ABBONATI

Il mondo Daily

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti?
Iscriviti, scopri la nostra offerta e seleziona il pacchetto che meglio si adatta alle tue esigenze.

Stella Artois presenta la sua nuova campagna, online e su pv
“Anche tu meriti una Stella Artois”: questo il claim della nuova campagna invernale della Premium Lager del gruppo AB InBev. Infatti, la storia di Stella Artois è profondamente legata al Natale: il brand nasce nel 1926 proprio come birra natalizia, in omaggio all’iconica Stella di Natale e al nome del brewmaster Sebastian Artois. FCB Milan Stella Artois accompagnerà i suoi consumatori per tutto il periodo natalizio con un’attivazione in più fasi e multicanale, ideata dall’agenzia FCB Milan. Al centro dell’iniziativa, un’attività di cashback su tutto il territorio nazionale, supportata da creatività ad hoc, pianificazione digital con banner promozionali su numerose piattaforme online, nonché sui canali Facebook e Instagram. Pianifica Vizeum. Cashback Infatti, fino al 31 dicembre, comprando almeno 10 euro di birra Stella Artois con uno scontrino unico, si riceverà il 50% di rimborso. Per ottenere il cashback, sarà sufficiente collegarsi al sito www.stellatiregalaunastella.it entro un massimo di 7 giorni dall’acquisto ed effettuare la registrazione, selezionando la modalità di rimborso (IBAN cc, IBAN carta ricaricabile oppure carta ricaricabile PostePay). Una volta completata la registrazione e confermata la richiesta attraverso il link comunicato via mail, si otterrà il rimborso. Ciascun consumatore potrà̀ richiedere al massimo un rimborso nel corso dell’intero periodo dell’attività̀ promozionale.
https://www.dailyonline.it/it/2019/stella-artois-presenta-sua-nuova-campagna-online-su-pv
campagne
img
Pinterest entra in una nuova fase e passa «dalla ispirazione all’azione»
Pinterest è universalmente incluso nell’insieme dei social network, ma rispetto agli altri ha caratteristiche del tutto anomale. L’orientamento molto più personale con cui l’utente approccia alla piattaforma fa di essa la destinazione su cui cercare ispirazione e sviluppare le proprie idee. Più che quelle della condivisione, l’affaccio alle bacheche degli altri utenti prende la forma di una contaminazione. Ai piani alti della company si sono accorti della propensione degli utenti al reperimento dei prodotti che inquadrano nelle loro board, ed è da qui che è partita la nuova fase dell’azienda. La user experience si fonde con le opportunità commerciali per i brand in un modo totalmente naturale e questa dinamica ha suggerito un passo deciso nella direzione del commerce. «Il buon advertising è quello che ti permette di realizzare quello che hai in testa, spiega Jon Kaplan, Global Head of Partnerships di Pinterest, a DailyNet. Un’affermazione che si traduce, nei fatti, con nuovi prodotti orientati a realizzare i desideri (d’acquisto) dei consumatori. Le Shopping Ads, infatti, hanno succeduto l’introduzione dei cataloghi nei Paesi anglofoni, e presto arriveranno in Italia, dove la piattaforma conta 10 milioni di utenti attivi visitatori unici al mese secondo comScore e un forte presidio dei verticali su cui Pinterest è più efficace: fashion, del food, del beauty e del travel. DailyNet ha incontrato Jon Kaplan, Global Head of Partnerships di Pinterest, per approfondire la nuova direzione presa dalla società. Avete da poco presentato un aggiornamento del design della vostra app. Quale strategia c’è alle sue spalle? Educare le persone all’utilizzo della piattaforma è lo scopo primario del recente aggiornamento della nostra app. Pinterest è uno strumento disegnato attorno ai consumatori, vuole essere una piattaforma utile alla costruzione delle idee, e l’aggiunta della parte commerce è il tassello che permette di trasformare queste idee in realtà. È funzionale per una serie di segmenti, in particolare quelli del fashion, del food, del beauty e del travel. Nel segmento dei principali network, Pinterest assume un posizionamento e una funzione molto diverse dagli altri… Presenta differenze fondamentali rispetto agli altri network. Se i vari Facebook, Instagram e Snapchat sono dedicati alla condivisione della propria vita e dei propri gusti, Pinterest consente di pianificare la propria vita salvando, per sé stessi, le idee all’interno di differenti bacheche, con l’obiettivo di elevarle aggiungendo sempre più ispirazioni. Per dare ulteriori suggerimenti agli utenti e facilitare il reperimento di nuove idee o ispirazioni abbiamo poi sviluppa to team e tecnologie di artificial intelligence dedicati alla costruzione di board consigliate. Quanti sono gli utenti che frequentano la piattaforma a livello globale? E quanti lo fanno in Italia? L’audience globale della piattaforma conta 300 milioni di utenti mensili, che producono circa 200 miliardi di Pin. In Italia, invece, i visitatori unici mensili sono 10 milioni. Qual è l’equilibrio tra la user experience e il lato commerciale di Pinterest? Stiamo lanciando un nuovo design che dia risalto alle immagini, conferendo alla piattaforma un impatto visuale più accattivante. Gli advertiser hanno sempre considerato Pinterest come un prodotto unico per quanto riguarda l’intent purchase, ma i motivi che hanno portato allo sviluppo della piattaforma non prevedevano un forte orientamento al business. Quello che abbiamo perseguito nello sviluppo della nuova interfaccia è la creazione di una user experience migliore, che sia in grado di allineare brand e utenti. Quali possibilità mettete a disposizione degli advertiser? Come si compone la vostra offerta pubblicitaria? I consumatori sono molto propensi a interagire con i post, e con le Shopping Ads abbiamo spostato il nostro orientamento in questa direzione. Abbiamo lanciato da poco i Cataloghi e la possibilità di acquisto direttamente dalla piattaforma, passando così dalla ispirazione all’azione. Vogliamo rendere lo shopping pervasivo e stiamo cercando di capire quali aree di Pinterest siano adatte a contenere la possibilità dell’acquisto online. Per quanto riguarda le pagine dei brand, abbiamo già costruito delle tab che permettono divisioni per prodotto e lo sviluppo di feature personalizzate. Quando sarà possibile vedere le Shopping Ads in Italia? Le Shopping Ads arriveranno in Italia tra qualche mese. Per ora sono disponibili nei Paesi anglofoni, dove stanno ottenendo grandi performance. È stato importante inserire i Cataloghi, così da avere materiale, in termini di prodotti, da poter proporre agli utenti. Alla luce di quanto detto, ovvero del passaggio dall’ispirazione all’azione, quale sarà il futuro di Pinterest? Stiamo entrando in una nuova fase dell’azienda. Il primo passo è la valutazione della risposta degli advertiser, degli insight e delle intenzioni d’acquisto espresse dagli utenti nel mercato Usa. Puntiamo a proporre una value proposition unica, continuando ad alimentare la complementarietà tra l’ispirazione e l’azione. Per ora con lo shopping, poi, magari, collegando tutti i Pin con la loro funzione finale, perché a volte l’azione ha un significato diverso dall’acquisto. Il buon advertising, secondo noi, è quello che ti permette di realizzare quello che hai in testa. E nella nostra piattaforma tutto questo avviene in maniera nativa, è la finalità che spinge gli utenti ad utilizzare Pinterest. ​
https://www.dailyonline.it/it/2019/pinterest-entra-una-nuova-fase-passa-dalla-ispirazione-allazione
aziende
img
Digital e social escono dal perimetro di gara di GrandVision: Wavemaker decide di ritirarsi. In lizza per l’offline Media Italia, PHD e Starcom
Aggiornamenti sul fronte della consultazione media avviata da GrandVision, retailer internazionale nel settore dell’ottica presente in Italia con oltre 400 negozi a insegna GrandVision by Avanzi, GrandVision by Optissimo e Solaris. Nel pitch, che si avvale della consulenza di Paola Furlanetto, oltre all’attuale partner Media Italia, sono state coinvolte anche PHD, Starcom e Wavemaker. La notizia però che il cliente abbia deciso di escludere dal perimetro di gara digital e social, di cui si occupa da un anno Caffeina, ha fatto prendere alla centrale di GroupM di cui è CEO Luca Vergani la decisione di ritirarsi dal pitch stesso. Sul fronte della creatività above the line, GrandVision ha come agenzia DDB, mentre per il below the line si è da poco concluso il pitch a favore di Asterisco. GrandVision collabora inoltre con Sun-Times per il banner Solaris e con JackBlutharsky per la comunicazione nei corner della GDO. GrandVision Italia è parte del Gruppo olandese internazionale attivo in 44 differenti Paesi con oltre 7.000 punti vendita. EssilorLuxottica, nata nel 2018 dalla fusione dell’italiana Luxottica con la francese Essilor, ha annunciato che acquisirà il 76,72% delle azioni della catena olandese di negozi di ottica GrandVision. La chiusura dell’operazione è prevista nei prossimi 12 mesi e al termine verrà lanciata un’offerta pubblica d’acquisto obbligatoria su tutte le azioni rimanenti di GrandVision. Attraverso l’acquisizione di GrandVision, EssilorLuxottica amplierà la propria piattaforma di retail ottico, aggiungendo oltre 7.200 negozi nel mondo, principalmente in Europa, più di 37.000 dipendenti e 3,7 miliardi di euro di fatturato.
https://www.dailyonline.it/it/2019/digital-social-escono-dal-perimetro-gara-grandvision-wavemaker-decide-ritirarsi-lizza-loffline-media-italia-phd-starcom
incarichi e gare
img

Daily News

Agenda

RDS

Data Evento: 20/11/2019



Ore 11:30

RDSNext

Sei interessato all’evento?

Anno
2019

DAILY PUBBLICITà

Scopri le opportunità commerciali offerte dalle nostre testate

Per aquisire visibilità sul nostro network, cartaceo e digitale, entra nello spazio dedicato.

SCOPRI
poltrone

People&Poltrone

Lo spazio dedicato agli ultimi cambi di poltrona in Italia e nel mondo relativi ad agenzie di comunicazione, imprese editoriali, centri media e a chi lavora nell'industria del marketing.

LEGGI

Spot del giorno

Resta connesso con il nostro network

Vuoi conoscere meglio i nostri prodotti? Indica la tua email per riceverli in promozione gratuita per 1 mese. I dati raccolti non verranno commercializzati in alcun modo, ma conservati nel database a uso esclusivo interno all'azienda.

Inserisci la tua mail

Cliccando “INVIA” acconsenti al trattamento dei dati come indicato nell’informativa sulla privacy