ABBONATI

Punk for Business organizza il party all’interno dell’evento per i 40 anni di Centre Pompidou di Parigi

Autore: Redazione


Francesco Vezzoli in collaborazione con cantanti e musicisti de l’Operà di Parigi, vestiti Prada, ha dato vita alle opere contenute nel museo con una serie di performance

Si è tenuto nei gironi scorsi al Centre Pompidou di Parigi l’evento celebrativo dei 40 anni del museo d’arte moderna e contemporanea più importante d’Europa, organizzato dall’associazione Amici del Museo, con la direzione artistica Francesco Vezzoli. L’artista in collaborazione con cantanti e musicisti de l’Operà di Parigi, vestiti Prada, ha dato vita alle opere contenute nel museo con una serie di performance. Performance che hanno invaso il quinto piano del Centre Pompidou regalando agli ospiti un’interpretazione inedita delle collezioni d’arte contenute in esso. Punk for Business, che per la prima volta si è cimentata in una produzione nella capitale francese, ha avuto l’incarico di organizzare il party al sesto piano del museo. Il ricevimento ha permesso agli ospiti di immergersi nell’atmosfera surreale ispirata all’immaginario di Luis Buñuel, con proiezioni dei suoi film più celebri. Protagoniste della serata tre grandi attrici e muse del regista spagnolo, Catherine Deneuve, Adriana Asti e Carole Bouquet che si sono cimentate alla consolle in veste di DJ star d’eccezione.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 16/09/2019


Big pants got back con sloggi

In occasione del suo 40esimo compleanno, sloggi rompe ogni schema e festeggia lanciando una nuova campagna esplosiva. Ingredienti principali: una nonna divertente e anticonformista, sensazionali mosse di hip-hop e una crew di ballerini e influencer provenienti da tutto il mondo. Hip Hop Style Un video ispirato all’estetica e allo stile di Missy Elliot in “Gossip Folks”, con grandi sfondi colorati e coreografie piene di energie e vivacità. Il sound, i passi di danza e i modelli sloggi attraversano le generazioni trasmettendo i valori tipici del brand, che da sempre lo rendono un connubio perfetto tra comodità, originalità e divertimento. La musica che fa da sottofondo al videoclip non è altro che la famosissima «Baby got back» di Sir Mix a lot: per l’occasione, sloggi ha completamente riscritto i testi che diventano così un vivace omaggio ai suoi BIG Pants. Peter Lee Scott Grazie alle prestazioni energetiche della nonna e all’audace trattamento estetico, questo Panty Rap diventa una celebrazione senza tempo dell’immaginario del brand. Un Heritage di cui sloggi va fiero e che sta fortemente tornando alla ribalta. Per la realizzazione del video sloggi si è affidata a Peter Lee Scott, regista di fama internazionale conosciuto per i suoi lavori con brand come adidas, Uber e Puma.

LEGGI

Correlati

img
agenzie

Autore: Redazione - 16/09/2019


Sette nuovi ingressi per l’headquarter di Imille a Roma

A un anno dalla sua apertura, la sede romana di Imille conferma il trend di crescita che sta riguardando l’intera agenzia. Nelle ultime settimane, infatti, sette nuovi professionisti hanno fatto ingresso nel team dei “Digital Heroes”. L’area che si sta allargando più rapidamente è quella dedicata a Technology & User Experience, creata - subito dopo quella Social Media & Storytelling - venire incontro alle esigenze dei numerosi clienti nazionali e internazionali di Imille. Dopo la nomina di Pietro Spagnolo come Director, avvenuta subito prima dell’estate, le nuove figure vanno a ricoprire dei ruoli che rendono l’area ancora più completa e in grado di rispondere alle continue sfide del settore. Francesco Biagini, Ben Bugli, Luigi Chiaverini e Michela Fortuna sono quattro UX/UI Designer con provenienze diverse: dopo un periodo da freelance, Biagini ha già lunghe esperienze in realtà come Doing e Sketchin; Bugli in quasi dieci anni di carriera ha alternato ruoli più creativi ad altri più tecnici; Chiaverini, specializzato in interaction design, unisce competenze di UX a quelle di social media marketing; Fortuna, infine, ha un solido background in Human-Computer Interaction e nei processi di Design Thinking. Marta de Gennaro è una UX Copywriter con una formazione classica e un passato sia da content manager che da promotrice artistica e culturale. Allison Shorin è una Visual Designer statunitense appassionata di fotografia e visual storytelling. La squadra nelle new entry è completata da Francesco Necco, UI Designer con comprovata esperienza di progettazione di piattaforme e prodotti digitali. “La crescita dell’headquarter di Roma è un risultato molto importante ma, per noi, non è solo una questione numerica”, ha dichiarato Paolo Pascolo, C.E.O. di Imille. “È anche un grande contributo alla nostra mission: solo persone con culture, esperienze e professionalità diverse possono aiutarci a realizzare il pieno potenziale dei brand. E prevediamo nuovi ingressi a breve: entro la fine dell’anno l’agenzia conterà oltre 80 persone nelle quattro sedi (Milano, Roma, Madrid, Santiago de Chile)”.

LEGGI
img
agenzie

Autore: D Sechi - 13/09/2019


YAM112003 15 anni dopo: nel 2019 +5% nel fatturato, 6 gare in corso e, dal 2015, un incremento dei ricavi complessivo di circa il 50%

La data di nascita inserita nel nome, una scelta curiosa, un modo per fomentare il destino, per creare auspici positivi, per vedere come va, per scoprirsi sorpresi quindici anni dopo, per assistere al progressivo mutare del mondo, del mercato, degli sguardi, di Milano, proprio Lei, testimone ieri della festa, del party, del “Ci siamo, dopo tre lustri, e siamo forti, brindiamo perché ce lo siamo meritati”. Li avete avvertiti gli echi delle celebrazioni nel capoluogo lombardo? Dove eravate ieri? Dove eravate nel 2003? Laura Corbetta, Ceo e Founder di YAM112003, si ferma un attimo, ci pensa e poi racconta l’inizio del viaggio, e il suo prosieguo, e l’oggi. «Quindici anni e non sembra vero. Un percorso ancora giovane, ma già maturo che possiamo suddividere in tre fasi. La prima, quella dei nuovi media, l’epoca della telefonia e delle sue possibilità improvvisamente moltiplicatesi. Il provare a rapportarsi, ma anche a capire come la nostra estrazione potesse trasferirsi in altri campi. Poi, 2006 al 2010 o delle acquisizioni, di Endemol Shine, o del branded entertainment ante litteram. Il terzo momento della storia, infine, ma non certo la fine, nel quale comincia a sorgere e si concretizza il modello di agenzia integrato, la produzione, l’ATL e il digitale, ma anche la tv e, dal 2015, l’approdo agli eventi. Il tutto con la partecipazione di clienti ormai classici, quali AIA, Sanpellegrino, Baci Perugina, Nespresso e Unicredit, lo sbarco sul pianeta finanza». Tutto d’un fiato, si rischia di arrivare in affanno agli appuntamenti odierni, al 2019. Che cosa è stato questo 2019? «Un anno che ha rispettato il budget e le previsioni, quindi una crescita attesa del fatturato del 5% (13,4 milioni circa), i ricavi dell’ultimo quadriennio che hanno fatto registrare un +50% complessivo. Una stagione ricca di acquisizioni ma anche di progetti inediti per brand consolidati: le news che riguardano Beko per la comunicazione digitale, Vitec Imaging Solutions, Twinings; le conferme portano il nome di Philadelphia e Jocca. E attenzione anche alla campagna targata Branca, un nuovo prodotto on air dal prossimo autunno. E poi la constatazione del nostro ruolo, sempre più preminente, nel ramo del branded entertainment, grazie ai progetti di “Upgrade” in onda su Italia 1 e di “BHeroes” on air su Sky. E non finisce qui: ci stiamo occupando anche di altri due programmi per Discovery e Rti, programmati per la stagione autunnale. Quest’anno abbiamo lavorato con profitto anche al restyling di Fine Dining Lovers, il magazine di S.Pellegrino e Acqua Panna». Il party milanese   Una mole di lavoro importante, quando non spossante: ha avuto delle ripercussioni nella struttura dell’agenzia? «La nostra è stata una crescita tumultuosa, confermata anche dal già citato +50% nei ricavi fatto registrare nell’ultimo quadriennio. All’interno di YAM112003 lavorano circa 120 persone. Tra crescita e consolidamento, mi fa piacere citare e ringraziare, oltre ai soci, Alberto Rossini, General Manager; Duccio Machnitz, Chief Financial Officer; Francesca Albano, Operations Director e Stefano Rocco, Strategic Services Director». E ora? A cosa aspirate per i prossimi 15 anni? Ma anche per i prossimi 15 mesi… «Ci piacerebbe operare nel segmento Automotive, ci siamo già passati con FCA, Nissan, Alfa Romeo e Ford, ma non in un’ottica adv. Per il resto, abbiamo sempre fame e il food rappresenta un territorio conquistato da approfondire ulteriormente, da verticalizzare, dirigendosi sempre più verso il consumatore finale. In generale, vogliamo continuare a essere consistenti e portare risultati sul lungo periodo». E mentre parliamo, attività e gare saranno in corso. In quante siete impegnate? «Siamo in ballo su 6 consultazioni che riguardano gli ambiti del Pharma, delle Assicurazioni e del Food (con Mondelez per Sottilette e il citato Philadelphia). Stiamo anche lavorando con clienti quali Solvay e Snam».

LEGGI
img
agenzie

Autore: Redazione - 26/07/2019


MMM Group presenta nuova struttura organizzativa e il nuovo CCO Michele Rossi

MMM Group, che ha da poco festeggiato i primi 25 anni di attività, chiude il primo semestre 2019 con un bilancio in linea con l’importante crescita prevista e annuncia una nuova struttura organizzativa, in cui tutte le attività del Gruppo opereranno sinergicamente per servire gli specifici mercati di riferimento con offerte coordinate e un sistema commerciale integrato, capace di veicolare e valorizzare tutti i servizi. La new entry Michele Rossi In questa direzione si annuncia l’ingresso di Michele Rossi, che assume l’incarico di Chief Commercial Officer con responsabilità sulla strategia e sviluppo commerciale del Gruppo, con particolare attenzione alla web agency PrimeWeb e alla media agency MediaMatic. Michele Rossi vanta una consolidata esperienza nel mondo della comunicazione digitale, avendo ricoperto diversi ruoli direzionali in aziende come FullSIX/DMC (Strategy & Business Development Director), Class Pubblicità (Direttore Vendite Internet), Starcom Mediavest (Head of Digital) e Zeotap (Business Development Director). I manager e i nuovi incarichi La società chiude il primo semestre del 2019 in forte crescita e rivela nuove modalità di collaborazione tra le attività del Gruppo, che opereranno sinergicamente per servire gli specifici mercati di riferimento con offerte coordinate e un sistema commerciale integratoGianluca Pravettoni e Stefano Leguti, entrambi co-founder di MMM Group, proseguono la direzione del reparto Creativo e di Sviluppo, assumendo rispettivamente il ruolo di Chief Creative Officer e Chief Technology Officer. Bianca Amendolagine, ad oggi Digital and Event Senior Project Manager, assume il ruolo di Chief Operating Officer, ampliando le proprie responsabilità a tutte le funzioni del reparto di produzione e project management, al coordinamento e all’ottimizzazione di tutte le attività operative e progettuali del Gruppo volte al raggiungimento degli obiettivi strategici e di business. Ilaria Riccio, che si è sempre occupata della direzione del reparto amministrativo assume il ruolo di Chief Financial Officer, mentre Valentina Usellini, con un trascorso iniziato in Aziende e Multinazionali e successivamente in Agenzie, viene nominata Chief Marketing Officer.  Rimangono invece invariati i ruoli di Pietro Cerretani, General Manager di DigitalEvents dal 2015, e di Enrico Dellavalle, General Manager di MediaMatic, mentre Nicola Cappricci, ad oggi Senior Project Manager, assume il ruolo di General Manager di MTicket.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy