home DATI Video, impennata degli investimenti sui social
0

Video, impennata degli investimenti sui social

Per eMaketer il 12% ha già acquistato in autoplay su Facebook e un altro 57% si è dichiarato incline a farlo

emarketer tabellaVideo, impennata degli investimenti sui social. Secondo l’ultimo report di eMarketer – “Video Ads in Social Media: With a Full Slate of Ad Products, The Social Properties Take Aim at Tv” – la spesa pubblicitaria video sulle piattaforme social cresce in modo esponenziale. Infatti, da quando Facebook ha iniziato a vendere pubblicità sui video in autoplay, circa due anni fa, anche tutte le altre piattaforme come Twitter, Instagram e Snapchat hanno intrapreso la stessa strada: puntare sui video.

 

Video, impennata degli investimenti sui social:soprattutto su Facebook

In un altro rapporto di qualche mese fa, redatto da RBC Capital Merkets e Advertising Age, è stato riscontrato come il 12% dei marketer abbia già acquistato pubblicità sui video in autoplay su Facebook, mentre un ulteriore 57% si è dichiarato propenso a farlo nei prossimi sei mesi; solo un 7% ha escluso categoricamente di voler comprare annunci.
Il social di Mark Zuckerberg aveva già dimostrato in passato di saper cavalcare nel miglior modo i trend del momento, in questo caso i video. È dello scorso dicembre, infatti, la notizia che Facebook si posizionerebbe alle spalle del colosso Google/YouTube secondo una speciale classifica che prende in considerazione le piattaforme preferite su cui fare digital adv. Alle loro spalle si posiziona Hulu, il servizio internet di video su richiesta che offre film e spettacoli in diretta, Abc, Yahoo, Espn e Twitter. Tutta l’attenzione nei confronti dei video e i vari numeri a supporto sono sintomatici di un cambiamento radicale in atto nel mondo della pubblicità: il modo tradizionale di intendere i video, televisivamente parlando, è morto perché oggi i consumatori si sentono molto più a loro agio nel guardare brevi video sui propri device mobili e, in particolar modo, sui social. A proposito di questo, a novembre Facebook ha fatto sapere di aver raggiunto le 8 miliardi di visualizzazioni video al giorno, mentre Snapchat ad aprile ha toccato quota 10 miliardi. Anche se, a dire il vero, bisogna tenere in considerazione le differenze nelle misurazioni: Facebook considera “visto” un video superati i 3 secondi, Snapchat al contrario non appena appare sullo schermo.