home MERCATO Rai approva il nuovo Contratto di servizio e nomina Antonio Marano amministratore delegato ad interim della concessionaria, di cui è già presidente
Antonio Marano
0

Rai approva il nuovo Contratto di servizio e nomina Antonio Marano amministratore delegato ad interim della concessionaria, di cui è già presidente

La decisione è stata presa dal Consiglio del Gruppo di cui è direttore generale Mario Orfeo in attesa che venga individuato, anche per vie esterne, il sostituto di Fabrizio Piscopo, che ha lasciato Rai Pubblicità a fine anno

Il Cda Rai ha approvato ieri all’unanimità il nuovo Contratto di servizio, di durata quinquennale, che lega l’azienda allo Stato nel suo ruolo di fornitrice di informazioni e della produzione nel settore dell’audiovisivo, oltre che nelle altre fattispecie legate all’essere servizio pubblico.

Marano a.d.

Un via libera atteso, visto che nei giorni scorsi era stato definito il tutto, con conseguenti commenti positivi dei vertici e responsabili delle parti interessate – Mise, Vigilanza Rai e gruppo di viale Mazzini – alla definizione e stipula del nuovo contratto. Il Cda Rai, inoltre, accogliendo la proposta formulata dal direttore generale Mario Orfeo, ha deciso all’unanimità la nomina ad interim di Antonio Marano a nuovo amministratore delegato di Rai Pubblicità, in attesa di individuare – attraverso cacciatori di teste, sia internamente al Gruppo Rai che all’esterno – il successore di Fabrizio Piscopo, che ha lasciato il ruolo e l’azienda a dicembre. Con questo incarico, Marano cumula quindi le due cariche di vertice di Rai Pubblicità, visto che ne è già il presidente.

Nuovo assetto organizzativo per Rai Pubblicità

Proprio poco prima dell’uscita di Piscopo, a inizio dicembre, Rai Pubblicità aveva varato un nuovo assetto organizzativo, caratterizzato da un rafforzamento delle sinergie con l’editore e dall’introduzione di nuovi ruoli strategici di business. Proprio nell’ottica di una sempre più stretta collaborazione con l’editore, a Marano – che per anni è stato vice direttore generale della Rai – era stato dato l’incarico di avviare le nuove funzioni di marketing editoriale e di sviluppo dei progetti di product placement e branded content.