home VIDEO Twitter lancia i video “dal vivo” a 360 gradi; e fa un bilancio dell’esperienza NFL
0

Twitter lancia i video “dal vivo” a 360 gradi; e fa un bilancio dell’esperienza NFL

Il social network presenta una nuova funzionalità anti-Facebook forte anche dei risultati positivi riscontrati nella trasmissione delle partite di football americano

In ritardo rispetto a Facebook ma in anticipo con l’inizio del 2017, Twitter ha introdotto il live streaming a 360 gradi sulla sua app Periscope. La nuova funzionalità non è disponibile per tutti gli utenti ma solo per alcuni partner selezionati ed è l’ennesimo botta e risposta con il social network di Zuckerberg in una eterna competizione che in questo caso abbraccia il live streaming, asset strategico per entrambe le realtà.
E nonostante Facebook abbia veicolato il primo live streaming a 360 gradi, non c’è poi stato alcun lancio su larga scala. Ecco perché Twitter deve spingere sull’acceleratore se vuole guadagnarsi il favore di brand, creators e utenza.
Intanto la società guidata dall’amministratore delegato Jack Dorsey può tracciare il bilancio dell’esperienza di broadcasting di alcune partire del giovedì sera dell’NFL, la lega professionistica di football americano. E questo è positivo.

L’esperienza NFL
Un articolo di The Drum spiega che Twitter ha pagato 10 milioni di dollari all’NFL per aggiudicarsi i diritti di trasmissione. I numeri sono saliti passando dagli iniziali 2 milioni fino a punte di oltre tre milioni a stagione inoltrata. Il numero medio di visitatori al minuto è stato di circa 250mila persone.
Laura Froelich, global head of sports partnerships di Twitter, ha parlato di un’esperienza soddisfacente connotato da incrementi della viewership e feedback positivi da parte dei fan. In particolare Froelich ha evidenziato l’apprezzamento del live tweet attorno ai live streaming.
È per questo che Twitter prosegue negli investimenti nel campo del live streaming e del real time. In questo senso anche Amplify riveste un ruolo centrale per aprire una conversazione duratura nel tempo con i fan, oltre al solo streaming. A oggi, però, non si sa ancora se l’esperienza NFL si ripeterà l’anno prossimo.