home DATI comScore: Snapchat non è più questione di teen
0

comScore: Snapchat non è più questione di teen

Secondo la società di ricerca l’app è arrivata al 14% di penetrazione tra i possessori di smartphone americani over 35. E la piattaforma presenta Memories

Se siete tra coloro che hanno cominciato a usare Snapchat per evitare commenti inappropriati di parenti e genitori sulle proprie timeline, preparatevi a fare le valigie e a cercare qualche altro posto nell’universo della rete. La famosa app del fantasmino, da sempre associata alla generazione teen, sarebbe infatti popolata (anche) da adulti. È quanto ha rivelato un report di comScore di inizio giugno che ha scatenato le attenzioni dei media americani nel pomeriggio di martedì. E la questione è seria per le strategie dei marketer, alle prese con una piattaforma in continua evoluzione che si fa sempre più matura non solo in termini demografici ed è colma di target che si pensava di cercare altrove.

 

Una vera e propria esplosione

All’inizio del blogpost, l’autore Adam Lella chiarisce subito qual è stata la traiettoria di Snapchat: se tre anni fa l’app era usata solo dal 5% dei possessori di smartphone della fascia Millennials (25-34) e dal 2% degli over 35, oggi questi valori sono saliti rispettivamente a 38 e 14%. Addirittura la penetrazione tra i 18-24 è di quasi il 70%, 7 americani su 10. Numeri che sorprendono ma giustificano anche le audience della piattaforma: 150 milioni di utenti giornalieri che fruiscono circa 10 miliardi di video su base quotidiana.

 

snapchat_reference

 

Snapchat è mainstream

L’app ha superato la stratosferica – ed esagerata – valutazione di 20 miliardi di dollari. Quest’anno punta a generare ricavi per 300 milioni ma le recenti introduzioni pubblicitarie lasciano presagire un notevole sviluppo su questo fronte. Eppure pochi anni fa il suo fondatore Evan Spiegel aveva detto “no” a un’offerta da 3 miliardi di dollari da parte di Mark Zuckerberg, sorprendendo un po’ tutti. Una scommessa ripagata con tanto di interessi per il più giovane miliardario al mondo, fidanzato con la top model e testimonial di Swarowski Miranda Kerr. I tempi in cui Snapchat attraeva un cospicuo gruppo di ragazzini sono lontani: l’applicazione è diventata mainstream e ha raggiunto una massa critica con punte in certi segmenti di audience. Come si nota dando uno sguardo alla tabella rielaborata dal Wall Street Journal (paywall) su dati comScore.

 

snapchat utenti confronto

 

L’evoluzione nel tempo

ComScore ha pochi dubbi per spiegare l’impennata di Snapchat: c’è stata la capacità nel tempo di trasformare la piattaforma introducendo nuove feature che hanno ulteriormente alzato il livello della user experience. “Snapchat è divertente ed è personalizzabile”, sono questi i commenti che si sentono dire dagli utenti dell’app. Tra le novità di maggior rilievo ci sono le sezioni Stories e Discover. La prima consente di inserire snap (foto o video) all’interno di un ambiente ordinato per cronologia in cui i contenuti sopravvivono per massimo 24 ore. Sono già molti i brand che hanno messo gli occhi su Stories così come gli utenti che la navigano. Discover, invece, è lo spazio recentemente ridisegnato dedicato a un gruppo selezionato di partner editoriali con notizie in perfetto stile Sanpchat. Anche il lancio di Lenses, filtri che arricchiscono fotografie e video, ha cambiato il modo di essere dell’app, innovandone l’offerta commerciale. In questo senso il merito è dello stesso Spiegel e del suo team di ingegneri, capace di rispondere ai desideri delle persone sfruttando al massimo la potenza di eventi e di temi come il real time.

 

La nuova feature dedicata ai più anziani: Memories

Snapchat sta abbandonando la sua natura effimera, o almeno si sta muovendo verso questa direzione. Una nuova feature, Memories, permetterà di salvare i “momenti personali” a tempo indeterminato, consentendo anche di condividerli dopo lo stream. Questa nuova opzione si collocherà sotto il bottone che attiva la telecamera, e basterà scorrere il dito verso l’alto per riguardare foto e video salvati. La ragione dietro questa nuova feature sembra essere l’allargamento delle capacità di sharing, e sarà dedicata specialmente ai più anziani, che stanno abbandonando l’app: “È possibile usare le Memories per creare nuove Storie dagli snap già salvati, o anche combinare diverse Stories creando un racconto più lungo. È divertente festeggiare un anniversario o un compleanno trovando qualche vecchia registrazione e creando un ricordo più articolato. Abbiamo creato anche un nuovo modo di inviare snaps dalle Memories ai contatti e di postarle nella propria Story. Una snap postata più di un giorno fa sulla sezione Stories apparirà con un frame attorno, così che tutti possano capire che non è stata appena pubblicata” spiega una nota. Memories sarà lanciata il mese prossimo. Niente tra foto e video saranno salvati nel telefono.

 

 

Francesco Lattanzio ha contribuito al report.