home VIDEO YouTube lancia una versione rinnovata del suo sito desktop
0

YouTube lancia una versione rinnovata del suo sito desktop

In occasione dei suoi dodici anni la piattaforma di Google si regala una inedita veste: pulizia e velocità gli elementi che guidano il restyling costruito con il linguaggio Material Design

YouTube ha da poco festeggiato il suo dodicesimo compleanno. E per celebrare il traguardo, la piattaforma di condivisione video, oggi di proprietà di Google, ha lanciato un restyling che riguarda la versione desktop. L’aggiornamento è basato su Material Design, il linguaggio proprietario di Big G, utilizzato per Android, Chrome e altri prodotti, e permetterà di apportare modifiche e inserire nuove feature più rapidamente in futuro. Nel frattempo sono presenti diverse novità: una modalità ‘dark’ di navigazione, piccoli aggiustamenti alla ricerca e alle pagine dei canali, nonché un update per visualizzare filmati più ‘grandi’ senza avviare la modalità a schermo intero. Un’altra importante innovazione è relativa a Polymer, la library JavaScript  open source annunciata nel 2014 in occasione della Google I/O. Questa tecnologia consente di creare elementi customizzati in HTML che possono poi essere riutilizzati. E Polymer permette di ridurre la latenza.

Le novità grafiche

A livello grafico si notano tre principali sezioni: Home, Trending, e Subscriptions, seguite da Your Library e una lista di sottoscrizioni individuali. Navigando verso il basso si accede a una lista infinita di raccomandazioni sia da canali già seguiti sia da altre destinazioni sulla piattaforma. Oggi gli utenti possono effettuare l’opt in per accedere alla nuova modalità di fruizione del sito direttamente su youtube.com/new. È possibile tornare anche alla versione precedente effettuando l’opt out. In sintesi, il nuovo YouTube si caratterizza per essere più lineare e veloce, anche se, fa sapere l’azienda, potrebbero arrivare presto nuove modifiche a questa versione che va considerata come non definitiva. Semplicità, consistenza, bellezza: sono queste le parole che YouTube ha usato per definire la rinnovata piattaforma.

YouTube e il tema della brand safety

Negli ultimi mesi YouTube è finito nel mirino di molti advertiser, che hanno deciso di congelare i propri investimenti sul sito dopo aver visto accostati i propri annunci a contenuti ritenuti impropri e non sicuri. L’esodo è partito più di due mesi fa in seguito a un’inchiesta del Times e da allora YouTube ha intrapreso diverse azioni per riportare gli inserzionisti dalla sua parte. Attraverso partnership con enti di verifica terzi, la compagnia ha cercato di aumentare il livello di trasparenza e pian piano la questione sembra andare risolvendosi. Guardando i conti trimestrali pubblicati giovedì scorso, la questione non pare affliggere il business di Google. Che, anzi, procede a gonfie vele.

tag: