home MEDIA RaiRadio: investimenti in crescita sul DAB Plus, obiettivo copertura al 70% entro il 2019
0

RaiRadio: investimenti in crescita sul DAB Plus, obiettivo copertura al 70% entro il 2019

Presentate ufficialmente venerdì scorso a Roma le cinque nuove web radio tematiche, a ottobre arriva RadioPlay; il direttore Roberto Sergio: «Per la Rai la radiofonia è centrale»

La Rai investe sulla totale digitalizzazione della propria offerta radiofonica. Il progetto di ampliare la copertura della trasmissione con la tecnologia DAB Plus è stato presentato venerdì scorso durante la conferenza stampa dedicata alle cinque nuove emittenti web tematiche, il cui lancio è stato anticipato da DailyMedia, che si è tenuta a Roma, a cui hanno presenziato il nuovo direttore generale della Rai Mario Orfeo e tutti i direttori delle radio nonché i coordinatori dell’offerta.

«La trasmissione in FM presenta una serie di problematiche che lo sviluppo della tecnologia DAB Plus permetterà di superare – spiega il direttore di RaiRadio, Roberto Sergio -. L’ingente investimento previsto dal piano industriale per la digitalizzazione della radio dimostra che questo mezzo è centrale nel progetto della Rai come media company». L’obiettivo è passare in tre anni dall’attuale copertura del 30% al 70%. Nel 2018 dovrebbe essere raggiunta la totale copertura della rete autostradale da Torino a Trieste, e fino a Salerno mentre dorsale adriatica e le isole sono previste nel 2019.

Inoltre, il prossimo ottobre sarà lanciato RadioPlay, portale di contenuti on demand della radiofonia Rai realizzato sull’esempio di RaiPlay. «Per arrivare preparati all’appuntamento di ottobre ci siamo avvantaggiati rafforzando l’offerta editoriale con questo cinque radio tematiche, perfettamente complementari all’offerta generalista e in grado di soddisfare richieste di target specifici sempre in un’ottica di servizio pubblico» commenta Sergio. Alla conferenza di venerdì scorso hanno partecipato anche i responsabili delle cinque web radio: RaiRadio – Classica Gabriella Ceracchi; RaiRadio Live – Fabrizio Casinelli; RaiRadio Kids – Gianfranco Noferi; RaiRadio Techeté – Andrea Borgnino; RaiRadio Tutta Italiana – Gian Maurizio Foderaro; il coordinatore Marco Lanzarone, responsabile dello staff di direzione RaiRadio che fa capo a Sergio. C’erano inoltre Carlo Conti, direttore artistico RaiRadio; Renzo Arbore; il direttore Sergio; i direttori di rete Paola Marchesini di RaiRadio 2, Marino Sinibaldi di RaiRadio 3, Danilo Scarrone di Isoradio, il direttore uscente di RaiRadio 1 e Gr Andrea Montanari e il suo successore, Gerardo Greco.

Per i palinsesti radiofonici autunnali bisognerà aspettare ancora qualche settimana – quelli televisivi saranno presentati il 28 giugno a Milano e il 6 luglio a Roma – ma Sergio conferma stabilità del taglio editoriale per RaiRadio 2 e RaiRadio 3, mentre per RaiRadio 1 si attende l’insediamento effettivo di Greco. La conferenza stampa di venerdì è andata in onda in diretta sul profilo Facebook di RaiRadio Kids: «La pagina ha 250 fan ma la diretta, che è durata un’ora e 18 minuti, è stata seguita da oltre 30.844 persone». Sabato scorso è invece partita la campagna di lancio realizzata dalla direzione creativa di Rai, uno spot da 30 secondi in onda su tutte le reti tv che inizia con sequenze in tema radiofonico tratte da vecchi film e la voce di Francesco Pannofino, per poi passare a immagini contemporanee che spiegano la nuova offerta tematica.