ABBONATI

Gruppo icat si muove in favore della cultura della comunicazione: nasce la divisione ComMeet

Autore: D Sechi


L’agenzia padovana lancia un progetto di condivisione e approfondimento, tra eventi e ricerche di mercato. Intanto la struttura punta sempre più sul digitale, a un 2016 sui 5 milioni e acquisisce Groupon

Una volta raggiunta la maggiore età occorre prendersi delle responsabilità. Classica sentenza che somiglia a un invito e che si perpetua di generazione in generazione. Dalle parti di Padova un signore che si chiama Claudio Capovilla crede ai vecchi e saggi detti e, spenta la 21esima candelina del progetto icat, struttura da lui fondata e portata avanti, ha deciso di passare a uno stadio successivo. Dopo essersi ritagliata nel tempo una posizione di rilievo nel panorama italiano della comunicazione e del marketing, muovendosi con profitto fra strategia, creatività, architettura e retail marketing, digital, ufficio stampa ed eventi per offrire servizi integrati a brand italiani e multinazionali come, fra gli altri, Mokarabia, Police, Università degli Studi di Padova, Fini, Forno d’Asolo, DiFrutta, Baxi, Fisher Italia, Grohe, Fondazione Cassa di Risparmio Cariparo, aprendo nel contempo ulteriori sedi a Milano e Modena (con 60 dipendenti), l’agenzia fonda oggi icat ComMeet. Incontri inaspettati e conoscenze condivise Come un invito che arriva all’improvviso: vediamoci, capiamoci, condividiamo, magari potrebbe nascere qualcosa di nuovo. Icat ComMeet, quasi un progetto distensivo, distante ma non lontano dalle classiche logiche della comunicazione imprenditoriale odierna. Pensato per manager, imprenditori, professionisti e addetti ai lavori cui proporre eventi, incontri e ricerche. Se volessimo ricercare un’origine etimologica del marchio ci troveremmo di fronte a una tavola imbandita: l’unione di “comunicazione” e “meeting”, con la speciale dedica a chi vuole fare e ricevere cultura del marketing e della comunicazione. La rampa di lancio è già calda: nomi illustri affronteranno temi cruciali come il posizionamento di marca, le dinamiche del mercato B2B, lo storytelling. La direzione del progetto è stata affidata ad Albino Ponchio, professionista di lunga esperienza sia in aziende sia in agenzie (già direttore marketing per Luxottica, vice direttore di Tbwa, managing director di Carat, ceo in MediaedgeCia, relatore in prestigiosi istituti universitari come Università di Venezia e Bocconi) Se vuoi… approfondiamo: i primi appuntamenti Icat ComMeet nasce come risposta a una esigenza di conoscenza che mercati sempre più interconnessi e aperti richiedono alle aziende, ai manager e ai professionisti. Per rintracciare inedite chiavi di lettura che possano supportare il business. L’obiettivo di questa iniziativa, quindi, è offrire un servizio che consenta agli operatori del settore di entrare in contatto con tendenze e best practice. La filosofia e il metodo sono ispirati ai valori dello scambio, del confronto intellettuale fra idee ed esperienze. E non si dovrà attendere molto: brand positioning, storytelling e content strategy, sono questi i temi dei primi due eventi organizzati da Icat ComMeet. Si tratta di Eventi Manifesto, così chiamati perché vogliono entrare nel dettaglio di temi caldi del marketing e comunicazione attraverso l’esperienza diretta di specialisti italiani. La prima data da segnare in agenda è mercoledì 28 settembre, a Padova - presso l’hotel Four Points by Sheraton - dove sarà ospite Giorgio Presca, a.d. del Gruppo Geox. Il suo intervento sarà dedicato alle strategie utili per posizionare la marca nella mente dei consumatori, conquistando un’identità distintiva. A seguire, Paolo Manocchi - life e business coach per molte aziende italiane - proporrà “Gli 8 valori che fanno volare”, un viaggio attraverso le emozioni per riscoprire quei valori che fanno la differenza nella vita di ognuno. Il secondo appuntamento, il 7 novembre, sarà dedicato allo storytelling e content strategy per lo sviluppo del brand con un intervento di Andrea Fontana, figura di spicco dello storytelling in Italia. A questi eventi Manifesto si affiancheranno degli appuntamenti con una forte verticalizzazione su alcuni settori. Il primo appuntamento sarà dedicato al processo di creazione del valore nei mercati B2B, attraverso un’analisi delle dinamiche di acquisto, gli stakeholder, il ruolo della marca e dei valori immateriali. Al fianco di questi eventi pubblici sono previste inoltre iniziative che cominceranno nell’autunno 2016 e proseguiranno poi nel corso del 2017. Saranno realizzate ricerche di mercato, attraverso il contributo scientifico di università italiane, che andranno a indagare alcuni aspetti della comunicazione in relazione a specifici settori produttivi e merceologici, come il mondo B2B, il B2C, il fashion, il food e il retail. Qui mondo icat, si cresce in doppia cifra, Groupon new client Un nuovo progetto che nasce all’interno di una realtà che «soprattutto negli ultimi quattro anni sta conoscendo una crescita sostanziosa», sostiene Capovilla; «Una crescita del 10% ogni anno. Quattro milioni di fatturato fatti registrare nel 2015 e per quest’anno ci attendiamo 5 milioni». Icat fa parte di Unicom, il nuovo progetto ha già l’appoggio dell’associazione e magari di qualche sponsor? «Non abbiamo ancora parlato con le associazioni, vogliamo prima dimostrare l’effiacia del progetto. E questo riguarda anche i possibili investitori esterni, così per il primi due anni ComMeet sarà auto prodotto». E infine, quanto pesa il digitale all’interno del business dell’agenzia? «Al momento circa il 30%, entro il 2017 vorremo arrivare al 40% e nel 2018 al 50%», conclude Capovilla. Intanto l’agenzia ha fatto in tempo ad acquisire come nuovo cliente Groupon.

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 22/03/2019


The Lift

La più classica delle scene cinematografiche diviene il centro del nuovo spot di Bianco, brand di calzature danese nato nel 1987. L’ascensore - The Lift - è il luogo ideale per raccontare una storia, una storia che come tante vede protagonisti un ragazzo e una ragazza che non hanno il coraggio di parlarsi e di rivelarsi l’attrazione reciproca. “Esci fuori dalla tua testa”, è questo l’invito finale del commercial da quasi 5 minuti, realizzato dall’agenzia &Co.. Uno spot davvero davvero emozionante che ci fa immedesimare con i protagonisti.

LEGGI

Correlati

img
eventi

Autore: Redazione - 22/03/2019


“Be original, brave, entertaining”: OBE Summit torna a Milano il 14 maggio

OBE - Osservatorio Branded Entertainment, associazione che studia e promuove la diffusione sul mercato italiano del branded content & entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca, torna il 14 maggio dalle 9:30 in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli con OBE Summit. Per l’edizione 2019, a fare il punto sullo stato del mercato e sulle tendenze future del BC&E, tra interventi inspiring, dati di scenario e ricerche OBE, international keynote speaker e rappresentanti della industry: un mix unico nel panorama italiano, che ha reso OBE Summit l’evento unico e imperdibile per i manager del settore. “Be original, brave, entertaining” Alla filiera oggi viene chiesto di essere autentici, coraggiosi, coerenti. Per appassionare, con contenuti in grado di coinvolgere emotivamente l’audience e trasmettere i valori del brand. Ai lavori della mattina, incentrati su mercato, best case e modelli di business, seguirà nel primo pomeriggio una Fuse Masterclass d’eccezione: lo storytelling secondo lo scrittore Alessandro Baricco. “L'industria del branded content & entertainment si va consolidando - commenta Anna Gavazzi, Direttore Generale OBE -: crescono gli investimenti, cresce la consapevolezza delle aziende su come utilizzare questa leva di comunicazione, cresce l'expertise e la competenza degli attori che lavorano nel BC&E, e cresciamo anche noi come Associazione con, a oggi, più di 45 aziende associate. E anche OBE Summit cresce di conseguenza. Quest'anno vogliamo regalare a chi parteciperà una giornata veramente inspiring, che dia l'idea di dove stiamo andando come industry, di quali sono le tendenze in atto e di cosa ci riserva il futuro”.

LEGGI
img
eventi

Autore: Redazione - 21/03/2019


YouEvents partner del Gruppo Montenegro per la strategia e le attività on field di The Kraken

Il Gruppo Montenegro, distributore in esclusiva per l’Italia di The Kraken, ha scelto per tre anni consecutivi YouEvents, la boutique creativa specializzata nel live branded content, per l’ideazione e la realizzazione nel nostro paese delle attività on field del noto spirit brand internazionale. La collaborazione, partita nel maggio 2017, ha visto in quel primo anno più di 70.000 persone “rivivere” la leggenda di Kraken: una piovra gigante nel cuore dei Navigli e una chiatta di 10 metri sono stati il cuore dello spettacolare live storytelling organizzato da YouEvents, che generò un incremento spontaneo della cassa di risonanza dell’evento di lancio di prodotto. L’anno scorso Nel 2018 YouEvents ha proseguito la collaborazione e sviluppato una live experience di grande successo, dove la capacità di tradurre valori e mood di un brand disruptive, come l’unconventional Blend di Rum, ha portato ad un’ulteriore evoluzione dell’evento ed è stato costruito il sequel The Kraken Invasion 2018,che ha visto ancora una volta protagonista assoluto dei Navigli di Milano il leggendario mostro marino icona del brand. I numeri testimoniano il successo dell’operazione, un engagement che ha superato un milione di individui e più di 80 mila persone entrate in contatto, dal 31 maggio al 16 giugno, con il brand attraverso:13 locali della zona Navigli dove entrare diventava un’esperienza indimenticabile grazie alle spettacolari attività inscenate da YouEvents; il Big Event, Meet The Kraken, che ha concluso l’operazione. Il Gruppo Montenegro, a seguito del successo, ha voluto nuovamente YouEvents per l’organizzazione, ad Halloween, del The Kraken ScreamFest 2018. Approdato per la prima volta in Italia dopo il grande successo riscosso in UK e realizzato in contemporanea con altri Paesi europei, ScreamFest è stata una grande festa stile horror, a Milano. The Kraken Valentine 2019 In questo inizio di 2019 YouEvents ha nuovamente collaborato con il Gruppo Montenegro e il Rum è diventato il protagonista di un San Valentino “controcorrente”: The Kraken Valentine 2019. A Milano, il 14 febbraio, coppie, single, gruppi di amici alla ricerca di un San Valentino alternativo hanno potuto vivere una serata senza romanticismi, dove immergersi in un’atmosfera ‘dark’, fra cocktail, cena ispirata al mondo oscuro del mostro marino, afterdinner e gift-ricordo. È stato ricreato un ambiente cool ed elegante, tutto ‘in nero’, un luogo dove sono successe cose inaspettate, con le incursioni di una vedova inconsolabile dal cuore spezzato che ha raccontato la storia di come ha perso il suo grande amore, “un coraggioso capitano di mare inghiottito dal Kraken”.  L’evento ha avuto una grande risonanza sia a livello mediatico che a livello digital: una reach totale di 36.562.604.

LEGGI
img
eventi

Autore: Redazione - 21/03/2019


Il Foglio Sportivo raduna i protagonisti del mondo dello sport allo stadio Meazza il prossimo 29 marzo

Giornalisti sportivi, atleti, manager, esponenti delle istituzioni del mondo dello sport si danno appuntamento il 29 marzo allo stadio Meazza di San Siro a Milano per la giornata promossa da Il Foglio Sportivo, dal titolo “Il Foglio a San Siro. Un altro modo di raccontare lo sport”. L’iniziativa fa capo all’inserto di quattro pagine dedicati alla narrazione dello sport, e non solo del calcio, che ha debuttato sul quotidiano diretto da Claudio Cerasa lo scorso agosto conquistando il favore dei lettori. «Il Foglio Sportivo è partito un po’ in sordina, e oggi vediamo che piace, è molto letto» spiega Piero Vietti, caporedattore del Foglio, che ha curato l’organizzazione dell’evento. Tra i brand che sostengono l’iniziativa ci sono Intesa San Paolo, Poste Italiane, Enel, Parmigiano Reggiano, Peroni, Italo. L’evento di venerdì prossimo è la prima iniziativa sul territorio del Foglio Sportivo e vedrà la partecipazione, da un lato, dei “narratori”, coloro che raccontano lo sport come Alessandro Bonan, Riccardo Magrini, Giorgio Terruzzi; dall’altro ci saranno i “protagonisti”, coloro e a vario titolo animano il mondo dello sport. Tra gli atleti, saranno nel panel la pattinatrice di short track Arianna Fontana, il nuotatore Gregorio Paltrinieri (in video), la marciatrice Eleonora Giorgi, i rugbisti Matteo Minozzi e Michela Sillari, le calciatrici Irene Santi e Daniela Sabatino. Tra le altre personalità l’ex campione di motociclismo Giacomo Agostini, Andrea Agnelli, Giuseppe Marotta, Paolo Scaroni, Mauro Berrruto, l’amministratore delegato della Lega di Serie A Luigi De Siervo, Marco Tronchetti Provera, l’attore Giacomo Poretti, l’allenatore Mauro Berruto, il segretario generale della Fidal Fabio Pagliara, Filippo Galli, Giovanni Malagò.

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy