home GARE Gruppo DDB Italia e McCann WorldGroup spiccano nella finale che dovrà decidere l’affidamento della creatività di Ikea
ikea
0

Gruppo DDB Italia e McCann WorldGroup spiccano nella finale che dovrà decidere l’affidamento della creatività di Ikea

Le due sigle avrebbero superato altre tre strutture coinvolte: J.Walter Thompson Italy, Leo Burnett Milano e SuperHumans

Si restringe a due la rosa delle strutture coinvolte nella gara indetta da Ikea per la scelta della sua nuova agenzia di comunicazione. Secondo quanto risulta a DailyMedia, infatti, sarebbero Gruppo DDB Italia e McCann WorldGroup le sigle arrivate in finale nel picth, che aveva coinvolto anche, in una prima fase, J.Walter Thompson Italy, Leo Burnett Milano e SuperHumans.

Rafforzare le potenzialità del brand Ikea

“La decisione di avviare una gara – precisava la stessa Ikea nel comunicato che annunciava la gara – risponde al bisogno continuo, e da considerarsi una pratica consolidata, di confrontare le proprie esigenze con l’offerta del mercato, alla luce dei cambiamenti sia degli scenari di consumo sia delle attività dell’azienda”. L’obiettivo della company di arredamento è dunque quello di individuare un partner dotato di un approccio strategico creativo in grado di rafforzare le potenzialità del brand e stimolare la crescita del business. Le strutture sono chiamate a confrontarsi sull’ideazione della nuova comunicazione integrata multicanale.

Assenza di Auge

Alla gara non aveva preso parte Auge, da anni agenzia di comunicazione di riferimento in Italia di Ikea, che lavora nel nostro Paese anche con Kettydo+ per quanto riguarda i canali social, con Initiative per il planning e con Webranking per la parte di search e analytics. L’agenzia, di cui sono soci e direttori creativi esecutivi Giorgio Natale e Federica Ariagno, non aveva voluto prendere parte al pitch: contattati da DailyMedia avevano, però, preferito non addentrarsi sulle cause di tale scelta, di cui la stessa azienda si diceva meravigliata, nelle parole della direttrice marketing Laura Schiatti. «E’ stata una sorpresa anche per noi – aveva commentato Schiatti – apprendere che Auge aveva scelto di non partecipare alla gara. Siamo sempre stati contenti del loro lavoro e prova ne è il fatto che da poco è uscito un loro film, “My way”, cui farà presto seguito un altro commercial ideato da Auge e dedicato al Natale, sempre ispirato al tema del “Sorprendersi ogni giorno”».