ABBONATI

Mediaset: spot a difesa degli editori italiani esorta gli investitori a pianificare solo su mezzi nazionali

Autore: S Antonini


Il Biscione scende in campo e non risparmia un attacco ai “giganti del web”; Andrea Delogu, Vice Direttore Generale Informazione Gruppo Mediaset: «Media e pubblicità insieme per ricostruire la fiducia»

Mediaset scende in campo a difesa degli editori italiani, esortando gli investitori pubblicitari a pianificare solo su mezzi nazionali: «Se sei un’impresa che fa pubblicità, scegli la serietà degli editori veri, investi con gli editori nazionali. Anche con la pubblicità difendiamo i posti di lavoro italiani» recita lo spot in onda sulle reti del Biscione in questi giorni, che fa seguito a un’altra comunicazione mandata in onda a marzo, nella quale il gruppo televisivo di Cologno Monzese invitava gli spettatori a fidarsi solo degli editori “seri” contro gli spacciatori di fake news.

Che poi sono le grandi piattaforme digitali, cui anche il più recente video non risparmia un attacco diretto, pur non citandole per nome. “In un momento così delicato, non esponiamo le aziende alle trappole delle fake news. Basta con il caos dei click, basta con i giganti del web che non pagano le tasse e non danno lavoro”.

L’azienda guidata da Pier Silvio Berlusconi spinge sull’acceleratore approfittando di ascolti in forte crescita nel periodo del lockdown di oltre il 39% nel daytime e oltre il 36% nel prime time, a cui corrisponde un altrettanto pesante impatto negativo sul fronte della raccolta, pari al 39,1% secondo le stime presentate la scorsa settimana a corollario dei risultati trimestrali di bilancio.

L’adv per recuperare fiducia

Secondo gli studi di GroupM rilasciati nei giorni scorsi, nei mesi di marzo e aprile 2020 ha perso il 50% degli investimenti pubblicitari rispetto all’anno scorso, e l’anno chiuderà con una contrazione tra il 17% e il 20%. «Oggi l’imprenditore che fa pubblicità è un eroe, deve lavorare su modelli di consumo completamente cambiati e senza risorse» commenta Andrea Delogu, Vice Direttore Generale Informazione Gruppo Mediaset, ospite del ciclo di appuntamenti “Wake up innovators” di Connexia condotto dalla corporate communication director dell’agenzia Zornitza Kratchmarova.

«I dati sugli andamenti di mercato sono impietosi – prosegue Delogu -, ma i paragoni con le grandi crisi del passato non sono totalmente appropriati. Questo “cigno nero” ha caratteristiche del tutto originali in termini di durata e di comportamenti che ha generato, su questi ultimi dovrà lavorare la pubblicità oltre che sulla ricostruzione della fiducia».

Andrea Delogu dentro.jpg

Andrea Delogu

 

Il ruolo dei media nella ripartenza

Delogu sottolinea la rilevanza del ruolo svolto dai principali media italiani nel soddisfare la grande richiesta di informazione da parte dei cittadini durante il lockdown. «In periodo di crisi si torna ai fondamentali, e sopravvive solo chi è autorevole. L’autorevolezza è strettamente legata alla tracciabilità delle fonti, e se sbagli la paghi cara. Oggi i consumatori vogliono sapere le origini di un prodotto prima di acquistarlo, lo stesso deve valere per l’informazione».

L’informazione autorevole sarà un cardine della ripartenza post Covid, dove i media «vanno considerati in armonia senza quei paletti che un tempo separavano la televisione, la radio, i giornali». In questo nuovo scenario «per vincere bisogna essere uniti, altrimenti si perde. E questa partita include la pubblicità, che è l’anima dell’impresa ed è anche connessa con l’intrattenimento, e l’informazione. Siamo consapevoli che viviamo di pubblicità. Dobbiamo lavorare insieme per ridare fiducia ai consumatori, ai cittadini, alle aziende, allo Stato».


img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: D Sechi - 07/01/2021


Meetic celebra l'inizio di una storia vera

Dall’avvio della campagna “Dai inizio a qualcosa di vero”, Meetic, l’app di dating online leader del settore, ha costantemente celebrato l’impegno dei single nella ricerca dell’amore e la loro autenticità. Il marchio, infatti, ha cura di ogni piccolo dettaglio del dating journey, ossia di ogni momento che accompagna l’inizio della conoscenza con un potenziale partner, dal primo messaggio fino al fatidico “ti amo”, dal primo selfie insieme, fino alla foto della prima vacanza di coppia. Tutti momenti che il 57% dei single Meetic dichiarano di essere pronti a vivere, specialmente in questa epocacosì controversa. Per il lancio della sua nuova campagna, Meetic ha voluto mostrare l’inizio di una relazione sin dai primi momenti, quando le persone iniziano a sentirsi coinvolte. Ecco quindi ritratto in uno spot il percorso di innamoramento, dal primo messaggio in chat fino al primo appuntamento. Due vite che si incontrano e, grazie a Meetic, diventano una sola. Per raccontare e rendere al meglio questo momento magico, Meetic e Marcel agency hanno scelto di usare lo “split screen” che consente di mostrare la vita dei single protagonisti contemporaneamente, entrambi immersi nel loro universo quotidiano, caratterizzato da una palette rappresentativa scelta per ognuno di loro. Grazie a Meetic, presenza costante come mobile app in tutti i frame dello spot, ripercorriamo le vicende che portano i single a incontrarsi e a godere del loro romantico primo appuntamento. Lo spot conduce lo spettatore in un piccolo viaggio che mette in risalto l’impegno di ognuno dei protagonisti, dalla ragazza che invita il proprio date ad una colazione improvvisata, piuttosto che a cena, all’artigiano che si impegna a creare un regalo in legno, fatto con le sue mani, per la ragazza musicista che dovrà incontrare, fino all’ultima storia che mostra l’accurata scelta di un luogo particolare per il primo appuntamento. E chi meglio del duo di registi Réalité, una coppia nella vita così come dietro la cinepresa, poteva creare la chiave giusta per incoraggiare tutti i single ad iniziare la loro personale storia vera? Quest’anno, Meetic e Marcel agency, si sono affidati ai registi spagnoli Jason Causse e Alba Solé (Big Productions) per realizzare un video che prosegue nell’intento del brand di mostrare momenti veri di impegno reciproco nella ricerca dell’amore, una promessa che Meetic desidera portare avanti ancora di più nel nuovo anno.  La campagna prevede ben 8 formati che saranno divulgati in altrettanti paesi: un formato da 60’’, vero e proprio inno ai single desiderosi di iniziare qualcosa di vero, 3 formati da 20’’ che svelano il momento iniziale delle 3 storie rappresentate e, infine, 4 formati da 10’’ focalizzati sui vari strumenti che l’app Meetic offre a tutti i suoi users (videochiamata, la profilazione di persone con interessi comuni e soprattutto gli eventi) ALa campagna è pianificata in tv, in radio e in tutti i canali digital supportata dai diversi formati, filtri e altri contenuti coinvolgenti. 

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy