home MEDIA Condé Nast: per “Wired Next Fest 2018” è successo anche di ricavi da sponsor, al +15%; nel sistema testata il digital a +60%, il cartaceo a +7\8%
0

Condé Nast: per “Wired Next Fest 2018” è successo anche di ricavi da sponsor, al +15%; nel sistema testata il digital a +60%, il cartaceo a +7\8%

Il Festival, che si terrà a Milano dal 25 al 27 maggio con replica a Firenze a fine settembre, registra una crescita della raccolta, grazie anche all’incremento da 25 a 30 dei partner. Da ieri è attivo anche il sito di soli video next.wired.it

Presentazione ufficiale, ieri, all’Acquario, da parte di Federico Ferrazza, direttore dell’edizione italiana della testata di Condé Nast, della nona edizione del “Wired Next Fest 2018”, che si svolgerà a Milano dal 25 al 27 maggio presso i Giardini Indro Montanelli e che è dedicato al tema delle “contaminazioni”. Contenuti e programma di quello che ormai è diventato il più importante evento dedicato all’innovazione nel nostro Paese sono già stati anticipati dal DailyMedia dello scorso 20 aprile, anche se altre novità sono emerse pure ieri, in particolare sul fronte del marketing, annunciate dal d.g. sales & marketing del Gruppo, Francesca Airoldi, e da Annalisa Procopio, advertising manager di Wired Italia. Il dato assoluto non è stato fornito, ma si registra una crescita del 15% circa della raccolta rispetto al “WNF” 2017, grazie anche al fatto che gli sponsor passano da 25 a 30. Tra i nuovi “event supporter”, tra l’altro, c’è da segnalare l’ingresso di Wavemaker, a conferma della sempre maggior attenzione rivolta dalla centrale di GroupM alle tematiche tecnologiche. Conseguentemente, cresce del 15% anche la raccolta-eventi di Wired nel primo semestre.

Il peso delle sponsorizzazioni

Nel “sistema” della testata, le sponsorizzazioni degli eventi pesano ormai il 40% del totale della raccolta, con la stessa percentuale che arriva dal digitale, mentre il restante 20% è generato dalla testata cartacea, che ha visto la pubblicità crescere del 7\8% nei primi due numeri dell’anno, cioè quello uscito a marzo e quello che andrà in edicola il 25 maggio, legato appunto al “WNF”, incentrato sugli “artificial influencer” e con cover dedicata al fenomeno virtuale “Lil Miquela”. Gli altri due numeri del trimestrale previsti sono quello di settembre, in occasione della confermata replica del “WNF” a Firenze il 29  e 30 di quel mese, e quello di fine anno per i “Wired Trends”. Le diffusioni media sono stabili intorno alle 50.000 copie.

On digital

Fronte digitale, invece, la raccolta del sito vola al +60% nel primo quadrimestre rispetto al pari periodo 2017. Gli ultimi 4 numeri delle copie digitali di Wired hanno avuto 170.000 download, mentre la social base è di 6 milioni di utenti unici. Da ieri inoltre è attivo anche il sito di soli video next.wired.it. I video provengono da tutti gli eventi di Wired Italia, ma ci saranno anche interviste e talk realizzati attorno alla domanda: “Quali sono le parole del futuro?”, sulle cui risposte è allo studio un successivo progetto editoriale.

Piattaforma media

Negli anni, il “WNF” è diventato un appuntamento di riferimento imperdibile per pubblico e partecipanti, al punto da far quintuplicare le presenze negli ultimi 5 anni. «Non si tratta più solo di un semplice evento. È una piattaforma media unica in Italia con cui Wired nel corso degli anni è riuscita a costruire una rete di relazioni con investitori e partner. Il progetto genera valore per tutti i brand coinvolti, attraverso la creazione di contenuto e intercettando target audience ampie e allo stesso tempo premium» ha detto Francesca Airoldi. Nel 2017, l’edizione milanese ha contato oltre 150.000 partecipanti, più di 850.000 utenti hanno preso parte al “WNF” via streaming e migliaia di studenti hanno seguito i quasi 200 relatori. Per non parlare delle interazioni social, che hanno visto il “WNF” in trend topic durante tutte le giornate del Festival, le oltre 200.000 visualizzazioni su Instagram stories e le migliaia di contatti quotidiani sul profilo Facebook ufficiale dell’evento.

I partner

La manifestazione è organizzata in collaborazione con Audi. Mobile partner: Huawei. Main partner: BNL – Gruppo BNP Paribas, IBM (nuovo), Nastro Azzurro, Reale Mutua, Sky e Vodafone. Partner: Gruppo Cap Lineapelle – Unic Conceria Italiana, Meliã Hotels International, Innside By Meliã, Adecco, BCG, Diesel, Dyson, Nespresso e Novartis. Partner scientifico: Airc. Event supporter: Elmec, Audible, OpenCity, Qwant, Sixthcontinent e Wavemaker. Media partner: Rai Radio2. Educational partner:IED. Thanks to: Pasqua; Piano B e Verso.