home MERCATO Banzai: Q1 fatturato a +19,7% pari a 59,5 milioni
0

Banzai: Q1 fatturato a +19,7% pari a 59,5 milioni

Reso noto ieri il bilancio preliminare: per la divisione e-Commerce giro d’affari di 53,5 milioni

Nel bel mezzo delle trattative per la vendita di Banzai Media – o delle properties femminili – a Mondadori, Banzai ha pubblicato ieri i ricavi preliminari del primo trimestre, confermando l’outlook 2016. In dettaglio, Banzai ha chiuso il Q1 con ricavi a 59,5 milioni, in crescita del 19,7% rispetto ai 49,7 del pari periodo dell’anno scorso. Il Gross Merchandising Volume (GMV) è stato di 69 milioni di euro, questo valore non include la divisione Vertical Content. Gli altri indicatori finanziari verranno comunicati con il bilancio consolidato.

Vertical Content a 6,1 milioni

La divisione Vertical Content è cresciuta sopra la media di mercato, a un ritmo del +19,8%, a 6,1 milioni di euro. Nel primo quarter del 2015 aveva fatturato 5 milioni. Questo risultato, spiega una nota, è stato amplificato dal consolidamento della piattaforma di mobile advertising AdKaora, acquisita ad ottobre 2015. A livello di audience, la unit Vertical Content registra secondo Audiweb 17,9 milioni di visitatori unici mensili medi nel periodo gennaio-febbraio 2016, in calo del 3%; il time spent per visitatore unico mensile nel mese è pari a 25 minuti, in calo del 6%; infine l’active reach si attesta al 63%. Secondo comScore (che include gli accessi provenienti dalle applicazioni mobili dei social network), Banzai ha raggiunto 37,5 milioni di visitatori unici (+9%YoY) medi nel periodo gennaio-febbraio 2016, con un active reach del 62%.

La divisione e-Commerce

Anche la divisione e-Commerce incrementa il giro d’affari del 19,8% raggiungendo quota 53,5 milioni, un bel balzo sui 44,7 milioni del primo quarter dell’anno scorso. In particolare i ricavi della categoria “Elettronica ed Elettrodomestici”, pari a 37,3 milioni di euro nel 1Q16, sono in crescita del 27,7% attribuibile principalmente all’ampliamento della gamma di prodotti offerti e allo sviluppo dei servizi “premium” (consegna, installazione e ritiro dell’usato), oltre allo sviluppo della rete di Pick&Pay e Lockers. Nel solo segmento degli elettrodomestici venduti online, dove ePrice è leader di mercato, la crescita è risultata ben superiore e in futuro potrà beneficiare dei nuovi servizi di installazione e consegna. Nel mese di gennaio infatti è partita la nuova generazione di servizi personalizzati di consegna, installazione e ritiro dell’usato, integrati con una piattaforma mobile proprietaria, accessibile via app da smartphone, che permette ai nostri clienti una interazione continua con ePrice dal momento dell’acquisto fino all’installazione in casa. Le prime evidenze della campagna sono molto positive, con NPS score delle prime installazioni superiore a 70. In miglioramento anche i Key Performance Indicator: i merchants del marketplace sono oltre 470. Nel Q1 sono stati gestiti 398 mila ordini, +20% rispetto al 1Q15, con un valore medio di 138 euro, in crescita del 8%, per effetto del mix in favore di categorie ad alto ticket (Elettronica ed Elettrodomestici). Infine gli acquirenti sono stati 252 mila, in crescita del 15% rispetto al 2015. Decresce invece il numero di pezzi per ordine (-10% YoY nel 1Q16), come naturale conseguenza dell’effetto già ricordato sopra e legato al mix di crescita e all’effetto marketplace, in cui pesano in maniera sempre più rilevante Elettronica ed Elettrodomestici, dove ePrice è leader di mercato nell’online.