home MEDIA Discovery Italia chiude il 2017 con advertising in crescita del 10% e si conferma terzo editore tv per share
Giuliano Cipriani
0

Discovery Italia chiude il 2017 con advertising in crescita del 10% e si conferma terzo editore tv per share

Il gruppo guidato dal general manager Alessandro Araimo si attesta al 7,1% sugli individui e al 9,3% sul target commerciale; la concessionaria Discovery Media ha superato l’anno scorso i 220 milioni di fatturato

Discovery Italia chiude il 2017 con una crescita del 10% della raccolta pubblicitaria sull’anno, e si conferma terzo editore nazionale per share. Il gruppo televisivo ha consolidato una media di ascolto del 7,1% sul target individui, e al 9,3% sul target commerciale. Discovery Media, la concessionaria del gruppo Discovery Italia guidata da Giuliano Cipriani, nel 2016 aveva registrato ricavi per oltre 200 milioni di euro e supera quindi i 220 milioni. Tutte le property del gruppo sono in crescita, dai canali in chiaro ai canali pay, a cui si aggiungono il servizio on demand Dplay e le pagine social. Nel dettaglio, lo share sul target individui è aumentato del 4% rispetto 2016, e quello sul target commerciale del 5%. Rimanendo sulla piattaforma in chiaro, Nove si attesta su una media dell’1,6% in prima serata, dove cresce del 59% rispetto all’anno scorso. “Fratelli di Crozza” su Nove, e “Bake off” su Real Time, sono le punte di diamante della programmazione autunnale, che hanno fatto crescere il portfolio all’8,5% in prime time e al 10,6% sul target commerciale.

A tutto sport

Sempre bene il rugby su DMAX, che con l’incontro Italia-Galles del torneo Six Nations ha raggiunto quasi 900mila spettatori e generato uno share del 4,7%. Sul fronte pay, Eurosport cresce del 36% grazie ai buoni risultati ottenuti dai grandi eventi di tennis come Australian Open, Roland Garros, Us Open, e da quelli di ciclismo, vale a dire Giro d’Italia, Tour de France, e Vuelta. Intanto, Discovery Channel si conferma leader dell’area 400 di Sky. Passando alle property digitali, la piattaforma over the top Dplay sfiora i 2 milioni di utenti unici al mese, migliorando le performance del 2016 del 57%, con oltre 335 milioni di video visti sulle pagine Facebook dell’intero portfolio.

I record del 2017

In una nota il general manager di Discovery Italia, Alessandro Araimo, commenta: “Il 2017 è stato ancora una volta un anno da record per Discovery ma i nostri sforzi sono già proiettati al 2018 iniziato con l’ottimo esordio di ‘O Mare Mio, la produzione originale che vede protagonista Antonino Cannavacciuolo e che conferma la nostra crescita anche in prima serata. Ma sono tante le sorprese che attendono il nostro pubblico nei prossimi mesi, dal ritorno a febbraio di Maurizio Crozza, all’arrivo in prima serata di Serena Rossi con “Da qui a un anno” passando per i volti più amati del gruppo. Senza dimenticare ovviamente che fra meno di un mese accenderemo su Eurosport la fiaccola olimpica, pronti a offrire un’edizione dei Giochi Invernali mai vista prima”.