home SOCIAL Facebook verso l’introduzione dei mid-roll sia nei live sia nei video lunghi pre-registrati
0

Facebook verso l’introduzione dei mid-roll sia nei live sia nei video lunghi pre-registrati

I ricavi generati verranno divisi tra Facebook e l’editore: al primo andrà il 45% mentre il secondo tratterrà il 55%

I video di Facebook senza pubblicità potrebbero presto essere un lontano ricordo. Il social network sta lanciando nuovi prodotti pubblicitari per i suoi video. In un blogpost la società ha annunciato di aver ampliato i test per gli annunci in video live e di aver iniziato a testare l’erogazione di pubblicità nel mezzo di un video pre-registrato. Ad Breaks è una soluzione per garantirsi un altro flusso di entrate ed è una sfida diretta a YouTube e alla televisione.

In termini di ricavi pubblicitari, Facebook ha superato le società di media tradizionali negli Stati Uniti per la prima volta nel novembre 2016. La monetizzazione sui video potrebbe allargare ulteriormente questo divario. L’azienda di Menlo Park sta testando le interruzioni pubblicitarie nei video live da un paio di mesi. Il programma si è esteso per includere più creator di contenuti o editori che abbiano almeno 2.000 o più seguaci e abbiamo recentemente raggiunto almeno 300 spettatori in un video dal vivo.

Facebook, annunci nei video live

I creator e gli editori che partecipano al test vedranno l’icona di un dollaro apparire nella finestra del loro video live quando questo ha raggiunto almeno 300 spettatori ed è stato live per almeno 4 minuti. A questo punto i partecipanti potranno toccare l’icona ogni cinque minuti e vedere un annuncio video della durata massima di 20”. A differenza di YouTube, Facebook non mostrerà gli annunci prima dell’inizio del video. I ricavi generati da questi annunci verranno divisi tra Facebook e l’editore, che  dovrebbe ottenere il 55%, secondo Business Insider.

Annunci per i video pre-registrati

Facebook ha appena iniziato a testare anche gli annunci per il video pre-registrati con pochi selezionati partner, che potranno inserire gli annunci nei video che caricano o nei video glia esistenti nella loro library. “Nei prossimi mesi lavoreremo con questi partner per analizzare, imparare e ripetere la prima versione di questa funzionalità. Ci auguriamo di poter estendere il test ad altri partner in futuro”, dice la società. Il social network ha anche annunciato che gli editori prescelti saranno in grado di monetizzare i loro annunci video anche sulle app al di fuori di Facebook e sui siti attraverso Audience Network. Gli annunci sono disponibili solo per gli Stati Uniti, ma Facebook dice che spera “di espandersi in altri paesi in futuro”.