ABBONATI

Walter Bonanno direttore generale di CityNews

Autore: Redazione


Il founder Luca Lani: “Le sfide da affrontare nel futuro più immediato si chiamano programmatic, native e mobile”

Walter Bonanno entra in CityNews nel ruolo di direttore generale. Il manager vanta una lunga esperienza nel settore media e advertising, maturata tra Publitalia ’80, Wind, Publikompass, Compass e DoveConviene. Il nuovo d.g. - spiega una nota - eredita dai founder Luca Lani e Fernando Diana, due linee di business, quella della raccolta nazionale e quella della raccolta locale, fino a oggi gestite separatamente e che insieme hanno fatto registrare un incremento di fatturato del 91% dal 2014 al 2015. Uno dei compiti principali sarà quello di riunire e sviluppare le due strutture, finora separate, in un’unica concessionaria interna che conta attualmente un totale di 75 sales account. “Per me Citynews rappresenta un felice ritorno al mondo dei Media e dell’Editoria - dichiara Walter Bonanno -, in un momento particolarmente intenso per il settore e che ritengo decisivo. Per questo motivo sono sinceramente contento di potermi unire ad un progetto raro nel suo genere e di poter affrontare con determinazione i cambiamenti e le sfide che ne deriveranno, potendo contare sulla solidità e credibilità di Citynews”. “Il nuovo direttore generale ha davanti a sé un compito sicuramente non semplice ma ricco di stimoli – aggiunge Fernando Diana -. Dovrà fare in modo che Citynews sia sempre un passo avanti ai suoi competitor e capace di anticipare le tendenze di un mercato e di una industry in continua evoluzione. Le sfide da affrontare nell’immediato si chiamano programmatic, native e mobile adv, ma sappiamo bene che nel mondo del web le sfide cambiano continuamente nome e Walter Bonanno è di sicuro la persona giusta per mantenere vivo lo spirito innovatore di Citynews e portarla sempre più ai vertici dell’editoria digitale italiana”.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 21/05/2019


Un diamante è per sempre, in Botswana ancora di più

"The Light at Start of Everything" è un poema visivo scritto da Iain Thomas per The Okavango Blue of Botswana, un Deep Blue Diamond da 20 carati straordinariamente raro ed estremamente prezioso. Il film esplora l'origine della pietra e la magica terra incontaminata a cui appartiene. In contrasto con l'esistenza di 3 miliardi di anni della pietra, riflette sulla natura transitoria delle nostre vite umane e ci ricorda che la luce all'interno del diamante è la stessa che esiste in noi. Veniamo tutti da qualcosa di eterno. E l'Okavango Blue è un modo per tenere quel "qualcosa" nelle nostre mani. Il film presenta gli abitanti del Botswana, perché la pietra appartiene a loro e tutti i proventi dell'asta, che avverrà entro la fine dell'anno a Christie's, torneranno nell'economia di questo piccolo paese africano. La firma è di TBWA.

LEGGI

Correlati

img
poltrone

Autore: Redazione - 13/05/2019


Anche Aurelio Tortelli lascia definitivamente da domani DDB

Dopo l’uscita di Emanuele Saffirio e quella successivamente annunciata di Francesco Vigoriti anche Aurelio Tortelli lascia DDB. Dopo avere ceduto infatti i ruoli di Direttore Creativo Esecutivo e di Chairman durante il 2018, Tortelli esce definitivamente dal Gruppo DDB Italia, in cui era ancora membro del board. Vigoriti e Tortelli non saranno più operativi in agenzia da domani. “Una separazione consensuale che conclude un percorso bellissimo - ha commentato Tortelli -, ringrazio la DDB per la fiducia che mi ha concesso in questi anni. Lascio un’agenzia a cui sono molto legato, anche perché in essa è confluita la realtà creata nel 2004 da me e dai miei soci Emanuele Saffirio e Francesco Vigoriti. Vado con la serenità di saperla nelle mani di un management capace e collaudato”. Tutto il Gruppo DDB Italia augura ad Aurelio Tortelli il meglio per le sue prossime avventure professionali e lo ringrazia per i tanti successi che, in questi anni, con il suo lavoro e il suo talento, ha contribuito da protagonista a far raggiungere all’agenzia.

LEGGI
img
poltrone

Autore: Redazione - 09/05/2019


Francesco Martini in Leo Burnett come Ecd della sede di Torino ed EMEA Creative Lead su FCA

Nell’ufficio di Torino di Leo Burnett entra Francesco Martini nominato Executive Creative Director della stessa sede torinese e EMEA Creative Lead su FCA. Martini sarà a capo del team creativo dell’agenzia di Torino guidata dal Direttore Generale Maurizio Spagnulo e assumerà direttamente la responsabilità sul cliente FCA a livello EMEA collaborando a sviluppare i progetti dell’agenzia e del network. Laureato in Filosofia, Francesco Martini ha iniziato la sua carriera nel 2003 come Copywriter in Leo Burnett. Ha lavorato in Leagas Delaney, prima di approdare in Publicis. Qui è stato Direttore Creativo della sede di Roma negli ultimi 5 anni, lavorando su brand come Renault, Dacia, Burn (Coca Cola Company), Rai e Tampax. Ha vinto 5 leoni al Festival di Cannes e altri numerosi premi tra cui D&AD, Clio, Eurobest, Epica, LIA, New York Festival, ADCI e Radiofestival. “Conosco Francesco da molti anni e apprezzo da sempre il suo lavoro e la sua empatia verso i clienti e i colleghi. Sono certo che contribuirà a sviluppare progetti rilevanti e soddisfare le alte aspettative a cui abbiamo abituato i nostri clienti”, dichiara Romeo Repetto, Ceo di Leo Burnett Italia. “La nostra agenzia - aggiunge Maurizio Spagnulo - è sempre in corsa verso nuove sfide per Brand con grandi ambizioni. Che si tratti di campagne pubblicitarie italiane o internazionali poco importa, gli obiettivi dei clienti sono i nostri obiettivi. E sono convinto che Francesco è la persona giusta per soddisfare queste aspettative grazie alla sua grande esperienza e l’entusiasmo che lo contraddistingue”.  

LEGGI
img
poltrone

Autore: Redazione - 08/05/2019


Grey ufficializza l’arrivo di Francesco Bozza: sarà VP Chief Creative Officer 

Ufficializzato l’arrivo di Francesco Bozza come VP Chief Creative Officer di Grey. “Il network Grey e il Gruppo WPP si arricchiscono di un eccellente talento creativo - commenta Marta Di Girolamo -. Oltre che un amico, Francesco è un professionista che ha firmato progetti di comunicazione memorabili per alcuni dei brand più rilevanti nel nostro mercato e su scala globale, pienamente riconducibili alla filosofia del Famously Effective che ispira il lavoro di Grey in tutto il mondo. Sono felice di tornare a lavorare con Francesco dopo alcuni anni dalla nostra prima collaborazione, e di inaugurare insieme a lui una nuova fase nella vita di questa agenzia”. Francesco Bozza proviene da FCB Milan, dove ha ricoperto il ruolo di Chief Creative Officer dal 2017, e ancora prima da Leo Burnett Italia dove dal 2014 è stato alla guida dei reparti creativi delle tre sedi di Milano, Roma e Torino. Prima di allora è stato Amministratore Delegato ed Executive Creative Director in Bcube e Direttore Creativo in Lowe. Durante la sua carriera ha vinto più di 100 tra premi nazionali ed internazionali tra cui Cannes, Clio, Eurobest, Epica, New York Festival e Art Directors Club Italiano. Nel 2015 è stato giurato al Cannes Lions International Festival nella categoria Film. Dal 2018 fa parte del Consiglio Direttivo dell’Art Directors Club Italiano, collabora con ZeligTV ed è l’autore, insieme a Gino & Michele, del successo editoriale “Anche le formiche nel loro piccolo postano” pubblicato da Baldini & Castoldi. “Credo fortemente che la nostra responsabilità agli occhi dei clienti non sia solo quella di risolvere un problema di business, ma di farlo attraverso idee brillanti - prosegue Bozza -. Sono nel posto giusto, perché da sempre Grey si distingue nel mondo per l'efficacia e il valore della sua creatività. Non vedo l'ora di poter mettere a disposizione dell'agenzia e del Gruppo WPP la mia passione, l'entusiasmo e l'amore che ho per questo lavoro. Sono felice di ritrovare Marta, con la quale ho condiviso anni di lavoro e di progetti per clienti molto importanti come BMW e Coca-Cola. Conosco la sua professionalità, il suo talento, il suo approccio al lavoro e la sua capacità di relazionarsi con i clienti. Insieme sono sicuro che costruiremo un'agenzia con un livello di eccellenza ancora più alto”.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy