home EVENTI OkDay 2017, il set di trasformazioni è già in atto, con vista sull’edizione 2018
Federico Buffa e Mario Moroni sul palco dell'OkDay 2017
0

OkDay 2017, il set di trasformazioni è già in atto, con vista sull’edizione 2018

La due giorni che si è tenuta a Solbiate ha visto 250 partecipanti per day, 16 relatori, 7,4 mila menzioni di #OkDay17, 49mila account di Twitter raggiunti

C’era chi non voleva crederci, chi esitava dubbioso, forse un po’ spaventato. In giro le voci parlavano di mutazioni, trasformazioni, rischi seri per gli abitudinari, per chi teme di fare il classico passo oltre il consueto. E infatti all’uscita dall’OkDay 2017 non pochi volti facevano trasparire che qualcosa fosse cambiato. Stavolta la creatura fondata da Mario Moroni, OkNetwork è andata seriamente oltre, cambiando le proprie carte in tavola, che magari sembravano già vincenti, provando a riscrivere la propria storia.

Mario Moroni
Prime trasformazioni

Cosa è trapelato dalla due giorni di Solbiate, tra venerdì e sabato 29 e 30 settembre? Si è scoperto come il digitale stia trasformando il mondo del giocattolo con Giuseppe Brugnone (digital marketing manager di Lego Group); conosciuto il progetto di Tok.tv con la marketing e product manager Emanuela Zaccone; ascoltato la storia di trasformazione dello sciatore nautico Daniele Cassioli e imparato tutto sui chat bot con Giuliano Ambrosio di AQuest; si è compresa l’importanza di eventi come il Web Marketing Festival con Cosmano Lombardo; sognato la medaglia d’oro col campione olimpico Paolo Milanoli e scoperto il mondo di opportunità dietro a progetti imprenditoriali come quello di Enrico Pandian (Supermercato24) e Norma Rossetti (My Secret Case); nuove nozioni sono state apprese da Valentina Sala (gruppo Miroglio) circa le strategie dell’ecommerce, mentre Matteo Sarzana (Deliveroo) ha sottolineato come quella tra il consumatore e l’azienda sia una storia d’amore.

La sede dell’evento

 

Rivoluzioni prestigiose

Si è avuto il privilegio di ascoltare e interagire con autentici big dell’attuale spettacolo-informazione, dall’ironia brillante di Germano Lanzoni (Il Milanese Imbruttito), all’anima istrionica di Federico Buffa (telecronista e attore), alla lucidità, in collegamento da Vienna, di Marco Monty Montemagno (imprenditore tech). E ancora, si è ascoltata la storia dell’imprenditore, scrittore e ultramaratoneta Daniele Barbone e quella di Montserrat Fernandez Blanca (FuckUp Nights) ed Egidio Alagia (Giovani imprenditori Confindustria AltoMilanese).

 

Il team di OkNetwork

 

Formazione e workshop

I partecipanti si sono poi messi alla prova nei workshop con Lego Serious Play di Daniele Radici, con Valentina Sala e il suo bagaglio di strategie ecommerce, affiancata da Francesco De Nobili e Alessandro Zoncu (CriticalCase); si sono scoperte le opportunità di trasformazione nell’industria con Valeriano Clementi (ClipGroup) e Doriano Pingitore (Innova Finance), svelati i professionisti della trasformazione digitale con Andrea Policardi (Michael Page) e imparato tutti i segreti di Instagram con Francesco Mattucci (Garage raw). Non solo: Andrea Mattei di Radio M2O ha spiegato come trasformare la voce nell’epoca del digitale, mentre professore Iusve Mariano Diotto ha illustrato le modalità per diventare leader del mercato con i 15 segreti del brand positioning.

Numeri

Sono stati 250 i partecipanti per ogni giorno, 16 i relatori, 8 i workshop, 7,4 mila menzioni #OkDay17, 429mila account Twitter raggiunti, 104 bottiglie di vino di Locanda Italia stappate al party, 78 smartphone ricaricati con energia solare da Elfor e Sunloop.