudine. È quella che in The Embassy si chiama attitudine evolutiva. È uno state of mind, un istinto scomodo: chiedere sempre il perché di tutto, mettere in crisi ciò che si dà per scontato, demolire per ricostruire, crescere insieme agli altri e grazie agli altri. Evolvere”.

Dall’alto-a-sx-Fabio-Paracchini-Fabrizio-Piccolini-Irene-Serio. Dal-basso-a-sx-Silvia-Sgarbi-Stefano-Zanoni
“Mind Portraits”

L’attitudine evolutiva di The Embassy verrà presentata ufficialmente durante IF! Italians Festival, in programma da oggi al 10 novembre al BASE. Durante l’evento, l’agenzia sarà presente con “Mind Portraits”, un’installazione interattiva che avrà lo scopo di condurre un esperimento sociale: comprendere quanta “thought diversity” esiste all’interno della comunità della comunicazione italiana. Nel corso dei tre giorni del Festival, i partecipanti potranno farsi fare un ritratto del proprio pensiero grazie a una “EEG Brain Monitoring Technology”: le rappresentazioni visive confluiranno progressivamente in una grande gallery e, alla fine dell’esperimento, si potrà scoprire quanto sono diverse – o quanto sono omologate – le menti nel settore della comunicazione.

 
Il team

The Embassy è composta dalle seguenti figure manageriali: Irene Serio, Ceo; Nicola Testai, Cfo; Silvia Sgarbi, General Manager; Fabio Paracchini, Chief Strategy and Innovation Officer / Head of Health;  e i Direttori creativi Fabrizio Piccolini e Stefano Zanoni. Irene Serio ha iniziato la sua carriera nell’ambito del turismo negli anni ’90, entrando dal 2000 a far parte di OIC Group, di cui oggi è Presidente, e che controlla The Embassy. La sua attitudine, basata sul continuo cambiamento e sull’evoluzione, l’ha portata a rendere OIC una delle realtà congressuali più importanti a livello internazionale e a decidere di lanciarsi nel business della comunicazione. Silvia Sgarbi ha iniziato la sua carriera in Ogilvy nel ’99 come Account, diventando una delle prime professioniste a trattare progetti integrati tra advertising tradizionale e digital. Nei 16 anni nell’agenzia di WPP è arrivata a ricoprire il ruolo di Client Service Director, focalizzandosi principalmente sui settori finance, telco e luxury. Dal 2015 entra in OIC come Direttore della Comunicazione, intraprendendo con il gruppo l’apertura di The Embassy. Paracchini è stato Executive Creative Director Western Europe di DigitasLBi (Publicis Groupe) e ha lavorato per brand iconici come Alfa Romeo, Barilla, Lavazza, Vespa, Moto Guzzi e Corriere della Sera. In precedenza, ha fondato FCVG e ha lavorato come creativo e strategist per diverse agenzie di comunicazione. Piccolini ha cominciato la sua carriera nel design di eventi e di prodotto con esperienze a Montreal e São Paulo. È passato alla comunicazione iniziando la carriera come Art Director in Ogilvy e proseguendo il suo percorso in Arnold Worldwide e Havas Worldwide, come Creative Director. Durante la sua carriera è stato premiato in Award internazionali e nazionali come Cannes Lions, Eurobest, Webby Awards, ADCE, Golden Drum, One Show e ADCI. Zanoni ha iniziato il suo percorso nella discografia e negli eventi musicali, per poi venire a contatto con il mondo del digitale, creando una start up a Berlino e fondando il digital magazine italiano principale nell’ambito della musica Urban e Hiphop. Passa alla comunicazione entrando anche lui in Ogilvy come Copywriter, per poi proseguire la sua carriera come Creative Director in Arnold Worldwide e Havas Worldwide. Durante il suo percorso lavorativo è stato premiato in Award internazionali e nazionali come Cannes Lions, Eurobest, Webby Awards, ADCE, Golden Drum, One Show e ADCI.

I clienti

“The Embassy scommette sul fatto che le aziende più intelligenti oggi cerchino agenzie che stiano loro accanto per mettersi in discussione e pensare insieme a un presente e a un futuro più interessanti per tutti – dice Irene Serio -. Charles Darwin diceva che nella storia ha sempre prevalso chi ha imparato a collaborare e a improvvisare in modo più efficace: sono certa che sia anche abbracciando l’intelligenza emotiva e rifiutando la superficialità che si possa portare nuovo valore in un mercato molto competitivo”. The Embassy può già vantare clienti come Universal Music, Save The Children, Dr Schär, GSK, GUM Sunstar e Lilly.


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 17/04/2019


Apple, ode al globo con Camp4 Collective e i Megadeth

Per celebrare l'intensità, il colore, l'azione e la vivacità del nostro mondo, Apple sta alzando la posta in gioco nei video girati in mobilità con la campagna tv "Don't Mess With Mother", un'ode ricca di azione al globo realizzata in tempo per l'"Earth Day" che si terrà il prossimo 22 aprile. Un tripudio di immagini spettacolari, dunque, ma con un tono seriamente tagliente coadiuvato dalla colonna sonora - impostata sulla traccia Last Rites dei Megadeth. Il puro potere di Madre Natura è mostrato in azione ravvicinata con scene così nitide che sembra quasi incredibile siano state ripresa da un iPhone. Dalle potenti onde dell'oceano ai fulmini, agli animali sopra e sotto il mare, la bellezza e la natura inaspettata del pianeta ispira e impressiona attraverso questo video. Il filmato "Shot on iPhone" è stato girato in nove Paesi in tutto il mondo, ognuno dei quali mostra un lato magnifico della natura. Apple ha commissionato a un gruppo di registi professionisti di Camp4 Collective, meglio conosciuto per il documentario vincitore del Sundance Film Festival "Meru", di catturare la Madre Terra in tutta la sua gloria su iPhone XS.

LEGGI

Correlati

img
agenzie

Autore: Redazione - 17/04/2019


Droga5 scelta da OnePlus come agenzia creativa di riferimento a livello globale

Droga5 è stata scelta come agenzia creativa globale di riferimento da produttore di smartphone OnePlus a seguito di una gara competitiva. Il primo compito dell'agenzia sarà quello di sviluppare e lanciare una campagna integrata - che abbracci film, digitale, stampa e dimensione esperienziale - entro l'autunno del 2019. Si tratta del primo business entrato nel portfolio di Droga5 dopo l'acquisizione da parte di Accenture Interactive all'inizio di questo mese. Un portavoce di Droga5 ha dichiarato che l'agenzia si è candidata per il business OnePlus a gennaio. Non non c’era alcuna agenzia di riferimento in carica prima del pitch. Dan Gonda, Amministratore Delegato di Droga5, ha commentato: “siamo entusiasti dell'opportunità di aiutare OnePlus a continuare la sua crescita globale, partendo dal mercato del Nord America"

LEGGI
img
agenzie

Autore: Redazione - 16/04/2019


Da oggi Tita sceglie soltanto progetti di pubblico interesse

Fondata nel 2008, l'agenzia milanese Tita ha superato da pochi mesi i dieci anni di attività. È l'occasione per una sfida nuova, e un modo per proseguire dopo dieci anni di innovazione e ricerca. Da quest'anno, infatti, l'agenzia cerca soltanto progetti di pubblico interesse, siano essi di istituzioni o di aziende private. "Crediamo che tutta la comunicazione stia diventando pubblica - dichiara Giuseppe Mazza, fondatore di Tita, da poco nominato Comunicatore dell'anno con il premio Pirella 2019 - e sono sempre più i grandi brand commerciali a indicarlo: l'empowerment femminile di un marchio di assorbenti come Libresse è solo un esempio". Il lancio della nuova identità avviene con una campagna social nella quale delle mani indicano nuove direzioni. Nel primo soggetto, annunciato dal teaser "Tita ha una cosa da dirvi": una mano indica una direzione contraria a quella consueta e il titolo dice "Cambiate strada", rivolgendosi a clienti e responsabili marketing per realizzare progetti che migliorano la comunità. "Pensiamo che la nostra storia dia credibilità a questa svolta - conclude il direttore creativo -. E oggi la nostra scelta dimostra che ci crediamo fino in fondo". La campagna sarà pianificata su stampa specializzata e social. L'art director è Rita Mele. 

LEGGI
img
agenzie

Autore: Redazione - 15/04/2019


Dove.it annuncia un aumento di capitale di 2 milioni di euro

Realtà virtuale per visionare le case online, intelligenza artificiale, un team di giovani con esperienze all’estero, una formula rivoluzionaria: zero commissioni per il venditore, il 2,49% per l’acquirente e immobili certificati da un notaio prima della vendita. In poche parole, Dove.it, agenzia immobiliare, la prima completamente online. Un progetto che ha conquistato gli investitori: dopo soli due mesi di attività ha ottenuto un aumento di capitale da 2 milioni di euro. Progetti di espansione Attiva a Milano e Monza, presto si espanderà a Roma, Genova, Torino, Bologna, l’agenzia in soli due mesi di attività, ha raccolto oltre 50 mandati di vendita di immobili di fascia medio-alta, per un valore complessivo di oltre 25 milioni di euro, e finalizzato le prime vendite. La formula che conquista L’interesse degli investitori è racchiuso nelle performance e nella formula: grazie alla realtà aumentata, all’intelligenza artificiale, all’utilizzo dei big data fino alla gestione di tutti i passaggi attraverso la piattaforma web, Dove.it azzera o diminuisce i costi per chi vende e chi compra. Inoltre Dove.it è l’unica in Italia che certifica l’immobile con il notaio prima della sua vendita. Gratuità “Crediamo che attraverso la tecnologia e la semplificazione dei processi, la compravendita immobiliare possa essere più veloce ed economica, per tutti”, spiega Paolo Facchetti, Direttore commerciale di Dove.it. “A chi mette in vendita l’immobile tramite la nostra agenzia assicuriamo la gratuità del servizio”. Visite virtuali approfondite Grazie a fotografie professionali, filmati e planimetrie precise della casa realizzate dal team di Dove.it, sulla piattaforma online è possibile fare una vera e propria visita virtuale di ogni immobile in vendita, così da visionarlo prima dell’eventuale appuntamento.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy