home SOCIAL LinkedIn, disponibile da ottobre servizio di talent intelligence per le aziende
0

LinkedIn, disponibile da ottobre servizio di talent intelligence per le aziende

Lo strumento utilizza dati e intelligenza artificiale per individuare trend professionali e pianificare politiche HR; la social community conta 560 milioni di utenti nel mondo, 11 milioni in Italia

LinkedIn si appresta a lanciare una piattaforma di talent intelligence che sfrutta i dati e l’intelligenza digitale per individuare le nuove tendenze in termini di professionalità emergenti e consentire alle aziende di pianificare per tempo le proprie politiche di sviluppo del personale. Il servizio sarà reso disponibile il prossimo ottobre e rappresenta una delle principali leve strategiche del social network professionale da qui ai prossimi anni. «In un’epoca in cui tutti usano la stessa tecnologia, le persone e le loro competenze sono il vero valore che fa la differenza» commenta Moreno Ferrario, senior sales manager di LinkedIn Italia. «Il nostro obiettivo è quello di creare nuove opportunità economiche per ogni membro della forza lavoro a livello globale – ha aggiunto -. In tal senso è sempre più necessario che anche le aziende imparino a sfruttare tutte le possibilità offerte dalla nostra piattaforma, in modo da poter lavorare a un’attività di employer branding e trovare il candidato giusto».

I numeri di LinkedIn

Alla base del servizio a pagamento rivolto ai dipartimenti di human resources ci sono una tecnologia proprietaria e la banca dati di LinkedIn, che a livello mondiale vanta oltre 560 milioni di utenti. In Italia sono più di 11 milioni, «quasi la metà della forza lavoro del Paese». La nuova piattaforma si inserisce nell’ambito delle attività di talent solution che a livello globale generano il 65% del fatturato di LinkedIn. Il 15% dei ricavi, sempre complessivi mondiali, arrivano dal marketing solution (advertising e sponsorizzazioni, e il restante deriva dai servizi premium e dalle nuove business unit learning solution e sales solution.

Moreno Ferrario
La partnership con Amplifon e Snam

Le attività di talent solution sviluppate per e con le aziende sono al centro del business di LinkedIn. In Italia, le aziende presenti sul social professionale sono oltre 300mila con utilizzi che vanno dalla comunicazione di brand alla talent acquisition, alle attività di advocacy e al job posting. Amplifon e Snam hanno scelto la piattaforma per sviluppare una partnership strategica allo scopo di far aumentare la brand awareness presso potenziali candidati a lavorare in azienda e, successivamente, far crescere l’employee engagement. Con un fatturato globale di 1,3 miliardi di euro e il 12% di crescita nel 2017 Amplifon è un’azienda che ha costante bisogno di nuovi professionisti. La società dedica al recruiting digitale poco più dell’1% dei fatturati. L’accordo con LinkedIn in corso da 2 anni e mezzo ha generato l’inserimento di 1.963 nuovi dipendenti e collaboratori, mentre la company page sulla piattaforma ha raggiunto i 20mila professionisti. I risultati sono stati illustrati da Francesca Morichini, Chief HR Officer di Amplifon. Per Snam sono intervenuti Paola Boromei, EVP Human Resources & Organization e Salvatore Ricco, Head of Communications. La strategia di branding ha coinvolto direttamente l’amministratore delegato di Snam Marco Alverà con la propria pagina LinkedIn. I risultati: aumento del 233% dei follower, il 51% delle nuove assunzioni influenzate da LinkedIn.