ABBONATI

Ad-blocking: come catturare l’attenzione dei consumatori

Autore: Redazione


Ecco le tre strategie dell’azienda per rispondere a questo obiettivo: contenuti coinvolgenti, personalizzati e caricamento senza buffering

Contributo di Sophie Rayers, director of marketing for Emea & Latam di Brightcove
Sophie Rayers Sophie Rayers L’utilizzo sempre più frequente di filtri per il blocco della pubblicità online sta causando diversi problemi ai brand e ai marketer e non sembra che la situazione possa risolversi in poco tempo. Sono in molti nel settore a esprimere preoccupazione sul futuro dei contenuti video sponsorizzati, ma Brightcove ha un approccio diverso. Secondo Brightcove, l’ad-blocking è un’opportunità per i marketer che vogliono migliorare e rivitalizzare l’esperienza online creando contenuti pubblicitari più coinvolgenti, che garantiscano il raggiungimento di ottimi risultati. Dopotutto, non è possibile produrre contenuti a costo zero e i brand hanno ragione di monetizzare i video che realizzano. Ma allo stesso modo i consumatori hanno il diritto di evitare esperienze pubblicitarie poco interessanti. Quindi, chi deve essere accontentato? Per fermare l’utilizzo massivo di filtri che bloccano le inserzioni online è necessario soddisfare entrambe le parti. Di seguito abbiamo indicato una strategia in tre punti che può aiutare i brand a migliorare l’esperienza online dei consumatori, che sono sempre più portati a bloccare le inserzioni che precedono i video, e ottenere il giusto equilibrio tra contenuto e sponsorizzazione. 1) Realizzare pubblicità coinvolgenti Il primo passo da compiere è accertarsi di produrre contenuti interessanti. Ciò comporta il passaggio da contenuti elaborati per il coinvolgimento di un pubblico generico a contenuti realizzati per l’interesse di un individuo che può interagire con il contenuto pubblicitario. Con questo genere di inserzione, lo spettatore può decidere quali contenuti pubblicitari ricevere, rispondere a questionari o addirittura essere disponibile a guardare ulteriori video online. L’obiettivo finale di una pubblicità è diventare parte integrante dell’esperienza del consumatore, un’unica esperienza video in grado di intrattenere lo spettatore, indipendentemente da quello che ha deciso di guardare. 2) Aggiungere un tocco personale Più i consumatori sono coinvolti, maggiore è la quantità di dati che sono disposti a condividere – e il successivo inserimento di queste informazioni nel processo creativo è la chiave per il miglioramento dell’esperienza pubblicitaria offerta ai consumatori, per garantire che ciascuno di loro abbia un’offerta personalizzata. Il re-marketing basato sulle pagine che un consumatore ha visitato è importante, ma offrire un’esperienza video personalizzata basata sugli insight raccolti dalle precedenti visualizzazioni  garantisce una relazione sempre più solida tra il brand e il consumatore. Una soluzione che stanno adottando molti nostri clienti è offrire un’esperienza video personalizzata attraverso i portali video. Alcuni di loro hanno realizzato siti web per un target di consumatori preciso, altri hanno combinato video e personalizzazione dei contenuti, riconfigurando i filmati nel portale secondo l’attività e le visualizzazioni dell’individuo sul sito. 3) Porre fine al buffering Realizzare contenuti interessanti e personalizzati è solo una parte della strategia. Per ottenere risultati soddisfacenti è fondamentale il processo di distribuzione dei contenuti. I consumatori sono impazienti e la loro aspettative sono sempre più grandi. Ciò significa che i brand hanno il compito di distribuire contenuti in modo agile e veloce, offrendo un’esperienza di consumo sempre più simile a quella che trovano davanti alla tv, indipendentemente dalla durata. Un modo per ottenere questo risultato è inserire i contenuti pubblicitari nel flusso del video passando al cloud, come consente di fare Brightcove Lift. Questa soluzione è in grado di evitare i filtri che bloccano le inserzioni, consente di monetizzare i contenuti (una grande vantaggio per i marketer) e pone fine al buffering e all’interruzioni che possono irritare lo spettatore (un grande vantaggio per i consumatori). In questo modo entrambe le parti sono soddisfatte. Dal momento che il fenomeno dell’ad-blocking è in aumento nel 2016, i marketer hanno l’opportunità di fornire ai consumatori una soluzione a lungo termine contro la pubblicità non interessante. Progettando una nuova esperienza video online, supportata dalla pubblicità, e producendo contenuti che i consumatori di oggi vogliono guardare, i marketer possono sconfiggere l’ad-blocking e inaugurare una nuova era della pubblicità online.

Tag:

Tv

img
Special Content

Autore: Redazione - 15/11/2018


“Digitale, singolare, femminile”: tutti i numeri del portale verticale DiLei

Pianificare pubblicità su DiLei significa raggiungere un target molto ampio e di pregio. Il magazine infatti è saldamente nel podio dei siti al femminile italiani, con una total digital audience di 4,5 milioni di utenti mensili, di cui il 63 % composto da donne, con un’elevata percentuale di istruzione superiore, pari all’81%. Inoltre, a livello di di profilazione del target, la CRU (Custom Roll Up) Responsabile d’acquisto pesa per DiLei il 72%. Ciò significa che se un inserzionista pianifica una campagna su DiLei va a interessare l’audience più protagonista della spesa delle famiglie italiane. Grazie ai dati di prima parte di Italiaonline, le campagne in audience targeting hanno risultati superiori ai benchmark di mercato, in particolare su alcuni target di eccellenza, tipicamente le fasce d’età più alto spendenti, sia donne che uomini. Relativamente alle campagne in audience targeting su DiLei, la viewability dei formati preroll su desktop è al di sopra dell’80% (dati Moat, set-ott ’18) e la viewability dei formati MPU top su tutti i device è dell’80% (dati IAS, set ’18) per una brand safety complessiva del 98% (dati IAS, 1H ’18). Pianificare su DiLei è possibile in tutti i formati per mezzo dell’offerta che iOL Advertising, la concessionaria di digital adv di Italiaonline, mette a disposizione degli inserzionisti, con ottimi risultati in termini di viewability e completion rate, in un ambiente assolutamente brand-safe.

LEGGI
img
spot

Autore: Redazione - 05/01/2022


The Ad Store porta in tv il nuovo spot di Calciatori Panini 2021-2022

È on air la nuova campagna dedicata alla collezione più attesa dagli appassionati di calcio di tutte le età: Calciatori Panini 2021-2022. Lo storico brand di figurine ha scelto, per il terzo anno consecutivo, la creatività di The Ad Store che, con il claim "Una passione che lascia il segno", porta in tv uno dei gesti più chiacchierati del calcio moderno: quello della VAR. "Strappa, incolla, scambia: l'album Panini è da sempre fortemente legato alla gestualità”, racconta Giulio Nadotti, Creative Director di The Ad Store. “Siamo partiti da questo insight sul prodotto e da una delle novità più importanti della collezione 2021-2022 - il nuovo formato delle figurine - per sviluppare uno storytelling basato su uno dei gesti più iconici del calcio italiano e dargli un significato tutto nuovo, ma soprattutto positivo legato all'atteso ritorno in edicola delle figurine dei calciatori". “La proposta di The Ad Store ci è piaciuta perché fa leva, in modo creativo, su una delle principali novità del nostro album, trasformando un gesto ormai noto in ambito calcistico, capace di creare suspance in tutti i tifosi, in un elemento decisamente positivo, identificabile con il nostro brand e al lancio della Collezione 2021-2022”, spiega Alessandro Folloni, Product Manager di Panini. Oltre alla tv, con diversi formati multisoggetto da 20”, 15” e 10”, la pianificazione prevede anche il digital - con attività social e di digital PR attraverso influencer e ambassador Panini. La produzione è di Fargo Film con la regia di Alessio Fava.   Credits Panini Antonio Allegra - Direttore Mercato Italia, Prodotti Collezionabili Alessandro Folloni - Product Manager - Collectibles Dept.   The Ad Store Giulio Nadotti - Creative Director Antonella de Gironimo - Senior Copywriter & Strategist Nicolò Amoretti - Art Director Daniele Iafulli - Copywriter Michele Febbroni - Client Director Marta Gerosa - Agency Producer   Fargo Film Nicolò Dragoni - Executive Producer Federico Mazzola - Executive Producer Alessio Fava - Director Martino Pellion Di Persano - DOP Lorenzo Casati - VFX

LEGGI

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy