home DATI Osservatorio FCP-Assogotv: verso una chiusura d’anno positiva nel 2016. Boom del+110% a novembre
Angelo Sajeva
0

Osservatorio FCP-Assogotv: verso una chiusura d’anno positiva nel 2016. Boom del+110% a novembre

Andamento positivo del mezzo Go Tv anche nel periodo gennaio-novembre, con fatturato pubblicitario a +0,2%

L’Osservatorio FCP-Assogotv ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv a gennaio-novembre 2016. I dati evidenziano per il periodo un fatturato totale di 14.108.000 euro, a +0,2% sul corrispettivo 2015. Per il solo mese di novembre, i dati evidenziano un fatturato di 2.225.000,00 euro, in netto incremento, del +110,0%, rispetto al corrispettivo mese del 2015. Angelo Sajeva, Presidente FCP-Assogotv, commenta: “Dopo la brillante crescita di ottobre, il risultato di novembre è davvero strepitoso: per la prima volta nell’anno il fatturato complessivo della Go Tv supera abbondantemente i due milioni di euro/mese, oltre il doppio del fatturato dell’omologo mese dell’anno precedente, portando cosi la performance del bimestre ottobre/novembre a oltre il +50%. Anche il dato parziale di dicembre è stimato in positivo con una crescita a doppia cifra (il che fa pensre a una chiusura d’anno positiva, ndr). Sono orgoglioso di costatare che la Go Tv è l’unico media in Italia che nell’ultima parte dell’anno riesce ad accelerare gli investimenti, a fronte di un generale rallentamento del mercato pubblicitario e della crescita della stessa tv. Le nostre analisi di marketing – prosegue Sajeva – ci mostrano la solidità del percorso che stiamo facendo: non solo è aumentato il numero dei clienti che pianificano la Go Tv, ma è cresciuto l’investimento medio, il che significa che finalmente gli utenti pubblicitari scelgono questo media con maggiore convinzione per aumentare la continuità della pianificazione televisiva e per rafforzare la comunicazione grazie a focus territoriali con impaginazione e formati top. Anche il media mix è più articolato, con una quota predominante dei settori legati ai servizi e al tempo libero, ma un maggior peso del largo consumo e dei beni durevoli (auto/informatica). Da ricordare che la mobilità degli italiani è in continua crescita: la Go Tv è il media di eccellenza per comunicare a un target attivo di età centrale, che lavora per l’80%, di classe socio economica medio alta e che ama provare nuovi prodotti e servizi. Le analisi sull’audience mostrano come questo target privilegi le nuove piattaforme tv in diversi momenti della giornata, per questo contiamo di essere e diventare ancor più il media di riferimento per la pianificazione televisiva del day time, potendo contare su un’audience chiaramente superiore a quella dei principali canali satellitari e digitali in precise fasce orarie (7.00-10.59) e competitiva in altri momenti della giornata (11.00-13.59 – 17.00-19.59)”.