home VIDEO Teads lancia il primo chatbot per l’outstream con Tommy Hilfiger
0

Teads lancia il primo chatbot per l’outstream con Tommy Hilfiger

La tecnologia, sviluppata da Teads Studio, è capace di creare una call to action con il chatbot attraverso la creatività

Teads ha integrato per la prima volta un chatbot all’interno di un formato outstream, una novità assoluta in questo settore, che conferma ancora una volta lo spirito innovativo della società francese, oggi controllata da Altice. Questa tecnologia è stata utilizzata Tommy Hilfiger per promuovere il dialogo con il suo chatbot, TMY.GRL.

Oltre Facebook Messenger

L’innovativa tecnologia di Teads ha permesso a Tommy Hilfiger di integrare un chatbot all’interno del proprio annuncio video outstream, allo scopo di estendere la propria reach oltre Facebook Messenger. E, come ricordato dal fondatore Pierre Chappaz in occasione della conferenza stampa indetta per comunicare la vendita ad Altice per oltre 300 milioni di dollari, l’intenzione di Teads è quella di competere con gli over the top, rafforzando gli asset tecnologici e incrementando la già reach. Il bot viene attivato cliccando su una call to action sovrapposta alla creatività video, che incoraggia l’utente ad interagire. Si tratta di una call to action dinamica, che cambia a seconda del momento della giornata, esordendo, per esempio, con un “Buongiorno – chatta con noi”, grazie all’integrazione di Teads Studio.

La campagna Tommy Hilfiger

Tornando alla campagna di Tommy Hilfiger, l’operazione è stata lanciata in inglese per il ventaglio di soluzioni desktop offerte dall’azienda e per l’inRead Verticale sui dispositivi mobile. Il chatbot di Tommy Hilfiger, sviluppato in partnership con msg.ai, permette ai consumatori di tutto il mondo di esplorare la nuova collezione del brand, facilitando il percorso con domande che aiutano ad identificare i gusti del consumatore e le taglie richieste. Per compiere l’acquisto dei prodotti proposti dal chatbot, i consumatori vengono reindirizzati al sito ufficiale, tommy.com, dove gli articoli di loro interesse li attenderanno nel carrello. L’integrazione con la creatività video è a cura di Teads Studio, unit creativa costituita in seguito all’acquisizione di Brainient conclusa nel 2016.

Dario Caiazzo
Outstream ancora più potente

Dario Caiazzo, managing director di Teads Italia, ha affermato: “È elettrizzante lavorare a fianco di Tommy Hilfiger ed essere, insieme, pionieri di un ecommerce conversazionale. Il video advertising outstream permette di ottenere una user experience superiore rispetto agli altri formati video, e aggiungere questo livello extra di personalizzazione lo rende uno strumento ancora più potente. Questo è un esempio di cosa può essere creato quando un brand visionario e una tecnologia profondamente rivoluzionaria fanno squadra. Ci aspettiamo che questa sia la prima di molte campagne, perché sempre più brand stanno scoprendo l’opportunità di integrare un chatbot all’interno dei loro annunci video.”