home Tag "YouTube"

Google e Integral Ad Science sono uniti per migliorare i report sui requisiti degli annunci su YouTube

Redazione
Gli inserzionisti possono ora accedere a rapporto dedicati a otto categorie di rischio di marca, che sono: pornografia, alcool, giochi d’azzardo, razzismo, download illegali, droga, linguaggio offensivo e violenza

Quattro ambassador per la nuova campagna di Adecco

Redazione
Il Gruppo ha reclutato dei giovani influencer per parlare alla generazione Z. Un Webspot a sostegno del progetto previsto per il 26 aprile

Dopo GroupM e Publicis, anche Omnicom prepara una sua soluzione per garantire la brand safety su YouTube

Redazione
Il Gruppo americano userà un mix uomo/tecnologia per setacciare i contenuti sulla piattaforma e creare quindi delle whitelist e blacklist

Interpublic e Omnicom siglano intesa con TAG

Redazione
0
0
0

Publicis Media, al via un’operazione per garantire la brand safety dei suoi clienti

Giacomo Broggi
Dopo l’affare “YouTube”, il gruppo francese svela le contromosse adottate al fine di garantire la sicurezza degli investimenti delle aziende partner

Google, sono in arrivo strumenti rinnovati per la brand safety su YouTube

Redazione
Dopo le polemiche dei giorni scorsi in Uk, la società prende provvedimenti, fornendo agli inserzionisti un livello maggiore di controllo su dove vengono veicolati gli annunci. Ma gli analisti abbassano il rating

Google si muove per un sistema di misurazione migliore: è in arrivo Unique Reach per AdWords

Francesco Lattanzio
In occasione dell’AdWeek, Big G ha annunciato una serie di novità, destinate a elevare il livello qualitativo della misurazione, tra cui il parametro del watch time

Facebook ha sovrastimato per due anni la metrica dei video

Francesco Lattanzio
0
0
0

Google compra FameBit e accelera sul branded content

Francesco Lattanzio
0
0
0

Fuga degli investitori dalle piattaforme di Google: anche WPP e Havas prendono provvedimenti

Redazione
Dopo che il governo britannico ha invitato la internet company a “spiegare come intenda garantire la qualità del servizio”, i principali inserzionisti hanno deciso di sospendere i propri annunci spalleggiati dalle holding della comunicazione